Piccolo Prestito Inps 2018 7 Cose da Sapere

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Google+
Google+

Piccolo Prestito InpsPiccolo Prestito Inps, sei un dipendente o un pensionato pubblico un insegnante o docente e hai bisogno di liquidità? Proprio per te l’Inps mette a disposizione anche nel 2018 il piccolo prestito ex Inpdap una cessione di credito a tassi agevolati erogati direttamente dall’Istituto tramite il proprio fondo o tramite istituti finanziari e banche in convenzione.

Se vuoi saperne di più sul prestito Noipa o ti dovesse sorgere qualche domanda non esitare a scrivere sul nostro blog, lascia un tuo commento e prontamente un nostro operatore ti risponderà.

Andiamo ora a scoprire tutto ciò che c’è da sapere su questa soluzione di finanziamento Inps, ex Inpdap.

Piccolo prestito Inps a Dipendenti Pubblici e Pensionati 2018

Tutti i lavoratori pubblici insegnanti, docenti e pensionati pubblici e statali iscritti alla gestione Inpdap ormai Inps hanno la possibilità di accedere al credito con dei finanziamenti con condizioni vantaggiose gestite dal sistema NoiPA.

Essendo un prestito personale il richiedente non dovrà specificare la ragione di tale richiesta e con il denaro ottenuto potrà decidere cosa fare senza alcuna spiegazione.

Questo tipo di contratto ha due caratteristiche:

  • E’ di breve durata può essere di massimo 4 anni.
  • L’importo ottenibile può essere al massimo pari a 4 mensilità nette. (Per esempio se il Sign Rossi è un dipendente pubblico e percepisce un salario netto di 1.450 € l’importo massimo che può ottenere con il piccolo prestito Inps sarà di € 5.800).

Piccolo Prestito Inps Forze Armate

Che dire della possibilità di accedere al prestito che avevano un tempo i dipendenti delle forze dell’ordine e delle forze armate?

Dal 1 gennaio 2012 l’ Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica (Inpdap), con la riforma del governo Monti è stato eliminato venendo incorporata dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, forse più conosciuta con l’acronimo Inps.

Ad oggi è l’ufficio ex-Inpdap dell’Inps che gestisce l’erogazione dei piccoli finanziamenti Noipa alle seguenti categorie:

  • Polizia
  • Carabinieri
  • Guardia di Finanza
  • Militari dell’esercito
  • Marina Militare
  • Aeronautica

Dunque i dipendenti ed i pensionati pubblici possono ottenere prestiti grazie all’iscrizione alla gestione dipendenti pubblici, fondo credito, (conosciuta anche come Gestione Unitaria Autonoma delle Prestazioni Creditizie e Sociali), o grazie alle convenzioni stipulate con alcuni istituti finanziari e banche.

Piccolo Prestito Inps Conviene?

Se stipulare il contratto direttamente con l’Inps per ottenere liquidità conviene o no devi essere tu a stabilirlo, il dato certo e che le agevolazioni sono molteplici.

Analizziamo i vari vantaggi di cui godrai con il piccolo prestito Inps:

  • Tassi di interesse agevolati.
  • Il denaro ottenuto potrai usarlo come vuoi.
  • I soldi verranno erogati direttamente dall’Inps che stipulerà una cessione del quinto dello stipendio o della pensione.
  • La rata sarà costante e per un importo pari massimo al 20% dello stipendio netto.
  • La trattenuta della rata sarà fatta automaticamente dalla busta paga, senza correre il rischio di dimenticare il pagamento.

I benefit elencati non sono cosa da poco, adesso non resta altro che sapere qualcosa in più su come calcolare la rata che dovrai sostenere.

Piccolo Prestito Inps: Calcolo Rata e Simulazione

Il calcolo della rata è un aspetto che di sicuro non vuoi sottovalutare proprio a tal proposito l’Inps ex ipost mette a disposizione simulatori che ti aiuteranno ad avere un idea in merito.

Gli elaboratori online Inps della rata ti richiederanno alcuni dati essenziali:

  • Stipendio netto
  • Data di nascita

Di seguito trovi la possibilità di collegarti al sito per la simulazione Inps del tuo piccolo prestito scegliendo la rata per te ideale o la somma specifica che richiedi, vai alla pagina Inps dedicata e collegati al simulatore .

Ricorda che l’ importo della rata sarà determinata dalla somma che richiedi, dalla durata di rimborso e dal tasso di interesse, con il piccolo prestito sai già che il TAN sarà del 4,25% a cui andrà aggiunto lo 0,50% di spese di amministrazione e il costo del premio Fondo rischi stabilito da apposite tabelle che puoi scaricare, ed il tutto andrà a formare la percentuale del TAEG del tuo finanziamento.

Come Richiedere il Piccolo Prestito Inps

Una volta conosciuti i vantaggi che il finanziamento Inps ti dà come dipendente o pensionato pubblico probabilmente per rispondere alle tue esigenze familiari vuoi sapere come ottenere il piccolo prestito.

Innanzi tutto è doveroso precisare che il dipendente di amministrazioni statali o di enti locali che presta servizio è obbligatoriamente iscritto al Fondo Credito e versa il contributo con trattenuta in busta paga dell’aliquota dello 0,35%, e può accedere al piccolo prestito.

Che dire degli altri dipendenti pubblici?

Quest’ultimi se hanno aderito al Fondo Credito entro il 31 maggio del 2008 potranno accedere al piccolo prestito.

Per ricevere il finanziamento Inps basta semplicemente fare richiesta online, è semplice basta seguire tutte le istruzioni presenti nel sito Inps alla sezione come fare domanda , oppure se vuoi già compilare il modulo di richiesta perchè sei  in possesso del tuo pin e codice fiscale compila i campi nel portale Inps .

Gestione Piccolo Prestito Inps: Rinnovo ed Estinzione anticipata

Una volta che l’istituto concede il prestito, troverai sull’Iban già fornito per l’accredito della pensione o dello stipendio la liquidità concordata e non dovrai pensare a nient’altro.

La prima rata di rimborso sarà trattenuta direttamente dalla tua busta a decorrere dal secondo mese successivo all’erogazione dei soldi.

Che dire se vuoi rinnovare o estinguere anticipatamente il debito?

Puoi rinnovare il piccolo prestito solo dopo aver rimborsato le seguenti rate mensili:

  • 6 se hai fatto un finanziamento annuale
  • 12 se hai fatto un finanziamento biennale
  • 18 se hai fatto un finanziamento triennale
  • 24 se hai fatto un finanziamento quadriennale

E’ anche possibile estinguere anticipatamente il piccolo prestito Inps basterà semplicemente:

  • Richiedere il conteggio estintivo (il documento che attesterà le rate pagate e quelle ancora da versare)
  • Versare in un’unica soluzione il debito residuo
  • Se il contratto lo prevedeva potrebbe esserci l’obbligo di pagare una penale di estinzione ( non potrà mai superare l’1% del capitale residuo).
  • La quota del fondo rischi verrà rimborsata in base al periodo di abbreviazione della garanzia

Assolutamente degno di nota è che qualora il titolare del finanziamento dovesse venire a mancare o si dovesse trovare in una situazione di invalidità assoluta contratta in servizio, termineranno tutti i suoi obblighi verso il fondo credito e gli eventuali eredi non risponderanno di nulla.

Piccolo Prestito Inps Tempi di Attesa ed Erogazione

Dal momento in cui viene presentata la richiesta all’Inps per conoscere lo stato della pratica dovrai rivolgerti all’ufficio Inps che sta gestendo la tua domanda.

Mediamente il tempo di attesa ed erogazione varia dai 45 giorni fino a 60 giorni.

Per qualsiasi informazione potrai contattare il contact center al numero verde 803164 (gratuito da rete fissa) oppure da rete mobile potrai chiamare lo 06 164 164, o potrai chiedere aggiornamenti agli enti del patronato o agli intermediari dell’Istituto che hanno seguito la tua pratica.

Per saperne di più in merito all’argomento o sei alla ricerca di un forum dove trovare risposta alle tue domande  scrivi sul nostro blog ed un operatore sarà pronto a rispondere alle tue domande.

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Google+
Google+

2 opinioni riguardo a “Piccolo Prestito Inps 2018 7 Cose da Sapere

    1. Denis buongiorno,
      purtroppo non è possibile. Fino a quando non rientra in servizio, non possiamo aiutarla. In famiglia ci sono altri percettori di reddito?

      Distinti saluti
      4Credit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *