Ottengo il Mio Prestito!

Perizia Casa e Documenti Sull’Immobile

Perizia casa e documenti dell’immobile, scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere. Ogni investimento che ci troviamo a fare nel corso della nostra vita richiede un iter burocratico più o meno complesso a seconda della natura dell’oggetto. Non fa eccezione l’apertura di un mutuo per l’acquisto di una casa, per il quale ci sarà bisogno di attraversare determinati step previsti dalla procedura di richiesta e successiva approvazione.

In maniera analoga a quanto accade con altri contratti di finanziamento, il mutuatario si trova anche in questo caso a dover presentare una documentazione specifica, così che la banca o la finanziaria in questione possano valutare a dovere l’immobile per il quale il mutuo viene richiesto. Il documento principale, in questo caso, è la perizia, stilata in seguito a un’analisi precisa fatta da una persona preposta.

In questo nuovo appuntamento sull’educazione finanziaria, allora, analizzeremo la perizia nello specifico e più in generale la documentazione che gli istituti di credito richiedono al potenziale cliente per poter valutare l’oggetto del mutuo e in seguito approvare la sua domanda. Per qualunque dubbio, 4Credit è sempre a tua disposizione: puoi lasciarci le tue domande nei commenti e un nostro consulente finanziario ti risponderà in pochi minuti, in maniera sempre gratuita e senza impegno.

Perizia casa e documenti sull’immobile: cosa sono

Quando ci troviamo nella situazione di dover richiedere un mutuo per acquistare casa, o più in generale un immobile, la banca ha la necessità di verificare sia il nostro profilo che quello del bene in oggetto. Queste verifiche si rivelano fondamentali per il buon esito della richiesta e fungono quindi da spartiacque tra un mutuo accettato ed uno respinto.

Se per la persona fisica vengono valutati parametri come età, tipologia di lavoro e reddito e profilo in banca dati dei sistemi di informazione creditizia, anche gli immobili vengono profilati in maniera altrettanto specifica.

L’obiettivo dell’istituto di credito sarà quindi quello di verificare se la casa vale effettivamente l’investimento corrispondente alla cifra richiesta dal mutuatario. Ciò costituisce fondamentalmente uno strumento di tutela con cui la banca si assicura che, in caso di problemi futuri nel contratto di finanziamento, l’immobile in questione non rappresenti un investimento a perdere. L’istituto infatti, contestualmente al rilascio del mutuo, emette un’ipoteca per il valore del finanziamento, che deve trovare riscontro nel valore reale del bene.

Allo stesso tempo però, anche la persona interessata all’acquisto è sottoposta alla tutela della perizia perché, come vedremo, dall’analisi dei documenti necessari emergeranno storia e condizioni dell’immobile che ne permetteranno una valutazione approfondita. In questo modo, anche l’acquirente potrà venire a conoscenza di eventuali problematiche strutturali o legali prima di portare avanti la trattativa.

Accanto alla perizia è necessario poi presentare anche ulteriori documenti “identificativi” della casa. Parliamo di tutte le carte ufficiali che riguardano la storia catastale e la proprietà.

Come funziona la perizia?

La figura professionale coinvolta è un perito, nominato dalla banca stessa. Il suo compito sarà quello di analizzare le caratteristiche dell’immobile coinvolto, per stabilirne il valore effettivo. I parametri valutati sono molti e riguardano la planimetria, la conformità urbanistica, la certificazione dei lavori strutturali effettuati nel corso degli anni e così via.

Ovviamente il richiedente mutuo, quando si presenta dall’istituto di credito per sottoporre la propria domanda, dovrà fornire una cifra indicativa. Come fare allora a scoprire il valore di un immobile per adeguare la richiesta di mutuo? Anche senza dati ufficiali è possibile ricorrere a diversi strumenti presenti online che forniscono una stima di massima del valore, che è possibile usare come riferimento negli incontri con la banca.

Dopo aver quindi accertato la validità del profilo del richiedente (analizzando i documenti che abbiamo citato in apertura), l’istituto provvederà alla nomina del perito. A questo punto si renderà necessario fornire i documenti che permetteranno la valutazione, ossia:

  • documentazione sulla provenienza dell’immobile;
  • documenti catastali;
  • prove della legittimità ambientale dell’immobile.

Analizziamoli individualmente più nello specifico.

Documentazione sulla provenienza dell’immobile

In questa prima categoria rientrano tutte le carte relative alla proprietà dell’immobile oggetto della perizia. Oltre a queste informazioni sono richieste anche tutte quelle su legittimità urbanistica ed edilizia, includendo anche le registrazioni di eventuali modifiche effettuate nel corso del tempo.

Grazie a questi documenti è possibile avere i dati di tutti i proprietari passati dell’immobile e venire a conoscenza di eventuali volture.

Documenti catastali

catasto agenzia entrate

Come è facile desumere dal nome, si tratta di tutta la documentazione che riguarda la registrazione al catasto dell’immobile, modifiche strutturali incluse. Oltre a fornire dati planimetrici (la misura, la grandezza dell’appartamento, della casa, del locale), dai documenti presenti al catasto è possibile identificare e analizzare anche eventuali ipoteche pendenti.

È qui che è possibile effettuare anche una visura storica, verificando tutto ciò che ha coinvolto l’immobile fin dalla sua costruzione.

Prove della legittimità ambientale dell’immobile

Infine viene controllata la presenza di tutte le autorizzazioni necessarie (se l’immobile è stato costruito in data precedente al 1967) e l’utilizzo di materiali idonei, seguendo le disposizioni di legge.

Quando da una perizia emerge la necessità di effettuare interventi sanatori dell’immobile, è proprio perché dall’analisi di questi documenti è stata riscontrata qualche irregolarità.

Hai ancora qualche dubbio? Lascia un commento per ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Perizia casa e documenti sull’immobile: come e quando ottenerli

documenti immobile per perizia casa

Abbiamo visto quindi che il richiedente mutuo dev’essere in grado di presentare una documentazione decisamente specifica nel momento in cui vuole sottoporre la propria domanda di mutuo. Sorge spontaneo chiedere: dove è possibile recuperare questi documenti, o meglio, a chi bisogna rivolgersi per ottenerli?

Da prassi, tutta la documentazione può essere rilasciata dagli uffici competenti presenti sul territorio. Nella compravendita immobiliare, inoltre, è possibile inoltrare richiesta anche al venditore, il quale è tenuto a fornire al potenziale acquirente tutte le informazioni necessarie.

Spostandoci per un momento sul piano temporale, è utile sapere che tutta questa documentazione dovrebbe essere ottenuta prima del rogito, per il semplice fatto che la perizia, lo ribadiamo, è imprescindibile per accedere al mutuo per l’acquisto della casa.

Perizia casa e documenti: perché sono importanti

Abbiamo già detto delle forme di tutela che la perizia pone in essere sia per la banca che per il potenziale acquirente. Al di là di queste però, possiamo ribadire l’importanza di una perizia che venga eseguita in maniera indipendente, integrandola possibilmente con un sopralluogo e senza limitarla ad un’analisi puramente documentale del valore dell’immobile.

In questo modo è possibile definire un quadro completo, che fornisce alla banca tutte le informazioni necessarie per una valorizzazione quanto più accurata possibile. Vengono quindi analizzati anche altri elementi, come il contesto residenziale, ad esempio, o la rivendibilità dell’immobile stesso.

Nella definizione del valore del mutuo, infine, a far fede è il risultato emerso dalla perizia indipendente e non quella che è la cifra concordata tra le parti per la compravendita. Per questo motivo è fondamentale prestare la massima attenzione e non dare per scontato che il valore che il venditore richiede è quello che la banca sarà poi disposta a finanziare.

4Credit: un consulente finanziario a tua disposizione

Nell’ambito dell’educazione finanziaria è importante acquisire consapevolezza su tutti quegli argomenti che almeno una volta nella vita ci riguarderanno da vicino. All’interno del mondo mutuo, la perizia e i documenti sull’immobile rappresentano uno di questi argomenti. Un consumatore, o meglio, un potenziale mutuatario che ha chiaro lo scopo e l’importanza di questa procedura si mette al riparo da potenziali problematiche durante la compravendita. Cosa succederebbe, infatti, se ci accordassimo con il venditore per una cifra e poi dalla perizia dovesse emergere un valore finanziabile molto più basso? Attenzione, quindi, a muoversi con la dovuta cautela e affidandosi solo a dati certi, che risultano dalle procedure svolte nel giusto ordine.

Se al termine di questo approfondimento hai ancora qualche dubbio o hai bisogno di ulteriori informazioni sulla perizia o sui documenti necessari, 4Credit è sempre a tua disposizione. I nostri servizi di consulenza finanziaria sono gratuiti e basati sull’esperienza accumulata in oltre dieci anni di attività nel settore.

Lasciaci un commento con la tua domanda: in pochi minuti uno dei nostri consulenti ti risponderà e sarà pronto ad approfondire insieme a te tutti i dettagli del caso. Vogliamo aiutarti a trovare la migliore soluzione alle tue esigenze, mettendoti davanti alle migliori alternative presenti sul mercato finanziario.

Se lo desideri, puoi ottenere anche un preventivo personalizzato per il tuo mutuo o il tuo prestito: ti basterà compilare il nostro modulo ed in pochi click ti metterai in diretto contatto con noi, per avere tutte le cifre di cui hai bisogno. Trasparenza senza costi e senza impegno, solo con 4Credit.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.