Ottengo il Mio Prestito!

Cessione del Quinto Rifiutata? 3 Soluzioni Per Ottenere il Prestito!

Cessione del Quinto RifiutataCessione del Quinto rifiutata? Ecco la soluzione!

Ti hanno appena comunicato che la tua richiesta di cessione del quinto non è stata accettata? Rivolgiti a 4Credit! Insieme troveremo la Soluzione giusta alle tue esigenze di Credito. Ottieni fino ad € 50000.

Compila il modulo di contatto cliccando qui! Si aprirà una nuova pagina nella quale dovrai inserire poche informazioni, necessarie per poterti contattare. Entro 24 ore dalla tua richiesta, un esperto ti chiamerà ed insieme verificherete la concreta possibilità di ottenere il tuo nuovo finanziamento. Il tutto è gratuito e senza impegno.

Se riterrai vantaggiosa la nostra soluzione, puoi concordare con il consulente a te affidato, un appuntamento anche a domicilio. Gestiamo richieste su tutto il territorio nazionale. Da 15 anni, ogni mese, migliaia di persone scelgono la nostra consulenza. Scopri i nostri Vantaggi!

Non mi fanno la cessione del quinto, cosa fare?”, questa la domanda di un nostro cliente che ha incontrato difficoltà a ottenere la delibera per la sua richiesta di quinto.

Hai una domanda? Pratica non accettata? Se la cessione del quinto non ti è stata concessa, se vuoi maggiori informazioni sulle soluzioni, scrivici un commento. In fondo alla pagina trovi uno spazio dedicato, ti risponderemo gratuitamente.

Prestito Personale Online 4Credit

La Cessione del Quinto può essere Rifiutata?

I motivi che determinato il rifiuto di una cessione del quinto, se parliamo di dipendenti di aziende private, spesso sono vincolati alla mancanza della copertura assicurativa. Ne distinguiamo due:

  • rischio vita
  • rischio impiego

Un cliente che richiede la cessione del quinto deve godere di buona salute; nel caso in cui ci siano o ci siano state problematiche di questo tipo, evidenti dagli estratti conti contributivi del cliente, l’assicurazione può:

  • rifiutare l’emissione della polizza, quindi non assicurare il cliente
  • chiedere approfondimenti

In questo secondo caso l’assicurazione può richiedere la compilazione del RVM (rapporto di visita medica). Consiste in un questionario, che il medico di base del cliente dovrà firmare, nel quale sono riportate una serie di domande inerenti lo stato di salute del cliente.

Solo dopo aver ricevuto questo documento correttamente compilato, la compagnia assicurativa stabilirà se emettere o no l’assicurazione rischio vita, pertanto determinare la fattibilità della pratica di cessione del quinto.

Per quanto riguarda la polizza rischio impiego, questa coinvolge i soli lavoratori dipendenti, escludendo pertanto i pensionati. La polizza assicurativa rischio impiego garantirà la copertura parziale o totale del debito residuo di questo finanziamento nel caso in cui il cliente, non per giusta causa, dovesse perdere il posto di lavoro.

L’emissione di questa polizza è pertanto correlata allo stato di salute, ed alla sua stabilità ed affidabilità. dell’azienda in cui il dipendente è assunto. Migliore sarà la qualità dell’azienda in cui il dipendente lavora, maggiori saranno le possibilità di ottenere questo finanziamento; questo punteggio di qualità influenzerà anche l’importo che il cliente potrà ottenere.

Cessione del Quinto Rifiutata, ecco i principali motivi

Fra i principali motivi di rifiuto possiamo classificare:

Cessione del quinto rifiutata: cliente

  • problemi di salute del cliente: in questi casi sono emerse negatività sullo stato di salute del cliente; possono essere correlate allo stato di salute attuale o ad eventi passati, comunque evidenti dagli estratti conti contributivi. Ad esempio un prepensionamento, dovuto a gravi motivi di salute oppure a lunghi periodi di malattia o infortunio, dati presenti negli estratti conti contributivi INPS
  • recente assunzione: l’assunzione minima richiesta sono 3 mesi per dipendenti pubblici e statali, 6 mesi per i dipendenti di aziende private. Nel secondo caso, come vedremo in seguito, il TFR gioca un ruolo fondamentale per il buon esito della richiesta, pertanto un neo assunto potrà ottenere con meno semplicità questo finanziamento. Puoi valutare la cessione del quinto no TFR
  • reddito mensile basso: per la maggior parte delle finanziarie, al cliente, decurtata la rata della cessione del quinto, deve rimanere un netto mensile di € 500,00; se assunti con contratto di lavoro part time o se percettori di una pensione minima, la pratica potrebbe non essere approvata in quanto il reddito mensile percepito sfora questa condizione
  • cessione del quinto non rinnovabile: in questi casi il cliente ha già la cessione del quinto ma al momento non può rinnovarla in quanto non sono decorsi i termini previsti dalla legge. Leggi maggiori approfondimenti sul rifinanziamento cessione del quinto.
  • TFR in fondo pensione aperto: se il TFR non è accantonato in azienda o presso un fondo di categoria (esempio Fondo Cometa), ma in un fondo assicurativo, per la natura di quest’ultimo spesso la pratica risulterà non fattibile.
  • TFR insufficiente: per i dipendenti di aziende private, il trattamento di fine rapporto è un aspetto essenziale per la fattibilità della pratica. Questo valore sarà moltiplicato per un dato ben preciso (che varia da azienda ad azienda). Se il moltiplicatore non è elevato, per un’azienda specifica, il TFR necessario alla fattibilità della pratica dovrà per forza essere considerevole.

Cessione del quinto rifiutata: datore di lavoro

  • azienda non assumibile (o non assicurabile): ogni assicurazione ha propri parametri di giudizio e pertanto generalizzare risulta non semplice. Possiamo dire ad esempio che alcune assicurazioni non gradiscono un’azienda semplicemente per il settore in cui operano (esempio ristorazione, settore edile, settore pulizia) o per la forma giuridica dell’azienda (esempio cooperative, ditte individuali). Quando un’azienda non è gradita all’assicurazione non vuol dire che la stessa vive momenti difficili; possono essere svariate le motivazioni. Di certo aziende con bilanci in negativo, cassa integrazione ordinaria o straordinaria, sono facilmente non gradite.
  • numero dipendenti inferiore a 16: per le aziende private è quasi sempre richiesta questa condizione; almeno 16 dipendenti assunti a tempo indeterminato. Esiste comunque una soluzione, per maggiori dettagli leggi questo nostro articolo cessione del quinto dipendenti piccole aziende
  • natura giuridica dell’azienda (esempio sas, snc): da molte assicurazioni non sono gradite richieste di cessione del quinto di dipendenti assunti per ditte individuali, sas e snc.

Cessione del quinto rifiutata, segnalazione Crif

Esiste una correlazione fra cessione del quinto e Crif? Michele, nostro cliente, ci ha contattato chiedendoci:

Buongiorno, sto cercando in internet una soluzione. Vi spiego…ho chiesto alla mia banca, Unicredit di Verona, un prestito tramite busta paga. Sembrava tutto ok visto l’azienda per cui lavoro da 10 anni.

Per farla breve, mi hanno mandato un messaggio del tipo cessione del quinto segnalazione crif. Ma come è possibile? La cessione del quinto viene segnalata in crif?

Questo aspetto, al momento, coinvolge poche società finanziarie. Alcuni istituti di credito valutano le banche dati creditizie, negando a volte la fattibilità della pratica in presenza di dati negativi o semplicemente per un eccessivo indebitamento del cliente.

Michele ha ottenuto il suo finanziamento anche se risulta in Crif una segnalazione per sofferenza di un altro finanziamento.

Si può verificare questa condizione anche se:

  • il cliente ha tutti i requisiti minimi richiesti
  • l’azienda è valutata positivamente da parte delle compagnie assicurative
  • il datore di lavoro non è contrario a questa formula di finanziamento

Se hai ottenuto un esito negativo per questa motivazione, contattaci ora! Troveremo la soluzione adatta alle tue esigenze.

Prestito Personale Online 4Credit

Rifiuto datore di lavoro cessione del quinto

Il datore di lavoro può rifiutare la cessione del quinto? Si. In questi casi più che un rifiuto, si tratta di non disponibilità a concedere al dipendente un prestito tramite busta paga. Non ci sono molte strade se non cercare un dialogo con l’azienda e far comprendere i motivi per cui chiedete questo prestito.

Difronte al rifiuto del datore di lavoro, purtroppo, non ci sono ulteriori soluzioni.

Cessione del Quinto Respinta, Cosa fare in questi casi?

Ti consigliamo di valutare la richiesta con un’altra società. Con 4Credit, ad esempio, hai l’opportunità di verificare la reale possibilità di ottenere la tua cessione del quinto in quanto, grazie alle nostre convenzioni, possiamo confrontare diverse compagnie assicurative.

Non è detto infatti che se la valutazione azienda non è risultata positiva per una società, un’altra, nostra partner, possa rivalutare positivamente la tua pratica.

Siamo una società di mediazione del credito regolarmente iscritta all’albo OAM n. iscrizione M359.

Il nostro compito è trovare la risposta alla tua domanda, individuando la compagnia assicurativa disposta a procedere con parere favorevole. Per attivarsi è semplice, ti basta compilare i campi presenti nel nostro modulo di contatto ed entro pochi istanti riceverai una nostra chiamata.

Cessione del quinto rifiutata? Contattaci ora, scopri come ottenere in modo semplice e veloce il tuo finanziamento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

106 commenti su “Cessione del Quinto Rifiutata? 3 Soluzioni Per Ottenere il Prestito!

  1. Sono un pensionato ex INPDAP, la mia è una pensione IOCTPS, nel 2008 ho avuto dei problemi di salute( una neoplasia), ad oggi sono in buona salute, vorrei sapere se è possibile accedere ad una cessione del quinto. Grazie

  2. Salve,ho provato a chiedere un finanziamento utilizzando il quinto dello stipendio,non é stato concesso perché la struttura per cui lavoro é un ente morale quindi non considerata idonea. É possibile avere informazioni maggiori o lascio perdere?

    • Irene buongiorno,
      volendo possiamo valutare tramite le nostre convenzioni se la sua azienda rientra nelle società gradite dalle compagnie. Vuole maggiori dettagli?

  3. Salve avevo fatto una richiesta del quinto ma mi è stata rifiutata perché avendo chiesto un po’ di TFR mi è stato detto che non lo posso avere saluti federica

  4. buongiorno.Mi chiamo Gabriele. Ho già una cessione del quinto e vorrei poter avere una delega di pagamento.Purtroppo sto riscontrando difficoltà poichè il numero dei dipendenti dell’azienda per cui lavoro è stato ridotto e risultano allo stato attuale 13. io lavoro dal 2004 a tempo indeterminato ed ho sia tfr azienda che tfr in fondo privato. Vorrei sapere se è possibile riuscire ad avere la delega di pagamento( che la mia aizenda,informandomi,esegue).Ringraziandovi ainticipatamente porgo cordiali saluti.

    • Gabriele buongiorno,
      con meno di 16 dipendenti non possiamo valutare la delega di pagamento. Lei ha segnalazioni in banca dati?

  5. Buongiorno esiste la possibilità che il datore di lavoro si opponga alla cessione del quinto dello stipendio? Mi risulta che per legge non possa farlo. In quel caso come agire ?

    • Giammarco buongiorno,
      quello che dice è corretto, tenuto conto che questa soluzione è un diritto del dipendente. Ci contatti, verificheremo come poterla aiiutare

  6. Buona sera io ho provato ha rinnovare la cessione del quinto della pensione ma tutte le assicurazioni me la rifiutano per invalidità civile c’è la possibilità di fare la richiesta senza RVM grazie

    • Pasquale buongiorno,
      l’invalidità civile, salvo errori, non è più cedibile. Non dipende pertanto dal Rapporto di Visita Medica, è il tipo di pensione che non consente questa possibilità.

  7. Faccio il badante ad un pensionato che mi ha assunto direttamente a tempo indeterminato da 6 mesi come faccio ad ottenere un prestito di 30.000 euro con cessione del quinto dello stipendio?

    • Concetta buongiorno,
      può dipendere dal tipo di invalidità; per quale motivo suo marito percepisce una pensione?

    • Floriano buongiorno,
      ha già verificato tramite la nostra società se è possibile recuperare positivamente la richiesta?

  8. buongiorno, abbiamo fatto richiesta di delega di stipendio hanno fatto tutti i conteggi e ci sono i prsupposti, l assicurazione ha richiesto l estratto conto retributivo per quale motivo?

    • Giulia buonasera,
      per verificare l’anzianità contributiva, quindi calcolare quando sarà raggiunta l’età pensionabile. Inoltre l’estratto conto contributivo serve a verificare la veridicità della documentazione reddituale fornita dal cliente.

  9. Buon giorno volevo porvi una domanda, quest’anno ho fatto un po’ di malattia perché ho rotto il legamento e il menisco è sono rimasto a casa 35 giorni, può essere che se chiedo una cessione del quinto venga rifiutata?!? grazie

    • Dario buongiorno,
      rifiutata no, però sicuramente verrà chiesta tutta la documentazione che attesta i motivi dei ricoveri. Un intervento di questo tipo non limita questa opportunità.

  10. sono pensionato exinpdap percepisco una pensione al netto delle trattenute di 805 euro ho una quota cedibile di 160 euro, ho 300 euro di trattenuta x il figlio (sono divorziato) e una ritenuta di 102 euro per un pignoramento. Nonostante l’inps mi dica che posso accedere a una cessione del quinto avendo una quota cedibile di 160 euro non riesco a ottenerla (chiedo una cessione per 100 euro da restituire in 10 anni) premetto che alla fine del pignoramento di 102 euro ne ho altri due in coda per euro 85. L’inps mi dice che posso avere la terza trattenuta anche in ragione del fatto che è di natura diversa dalle altre due. Sono un ex appartenente alle forze armate e sono andato in pensione per invalidità per un incidente sul lavoro a un ginocchio. Praticamente mi hanno detto che le assicurazioni obbligatorie per legge sulla vita non ammettono la terza trattenuta o nel caso con importo più basso della rata (70 euro) avrei bisogno di circa 8500 euro potete aiutarmi? grazie.

    • Roberto buongiorno,
      le confermo che si tratta di un limite assicurativo; non viene ammessa una terza trattenuta. Si poteva considerare la cessione a condizione che venivano estinti tutti i pignoramenti.
      Gli alimenti al figlio per quanto tempo dovranno essere ancora dovuti?

  11. Salve mi ha rifiutato una cessione del quinto perche mi chiedono la documentazione dell ospedale militare ma io ho solo l rvm del mio medico curante che afferma sono stato messo a riposo dal servizio nel 2009 per causa di servizio per conflitto femoro acetabolare non ho altri documenti , ho poco piu di 50 anni una salute di ferro 2000 euro di pensione categoria voctps , posso risolvere con voi ovviando alla produzione di verbali medici che non ho e che non riesco a reperire?grazie mille
    saluti

    gino

    • Gino buongiorno,
      verifichiamo subito la fattibilità del suo quesito. Le risponderemo quanto prima.

    • Gino buongiorno,
      abbiamo verificare e sembra sia possibile procedere anche senza RVM. Vuole parlare con un nostro esperto per una consulenza gratuita e senza impegno?

  12. Ho fatto richiesta cessione del quinto ma l’assicurazione rifiuta perché causa infortunio di 20 anni fa ho perso la vista da un occhio è giusto rifiutare non rishio di morire.grazie

    • Buongiorno Lorenzo, in realtà la cecità non è motivo assoluto di rifiuto della sua pratica, se vuole non possiamo valutare la sua richiesta senza alcun problema le serve compilare il modulo che trova sul sito o inviare i suoi recapiti su Whatsapp 3929026173 e saremo subito noi a ricontattarla per un preventivo ed una consulenza gratuiti.
      In attesa di un suo riscontro
      Distinti Saluti
      4Credit

  13. buongiorno! mi sono vista respingere una cessione del quinto (in realtà una rinegoziazione di una cessione esistente) da parte dell’assicurazione per un problema di salute risalente a ben otto anni fa e che io avuto la dabbenaggine di dichiarare nel formulario . aggiungo che la seconda compagnia assicurativa contattata chiedeva nel suo formulario l’eventuale presenza di malattie avute nei cinque anni precedenti. nonostante ciò ha poi respinto comunque la mia pratica perchè ha incrociato i dati con quella precedente.
    cosa mi suggerite di fare in questo caso?
    So che perfino gli invalidi ottengono cessioni del quinto!
    attendo una vostra risposta che mi faccia guardare più positivamente il mondo dei prestiti…
    grazie

    • Olivia buongiorno,
      per risponderle dovremmo prima sapere quali sono stati i problemi di salute. Per una questione di privacy può inviarci il suo contatto telefonico all’indirizzo direzione@4credit.it?
      In questo caso, un nostro esperto la chiamerà per capire se esistono reali possibilità di rinnovare il suo quinto.

      Distinti saluti
      4Credit

  14. Buonasera,ho chiesto una rinegoziazione della cessione del quinto già in essere perché decorsi 48 mesi ma sembrerebbe che la banca d’Italia non voglia concedermelo dopo avermi richiesto anche l’estratto conto di mio marito,perché ho troppi impegni tra cui risulta ,essendo erede in minima percentuale della casa dei miei genitori ,di un uscita di 500,00 euro cioè il mutuo a carico di mio padre .ora dovrei fornire anche l’estratto conto di mio padre per ,forse, averlo. Domanda: ma la cessione del quinto per legge non la si da anche ai protestati?(e noi per ora non lo siamo) il parametro di giudizio non é esclusivamente la solidità aziendale?( che c’é ).inoltre mi é stato detto che tali controlli sono necessari da tre mesi per la legge salva suicidi ma io ho comunque una cessione già in atto che dovrò comunque portare a termine e quindi? Grazie

    • Pamela buongiorno,
      per valutare la sua posizione credo sia utile metterla in contatto con i nostri esperti. Ha già fatto richiesta sul nostro sito?

      Distinti saluti
      4Credit

  15. Salve sono stata assunta da 2 anni con tempo indeterminato ho un prestito da 303 x voglio chiedere cessioni del quinto posso ottenere 15000 euro?

    • Elisa buongiorno,
      l’importo richiesto, rispetto alla data di assunzione, è importante, ma non è escluso che si possa ottenere. Ha già fatto richiesta sul nostro sito?

      Distinti saluti
      4Credit

    • Katia buongiorno,
      possiamo valutare la sua richiesta. Ha già compilato il modulo sul nostro sito?

      Distinti saluti
      4Credit

  16. Salve lavoro presso una srl da quasi 4 anni con contratto indeterminato ho provato a fare una cessione per 6000 euro ma mi è stata rifiutata, la motivazione se ho capito bene è che l’azienda non è assicurabile.sono celibe è percepisco uno stipendio di circa 1250euro e ho un tfr di quasi 4000 euro accantonato in azienda. Abbiamo possibilità di ottenerlo? Rispondetemi senza promesse che vanno in fumo gentilmente visto che mi hanno illuso già diverse volte.grazie

    • Antonino buongiorno,
      l’unico modo per poterle dare una risposta concreta è conoscere la p. iva della sua azienda, quindi verificare la valutazione assicurativa. Ci contatti, volendo anche tramite un messaggio whatsapp indicando i suoi dati ed il numero di p. iva. Le risponderemo in modo puntuale entro pochi minuti.

      Questo il numero whatsapp 3929026173

      Distinti saluti
      4Credit

  17. Buongiorno, ho fatto richiesta per un prestito con delega da voi, mi hanno comunicato che la pratica si trova in verifica in banca per procedere con i contratti. Volevo sapere se ci possono essere ancora problemi che la banca non accetta la richiesta. Grazie aspetto vostre notizie

    • Martino buongiorno,
      per queste informazioni le consiglio di rivolgersi direttamente ai colleghi che seguono l’istruttoria della sua pratica. All’interno del nostro gruppo, ogni risorsa è specializzata in una mansione ben definita. Noi ci occupiamo esclusivamente di rispondere alle decine di domande che quotidianamente popolano il nostro sito.

      Distinti saluti
      4Credit

  18. buongiorno , mi è capitata una cosa strana…ho richiesto un rinnovo di una delega. 8 anni fa per motivi familiari avevo ottenuto la sospensione di 31 rate e quindi sono state accodate…ovviamente nel conteggio estintivo risultano queste rate accodate con relativi interessi di mora. per farla breve dopo il benestare e autorizzazione da parte della mia amministrazione (sono uno statale con 20 anni di servizio) al momento della liquidazione della nuova delega mi hanno detto che l’assicurazione ha messo un attimo in stan-by la mia pratica cioè presumo che non abbia dato l’autorizzazione al bonifico.lunedì mi è stato detto che dovrebbero sbloccarla. secondo la vostra esperienza c’è la possibilità che me la bocciano? sarebbe una beffa poco prima del bonifio.cmq stiamo parlando di un ministero.

    • Buongiorno Fabiano.
      Trattandosi di un ministero se non ha problemi di salute non c’è motivo per cui debbano respingere la richiesta. L’unico motivo potrebbe essere a mio parere la mancata decorrenza dei termini di legge. Per rinnovare una cessione o una delega occorre pagare i due quinti del finanziamento. Considerando le 31 rate accodate ha pagato i due quinti?

    • si certo che le ho pagate. in pratica da conteggio estintivo devo pagare solo le rate accodate e i relativi interessi di mora…a me anche sembrava strano trattandosi di un ministero. speriamo che oggi abbiano sbloccato e che domani ho i soldi sul conto…mi chiedevo solamente: come mai questo tentennamento da parte dell’assicurazione?

    • Se ha pagato i due quinti non penso ci siano problemi.
      Sinceramente mi sembra strano pensare che sia stata l’assicurazione a bloccare la cosa.
      Saluti.

  19. Buongiorno,sono un vostro cliente….Ieri mi è stato comunicato da una vostra gentilissima collega che la prima assicurazione ha bocciato,causa azienda,la mia richiesta di cessione del quinto.La signora che segue la mia pratica mi ha detto che sono in attesa di risposta da altre assicurazioni.Secondo la vostra esperienza c’è speranza che io riesca ad ottenere questo prestito?Grazie mille.Mirko Sciacchetano

    • Buongiorno Mirko.
      Se non ci fosse speranza eviteremmo di chiedere valutazioni e censimenti. Quello che posso dirLe è che lavoriamo così perché spesso ci capita che un’azienda valutata negativamente con una compagnia o da una finanziaria sia poi valutata positivamente da altri. Non posso per ovvi motivi darLe certezze, in quanto le valutazioni non dipendono da noi. Noi verifichiamo i parametri, ma comunque le valutazioni vengono effettuate caso per caso.
      La terremo aggiornata.
      Saluti.

    • Grazie mille per la risposta.Spero vivamente possiate aiutarmi in quanto necessito urgentemente di quella somma.Attendo vostre (spero buone) news.Mirko Sciacchetano

    • Buona sera, io sono dipendente di una cooperativa a tempo indeterminato part time da gennaio 2016, io posso soltanto richiedere la cessione del quinto ma a quanto pare non mi viene concessa perche’ le assicurazioni non coprono questi contratti. Domanda, perche’ chi ha problemi non viene aiutato? Non so piu’ che cosa fare

    • Buongiorno Leonardo, innanzi tutto le chiediamo ma il suo contratto è un Part-time orizzontale o verticale?
      In attesa di un suo riscontro
      Distinti Saluti
      4Credit

    • Buonasera, mi scusi per la mia ignoranza che cosa vuol dire part time orizzontale o verticale? E’ la prima volta che lo sento. Comunque le faro’ sapere a giorni

    • Buongiorno Leonardo, per farle capire la differenza sostanziale il part-time verticale prevede che il dipendente lavori ad esempio 9 mesi su 12 invece il part-time orizzontale lavora 12 mesi su 12, ma meno di ovviamente 8 ore al giorno…
      Restiamo in attesa di un suo cordiale riscontro
      Distinti Saluti
      4Credit

    • Salve Leonardo, per verificare meglio l’eventuale fattibilità della sua pratica se vuole può inviarci su Whatsapp 3929026173 una sua busta paga e senza impegno valuteremo la sua richiesta e saremo subito pronti a darle un riscontro.
      Restiamo in attesa
      Distinti Saluti
      4Credit

    • Buonasera, ok la ringrazio della sua cortese attenzione. Appena prendo la busta gliela mando subito

    • Buongiorno Leonardo, se vuole può anche inviare la busta paga già in suo possesso quella del mese di Gennaio…
      Restiamo in attesa di un suo riscontro
      Distinti Saluti
      4Credit

  20. Salve vorrei chiedere se possibile avere una cessione del quinto assunto a tempo indeterminato da 3 mesi
    part time azienda spa ho fatto diverse richieste di finanziamento ma tutte respinte il motivo perché ho iniziato da poco a lavorare mai avuti finanziamenti prima grazie cordiali saluti

    • Buongiorno Federico.
      Attualmente la cessione del quinto per neoassunti è bloccata da tutte le finanziarie che conosciamo. Non saprei dirLe se ce ne sia una che ancora le faccia.
      Le consiglio di attendere 30 giorni dall’ultimo rifiuto e poi rivolgersi ad una nuova finanziaria, ma con la firma di un garante.
      Saluti.

  21. Ho fatto una richiesta per rinegoziare il prestito con quinto aggiungendo nuova liquidità con la solita finanziaria ,il prestito scade fra 2 anni e ho il Tfr nel fondo per circa 45000 assunto dal 1999 in una S.P.A ,multinazionale con più di 200 dipendenti,abbiamo fatto cassa integrazione 4 anni fa con mobilità volontaria aperta fino allo scorso anno ,l’agente della finanziaria mi ha detto che la banca concedeva il prestito ma l’assicurazione non ha dato ok, possibile che ci siano altri motivi?

    • Buongiorno Giuseppe.
      Nella cessione del quinto generalmente i motivi sono legati all’azienda in cui si lavora e ai censimenti assicurativi per cui non c’è da stupirsi. Le valutazioni assicurative, però, non sono uguali tra le varie compagnie, non necessariamente almeno, per cui si può sempre provare a valutare con altri anche in caso di rifiuto.
      Se vuole una valutazione gratuita e senza impegno ci contatti compilando il modulo al quale può accedere cliccando qui.
      Saluti.

  22. Salve, ho richiesto una cessione del quinto e non mi è stata accettata ancora non so il perché comunque lavoro in una azienda s.r.l. con 100 dipendenti e uno stipendio di 1300 euro. Ho già un finanziamento e un tfr di 16000 euro in un fondo pensione. Secondo voi quale può essere il motivo? Ho sempre pagato i miei finanziamenti regolarmente.

    • Buongiorno Francesco.
      Non è possibile conoscere il motivo preciso, ma molto probabilmente l’azienda non è risultata “assumibile” per le assicurazioni.
      Possiamo valutare gratuitamente la Sua situazione. Compili il modulo a cui può accedere cliccando qui.
      Saluti.

  23. Salve lavoro presso una piccola azienda con 4 dipendenti. Ben inserita già da 35 anni, ho un contratto a tempo indeterminato da 5 anni… ho maturato circa 6500 € di tfr… con queste credenziali riuscirò a ottenere la cessione del quinto … visto che purtroppo per altri 2 anni sarò schedato dal crif come cattivo pagatore?

    • Buongiorno Giuseppe.
      Il limite minimo per le pochissime finanziarie che fanno la cessione del quinto a dipendenti di piccole aziende generalmente è 5 dipendenti a tempo indeterminato, per cui è molto difficile ottenere la cessione del quinto a queste condizioni. Di cosa si occupa la Sua azienda e che forma giuridica ha? (es. srl, sas, snc, dita individuale ecc..)

  24. Salve, ho bisogno di una cessione del quinto, perché segnalato in crif, solo che non riesco ad ottenerlo, l’ azienda, pubblica regionale è stata costituita da circa 15 mesi, ma puntualmente mi viene risposto che non è possibile ottenere la cessione perché l’ Azienda non è censibile e l’assicurazione non si assume il rischio, da dire che io sono a tempo indeterminato da 5 annj, prima l’azienda, sempre pubblica era un’ altra poi siamo stati traslati in questa, ma il tfr maturato è stato trasferito ananch’esso quindi non è dtsto toccato, c’è qualche soluzione fattibile per poter ottenere il credito che si aggurerebbe intormo ai 25000-30000€? Grazie!

    • Buongiorno Sergio.
      Ci invii la Sua richiesta di contatto e proveremo senza impegno a verificare la fattibilità della richiesta.
      Saluti.

  25. Salve chiedo un informazione da parte di mia mamma.

    Attualmente lei ha un cessione del quinto che finisce a luglio di quest anno.

    Lavora presso una s.a.s. Da 15 anni con contratto a tempo indeterminato. Voi rinnovato la cessione del quinto?

    • Buongiorno Paolo.
      La recente costituzione dell’azienda non è sicuramente un fattore positivo.
      Occorrerebbe valutare la cosa nel dettaglio.
      Ci invii la Sua richiesta di contatto e proveremo a verificare se e come l’azienda sia censita.
      Saluti.

  26. Salve,
    Avrei bisogno di una cessione del quinto.
    Risulto cattivo pagatore,per cui niente finanziamenti.
    Sono assunto a tempo indeterminato da 1 anno
    (In realtá sono 16 anni che lavoro per le stesse persone ,che per motivi fiscali,cambiano ragione sociale ogni 3/4 anni).
    Ho un garante che percepisce 750 euro mensili.
    Il mio stipendio netto e di 1700/2000 euro mensili
    Il tfr precedente e stato giá percepito.
    Ci sono possibilitá di riuscire a farsi erogare 3.500 euro?
    Saluti

  27. Salve sono Fabrizio e lavoro in un’azienda di 60 dipendenti divisi in 4 società aventi quindi 15 dipendenti ognuno, sono a contratto indeterminato ed assunto dal 06/13. Vorrei sapere la possibilità di poter avere una cessione del quinto visto che sono segnalato in Criff e non posso prendere nessun prestito.

    Cordiali saluti e grazie dell’aiuto

    • Buonasera Fabrizio.
      Purtroppo non è possibile in questo periodo se si lavora in aziende con meno di 16 dipendenti.
      Saluti.

  28. miestata rifiutata la cessione perche la mia azienda qualche volta ha pagato le rate delle cessioni dopo tre mesi. ad oggi l’azienda ha coprto tutto….ed ha tuuti i requisiti utili

    • Buongiorno Roberto.
      Ci invii la Sua richiesta di contatto e proveremo a verificare cosa si possa fare.
      Saluti.

  29. Buonasera; vorrei parlare di un mio problema; ho fatto richiesta ad una finanziaria per cessione del quinto intorno ai primi di Marzo 2014; al 18 Marzo ho firmato il contrattto; il 26 Marzo la compagnia di assicurazione ha garantito con la polizza per me su banca e su finanziaria; ora manca l’ente erogante sono una dipendente statale; quello che mi domando è perché nn riesco ad avere un anticipo; ho firmato il 18 Marzo e sono passati 12 giorni, nn ho problemi, nn sono segnalata in CRIF, nulla devo solo estiguere un piccolo prestito contratto con Noi Pa nel 2013, ma riguardo questo se ne occuperà la finanziaria e la Banca; mi risulta davvero oscuro il motivo per cui nn riesco ad avere l’anticipo; grazie per una qualsiasi delucidazione, cordiali Saluti

    • Buongiorno Cristina.
      Non penso che la finanziaria a cui si è rivolta conceda anticipi, altrimenti l’avrebbero già emesso a seguito dell’avvenuta copertura assicurativa.
      Un altro motivo potrebbe essere la mancata ricezione del conteggio estintivo del prestito da estinguere. Senza quello la finanziaria non sa quanto concedere di anticipo.
      Saluti.

  30. salve, le sottopongo il nostro caso: mia molgie ha chiesto una rinegoziazione della sua cessione del quinto, dopo due mesi l’azienda e l’ente finanziaria sin sono messi d’accordo accettando di fatto la rinegoziazione tant’è che l’ente finanziaria ha erogato un anticipo iniziale di 1000 euro. Dopo di che tra azienda e finanziaria si sono scontrati per un documento che dovrebbe consegnare l’azienda ( documento che accerti la nuova trattenuta) mentre l’azienda ha voluto un documento dalla finanziaria che intesti la nuova cessione del quinto.Si erano messi d’accordo che procedevano in questa maniera: la finanziaria chiudeva la vecchia cessione e mandando tramite email il bonifico effettuato dalla finanziaria per la chiusura della vecchia cessione e il 19 di questo mese avrebbero trattenuto la nuova rata della nuova cessione….cosa non avvenuta si sono trattenuti la vecchia rata!!! ora la finanziaria indispettita chiede i soldi che hanno anticipato per l’estinzione della cessione ….chi li dovrebbe dare?? l’azienda presumo dato l’errore da loro commesso! a meno che non ci sia un errore di trattenuta ( cosa che penso) saluti

    • Buongiorno Sebastiano.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Ha poi risolto?

  31. ho bisogno di aiuto x motivi economici guadagno 500 mensili vorrei una cessione del quinto ma mi dicono ke e poco.son assunta da 6 anni part time indeterminato con una spa .un aiuto per piacere grazie in anticipo

    • Buongiorno Debora.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Ha poi risolto?

  32. sono un dipendente di una ditta srl di piu di 15 dipendente ho fatto domanda per cessione quinto piu di 3 volte tutti mi dicono che la societa no ne fattibile , per favore ho la pignoramento . tanta urgenza .autatemi si avete una agenzia chi lo fa grazie

    • Buongiorno Karim.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Ha poi risolto?

  33. buongiorno
    mi hanno rifiutato la cess del quinto in quanto sono un insegnante assunto a tempo indeterminato al 1/9/2012 e perchè nel contratto c’è scritto che abbiamo un periodo di prova è possibile??

    • Buongiorno Callisto.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Ha poi risolto?

  34. Salve signor Badiali. Ho avuto accesso alla cessione del quinto qualche anno fa senza problemi. Ho estinto il tutto anticipatamente. Ora avrei bisogno urgentemente di liquidità ma non riesco a trovare una finanziaria che valuti la mia richiesta in quanto dipendente di snc con meno di 16 dipendenti. Esiste una soluzione?

    • Buongiorno Marco.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Ha poi risolto?

  35. Quante cazzate…signor Badiali…ma se siete stati proprio voi a rifiutare la mia richesta di rinnovo cessione del quinto perchè…a vostro dire la mia azienda non ha i requisiti adatti…
    per cui basta prendere in giro la gente…con commenti inventati.

    • Buongiorno Daniela.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Mi spiace leggere il suo commento in quanto non riteniamo affatto di scrivere cose non vere. Purtroppo non siamo noi a decidere a chi dare e non dare i soldi. Le decisioni vengono prese dagli enti eroganti e dalle assicurazioni. Mi dispiace non averla aiutata ma purtroppo i parametri non li scegliamo noi. Pensa che non vorremmo dare soldi a chi lavora per delle ditte individuali, o per delle piccole aziende, oppure ai tanti lavoratori autonomi che per un semplice ritardo ora ricevono solo rifiuti? Capisco quindi il Suo sfogo, ma penso che abbia sbagliato destinatari.
      Le auguro tutto il bene possibile.
      Saluti.

  36. Buonasera, ho fatto richiesta per una cessione del quinto dello stipendio, poichè, avendo fatto da garante al mio ex marito che non si è impegnato a pagare il finanziamento, risulto segnalata al Crif come cattiva pagatrice.
    La cessione del quinto mi è stata rifiutata perchè la mia azienda, un SPA, con più di 1000 dipendenti, non ha la copertura assicurativa.
    Purtroppo non ho un garante.
    Sono veramente disperata, anche perchè prima o poi il recupero crediti si rivalerà su di me a causa degli insoluti del mio ex marito.
    Possibile che non esista una legge che tuteli il garante?
    All’epoca del finanziamento, ovviamente ero ancora sposata e ho fatto da garante a mio marito in buona fede.
    Lui, invece di impegnarsi a pagare tutti i finanziamenti che aveva in corso, ha sperperato i soldi, rovinando anche me, che credevo utilizzasse i soldi erogati dal finanziamento per liquidare diversi finanziamenti ed avere un’unica rata di € 450,00 mensile.
    Aiutatemi.
    Vi ringrazio in anticipo

    Alessia S.

    • Buongiorno Alessia.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Ci sono delle leggi a tutela del garante che prevedono la possibilità di chiedere la restituzione delle somme versate. Ma comunque il garante deve pagare, altrimenti la sua figura non avrebbe valore.
      Saluti.

  37. Salve , ho fatto richiesta per la cessione del quinto ma oggi ho avuto il rifiuto da parte della finanziaria la cui motivazione data è stata che non hanno trovato compagnie assicurative che accettassero la pratica. Premetto che per vari motivi sono diventata una cattiva pagatrice e che ho altri prestiti con rate insolute, la mia intenzione era appunto di prendere un finanziamento di questo tipo per chiudere i finanziamenti precedenti e restare con qualcosina in mano. La mia azienda è una scarl con più di 100 dipendenti .Ho ancora qualche strada ? Grazie

    • Buongiorno Silvia.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto i commenti di questo articolo.
      Ha poi risolto?

  38. Ho bisagno di un piccolo prestito uno gia richiesto con cessione del quindo e rifiutato perche la mia azienda non a garanzie ed ora ne ho richiesto uno con voi spero che vada bene perche ho un estremo bisogno aiutatemi perfafore, grazie, domenico

    • Tommaso buongiorno,
      si è possibile; potrebbe dipendere tre motivi:
      – il primo perché la finanziaria a cui si è rivolto non intende finanziarie la sua richiesta in quanto non prevede l’erogazione di finanziamenti a dipendenti di certi tipi di aziende (es. snc, sas, ecc)
      – il secondo perché a seguito di un controllo in banca dati crif la sua esposizione rate mensili è molto elevata e non le consente di mantenere un reddito minimo di sussistenza (generalmente euro 500 mensili al netto delle rate in corso)
      – il terzo perché l’azienda per cui lavora non rispetta dei requisiti minimi richiesti dalla finanziaria e dall’assicurazione che dovrà garantire il prestito.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  39. So di essere segnalato in crif come cattivo pagatore per un prestito findomestic pagato con ritardi. per questo ho chiesto la cessione del quinto ma mi è stata rifiutata. come mai?
    grazie Mario

    • Mario buona sera,
      la cessione del quinto, se pur un diritto per lavoratori dipendenti e pensionati, può essere non accettata da parte della società finanziaria a cui ci si è rivolti. In alcuni casi queste motivazioni sono insormontabili da qualsiasi finanziaria, mentre in altri casi gestendo la richiesta con una società piuttosto che un altra, l’esito finale della sua richiesta potrà essere approvata o respinta.
      Nel caso per esempio di un azienda con forti elementi negativi, quali bilanci in forte perdita, amministrazione in liquidazione, cassa integrazione straordinaria e altro, nessuna finanziaria riuscirà a prendere in considerazione una richiesta di cessione del quinto. In altri casi queste motivazioni sono subordinate al numero di dipendenti o ad altri parametri che a seconda della finanziaria a cui ci si rivolge, adottano valutazioni opposte. Capito spesso che alcune finanziarie non accettano pratiche di dipendenti che lavorano in aziende con meno di 16 dipendenti, mentre altre si. Oppure non prendono in considerazione i neoassunti o comunque chi ha maturato poco tfr, Altre ancora non valutano società di persone (sas o snc) ed altro ancora. In tutti questi casi sarà sufficiente trovare il giusto interlocutore.
      Le consiglio di verificare se il rifiuto della sua domanda di finanziamento dipende da problemi insormontabili o se invece è possibile recuperare la sua domanda di prestito tramite cessione del quinto.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali