Ottengo il Mio Prestito!

TFR: Vincolo con Cessione del Quinto in Corso

TFR: quando si può prelevare con la cessione del quinto in corso?

Prelevare il TFR se si ha in corso una cessione del quinto di stipendio o delega di pagamento è possibile solo se lo stesso supera il debito residuo del o dei due prestiti in corso in busta paga. Con l’operazione di prestito tramite cessione del quinto e/o delega di stipendio si vincola il TFR accantonato sino a quel momento in azienda, oltre a quello che maturerà nei mesi successivi a favore della finanziaria che ha erogato il finanziamento. Questo vincolo rimane in vigore fino ad estinzione del prestito in busta paga; il dipendente non ha diritto a chiedere una liquidazione di parte del TFR proprio in virtù del suddetto vincolo. L’unico caso in cui è consentito prelevare quota parte del TFR è quando l’importo dello stesso supera il debito residuo in corso dei due prestiti in busta paga; logicamente si potrà richiedere solo la parte eccedente al debito residuo in corso.

Nel caso in cui l’azienda dovesse anticipare una parte del TFR, senza che lo stesso sia eccedente al debito in corso del dipendente, essa ne sarà responsabile nei confronti della finanziaria che ha erogato il prestito in busta paga. Nel caso di licenziamento, se il dipendente non ha rimborsato tutto il debito residuo di cessione del quinto o delega di pagamento, la ditta dovrà riconoscere all’ente erogante tutto o parte del TFR accantonato sino a quel momento. Nel caso di eccedenza, la stessa sarà liquidata al dipendente.

4Credit

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

292 commenti su “TFR: Vincolo con Cessione del Quinto in Corso

  1. Mio marito è stato licenziato per fallimento abbiamo cessione del v con la ditta fallita Adesso ci danno il TFR la cessione la prendono i debitori o pure siamo noi a darli com’è funziona

    • Alessandro buonasera,
      ha verificato, o ha sentito, la compagnia assicurativa che ha garantito il finanziamento? Dovrebbe verificare se la polizza rischio impiego copre questo tipo di sinistro.

      Ci faccia sapere

  2. Buona sera ho una cessione del quinto e la mia azienda a breve chide i battenti e ci licenzia .. ma nn per fallimenti.. ce una assicurazione che copre il capitale residuo che devo alla banca?

    • Mario buongiorno,
      sicuramente è prevista un’assicurazione a copertura del rischio impiego, però dovrebbe leggere le condizioni o chiedere alla stessa compagnia su quali garanzie le assicura.
      Potrebbe prevedere la chiusura del debito residuo, ma successivamente rivalersi sul cliente; significa che l’assicurazione chiuderà il debito, ma in un secondo momento le verrà richiesto di restituire la somma anticipata.

  3. Buongiorno sig Roberto come spiegato, ho la cessione del quinto dello stipendio, ho chiamato la finanziaria spiegando che il mio TFR supera il debito, richiedendo la modulistica via mail x avviare la procedura di estinzione. Credo sia fattibile ( vista la disponibilità ) scarico il tutto e rimando indietro la documentazione firmata …e allegando anche i documenti personali….spero non ci siamo intoppi burocratici ….vi tengo aggiornati….Grazie x la sua disponibilità nella risposta. Arrivederci e grazie

  4. Vorrei chiudere le due cessioni del quinto…avendo maturato un TFR che mi permette di farlo, mi è stato detto che non è possibile farlo…Come mi devo comportare a riguardo. Ho necessità urgente di poter accedere ad una parte del TFR rimanente …ma mi bloccano ogni via….mi chiedo perché si rifiutano a farmelo estinguere….Grazie

    • Cristina buonasera,
      se la finanziaria a cui si è rivolta non le concede questa deroga, le confermo che non può procedere con l’estinzione anticipata del debito utilizzando il TFR maturato.

  5. Ho due cessioni del quinto in busta paga. .. Il TFR maturato copre i due debiti…ma mi è stato detto che non si può fare….Ho dei dubbi a riguardo….consiglio? Grazie

  6. salve
    ho n’ 2 cessioni del quinto in busta paga ( una findomestic dal 204/ l’altra dal 2016 con prestitalia)
    il mio tfr non copre tutto il debito dei due finanziamenti
    ha giugno 2017 ho chiuso il rapporto con l’azienda con una conciliazione
    a fine agosto iniziero’ in un’altra azienda sempre con contratto indeterminato
    findomestic prendera’ quello che gli spetta per saldare il debito dal tfr
    prestitalia , visto che non basta il restante del tfr ,puo’ far continuare il prestito sulla nuova azienda e io prendere dalla vecchia quel tfr che rimane? oppure ,,possono tutti e 2 le finanziare continuare a prendere la rata dalla nuova azienda e io prendere tutto il tfr della vecchia ? e’ una cosa fattibile ?
    attendo risposta
    grazie

    • Luca buongiorno,
      non è possibile. Tutto il tfr sarà versato a copertura del debito (totale o parziale). Nel caso in cui questa somma non sia sufficiente ad estinguere totalmente uno o entrambi i prestiti, per la rimanenza le sarà notificato un atto presso la nuova azienda. Rimborserà pertanto il debito residuo tramite la nuova busta paga.

      Logicamente se lei intende estinguere diversamente il finanziamento questo le è concesso. Intendo pagare il debito restante direttamente alla finanziaria in un unica soluzione.

      Distinti saluti
      4Credit

  7. Salve ,
    Quando viene liquidata una cessione e il mio tfr non basta per estinguere
    Hanno diritto anche alle competenze?
    Perche non mi sono stste fate in nusta paga.grazie

  8. Buona sera volevo chiedere…ho una cessione del quinto con scadenza 2019 + una delega scadenza 2021…le richieste sono state fatte quando il mio tfr era in azienda…nel 2007 l’ho investito in un fondo pensione…a quest’ultimo ho chiesto un anticipo del mio tfr equivalente al 35%…mi hanno richiesto lo svincolo da parte delle società finanziarie…visto che è un fondo nn escutibile è d’obbligo da parte del fondo richiedere lo svincolo?…grazie

    • Rosa buongiorno,
      quando ha sottoscritto cessione e delega, la finanziaria le ha fatto firmare il vincolo del TFR al fondo? Inoltre perché non valuta il rinnovo della cessione del quinto e/o delega?

      Distinti saluti
      4Credit

  9. Buongiorno, ho concordato con la mia ditta una buonuscita a seguito cessazione del rapporto di lavoro; premetto che avevo la cessione del quinto con vincolo del TFR; ho concordato con la finanziaria il trasferimento del prestito alla nuova ditta presso la quale ho iniziato a lavorare; la vecchia ditta ha estinto il prestito con la finanziaria utilizzando la buonuscita che mi doveva essere erogata e non il TFR vincolato che peraltro non è in azienda ma in un fondo. potevano farlo?

    • Giuliano buongiorno,
      dovrebbe verificare il contratto di cessione del quinto ed i rispettivi allegati. Potrebbero aver previsto questa condizione.

      Distinti saluti
      4Credit

    • Buongiorno, ringrazio per la risposta, ho verificato e non è prevista tale condizione, in realtà non è previsto nulla. Cosa dice la Legge in merito? Tengo a precisare che la finanziaria ha detto che la Finanziaria in caso di licenziamento ha detto che la Ditta che licenzia deve comunicare la cessazione dal servizio e bonificare Tfr e 1/5 delle spettanze. In tutto questo a rimetterci deve essere solo io? grazie

    • Giuliano buongiorno,
      se si tratta di cessione del quinto, la polizza rischio impiego dovrebbe estinguere il debito, se è il datore di lavoro a licenziare. Ha contattato la compagnia assicurativa?

      Distinti saluti
      4Credit

  10. Buonasera,
    vorrei chiedervi come fare in merito alla mia situazione. Sono dipendente di una ex municipalizzata, ho una cessione del quinto pari a 18.000 euro ed un fondo pensione di 33.000. Ho chiesto il 30% di anticipo al fondo che mi ha risposto picche in quanto vincolato dalla cessione. Ho fatto la proposta alla finanziaria di chiudere la mia posizione debitoria dandomi la possibilità di chiedere la somma al fondo per estinguere il debito e mi ha risposto anche picche, come mi posso muovere? Li denuncio?

    • Elisa buongiorno,
      no, non può. Ma perchè il fondo non autorizza lo svincolo? Che motivazioni ha fornito?

      Distinti saluti
      4Credit

    • Rossano buongiorno,
      non è possibile, se non in un caso particolare. Il limite dei fondi pensioni aperti, è la non escutibilità da parte dell’assicurazione/finanziaria. In sostanza sono soldi che non possono essere messi a garanzia della cessione del quinto.

      Per una valutazione senza impegno, ci invii una mail a direzione@4credit.it con i suoi recapiti.

      Distinti saluti
      4Credit

  11. buongiorno 4 credit , se chiedo una cessione del quinto e sottoscrivo assicurazione ( caso vita e perdita di impiego ) e per caso la ditta fallisce dopo pochi anni chi deve pagare la finaziaria per il residuo debito rimasto? IL lavoratore , l’azienda fallita , oppure L’assicurazione ? Insomma il Tfr maturato del lavoratore e liberato oppure no? L’assicurazione interviene oppure no ? Grazie …

    • Buongiorno,
      bisogna leggere le condizioni di polizza della specifica compagnia assicurativa coinvolta. In linea generale il debito rimane al dipendente. La copertura assicurativa può coprire parte delle rate in attesa che il dipendente trovi un nuovo posto di lavoro. Nel caso in cui l’assicurazione salda l’intero debito, il credito sarà vantato direttamente dall’assicurazione nei confronti del cliente.
      Il TFR sarà impiegato a copertura totale o parziale del debito.

      Distinti saluti
      4Credit

  12. Buongiorno,

    io ho una cession del quinto e a oggi il mio debito ammonta a eur 16.000 il mio tfr accantonato ammonta ad eur 27.000 potrei chiedere un anticipo sul tfr? grazie

    • Fabrizio buongiorno,
      si, deve richiedere alla società finanziaria l’autorizzazione a procedere. Solo con il loro consenso potrà attivare la richiesta.

      Distinti saluti
      4Credit

    • e perchè dovrei chiedere il consenso se ad oggi I pagamenti alla finanziaria sono regolari e quindi sempre pagati e il debito è di molto inferior al tfr accantonato?

    • Fabrizio buongiorno,
      per due motivi, il primo perché comunque a suo tempo ha firmato un vincolo a loro favore, pertanto come formalità deve richiedere l’autorizzazione. Secondo perché, non dico che sia il suo caso, non è garantito che le rate siano pagate regolarmente in quanto l’azienda trattiene dallo stipendio del dipendente l’importo della rata, ma il dipendente non ha la certezza che la stessa versi queste somme a favore della finanziaria.
      Quindi ipotizziamo che Mario ha sottoscritto da 60 rate un contratto di cessione del quinto, importo singola rata € 200,00. Il totale trattenuto a Mario da parte della ditta ammonta ad € 12.000 (60 rate*€ 200 a rata). Questa somma però non è garantito che l’azienda l’abbia versata a favore della finanziaria. Ipotizzando non avesse versato questa somma, cosa accade?
      In questi casi il cliente deve rimborsare alla finanziaria gli € 12.000 mai incassati da quest’ultima, poi dovrà rifarsi sul datore di lavoro, che ingiustamente, ha trattenuto mensilmente l’equivalente di una rata senza versarla alla società finanziaria.
      In questo caso la finanziaria non sarebbe favorevole a svincolarle il tfr.

      Distinti saluti
      4Credit

    • In tal caso come si può procedere? Allorquando la finanziaria non da l’ok e neanche il fondo pensioni? Posso agire in giudizio per unna determinata responsabilità? Nel senso come Fabbrizio io ho il fondo pensione che copre l’intero importo della cessione del quinto anzi è quasi il doppio, perchè dovrei aspettare l’estinzione del debito solo per una clausola ignobile?

    • Elisa buongiorno,
      capisco il suo punto di vista; lei ha fatto richiesta e non le hanno concesso quanto richiesto?

      Distinti saluti
      4Credit

  13. Salve tempo fà ho stipulato una cessione del quinto con trattenuta in busta paga.
    Nel 2008 ho cambiato ditta con licenziamento; l ‘azienda avrebbe dovuto estinguere il prestito tramite il mio tfr.
    Dico avrebbe in quanto oggi mi arriva una lettere in cui risulta che devo pagare la parte restante del mio prestito compreso di mora.
    Vorrei sapere in questi casi chi paga? anche perchè l azienda dalla quale sono stata licenziata è fallita.
    La finanziaria dopo tutti questi anni si può rivalere su di me?

    • Elsa buongiorno,
      si la finanziaria si attiva per recuperare il credito nei confronti del suo cliente, in questo caso lei ovviamente. L’azienda avrebbe dovuto pagare per suo conto le rate del prestito, ma questo non è avvenuto. In queste circostanze il cliente (Elsa) deve rimborsare alla finanziaria il credito vantato da quest’ultima e successivamente dovrà richiedere all’azienda il rimborso delle rate trattenute dalla busta paga e non versate a favore della società che ha erogato il finanziamento.

      Distinti saluti
      4Credit

  14. Salve!ho due cessioni del quinto,esistono leggi che prevedono che io usufruisca del tfr per estinguerli? Sono in grandi difficoltà

    • Simone buongiorno,
      no, non esiste una normativa, ma questo non vincola la possibilità di farlo. A quanto ammonta il totale da rimborsare e quant’è il TFR accantonato?

      Distinti saluti
      4Credit

    • risposta!comunque tutte e due le cessioni arrivano a 20000 mila euro,e il mio fondo è di 17600 euro

    • Simone buongiorno,
      dovrebbe per prima cosa chiedere alla o alle società finanziarie che le hanno concesso cessione del quinto e delega di pagamento (la seconda cessione del quinto) il consenso a procedere con un estinzione anticipata tramite l’utilizzo del tfr da loro vincolato. In caso positivo dovrà chiedere alla sua azienda la liquidazione del tfr a favore delle due società finanziarie. Se anche la sua ditta autorizza la chiusura dei due finanziamenti, dovrà richiedere all’istituto o agli istituti di credito il conteggio estintivo, vale a dire un documento che certifica il debito dovuto e le coordinate bancarie su cui versare il l’importo.

      Distinti saluti
      4Credit

    • io ho un tfr ad oggi di circa 45000 euro e due rate da 427 e 300 euro x pagare delega e cessione le stesse ammontano a circa 26000 euro di rimanenza posso prendere il tfr x safdarle entrambe o almeno una di essa , grazie in anticipo della risposta e se siete cosi gentili, se fosse possibile farlo, dettarmi le modalità, buona serata e lavoro

    • Salvatore buongiorno,
      per prima cosa chieda alla sua azienda se disposta ad erogarle circa 26.000 di tfr a condizione che estinguerà, con questa cifra, entrambe le trattenute. In caso di accettazione, chieda i due conteggi estintivi.

      Distinti saluti
      4Credit

    • Buongiorno la ringrazio per la risposta e per la gentilezza , però la mia domanda forse è stata formulata male, Lei mi dice che : “se l ‘azienda è disposta a dare 26000… ” il puntp è proprio quello ci sarebbe una modalità per dar si che l ‘ azienda possa per motivi di mia impossibilità a vivere , in quanto lo stipendio dall ‘ epoca dei prestiti ad oggi è stato fortemente decurtato per effetto di crisi mondiale ed aziendale ? Ringrazio anticipatamente e chiedo scusa per approfittare della vostra disponibilità Ah volevo aggiungere che mi è anche impossibile poter fare rinnovi cosi abbassare le rate , anche allungando i tempi di rientro x le cause sopra descritte ( crisi aziendale e cigo )

    • Salvatore buongiorno,
      riepilogando, il suo obiettivo è ridurre o meglio annullare l’importo delle rate mensili e per poterlo fare vorrebbe chiedere all’azienda un anticipo sul TFR al fine di saldare le posizioni debitorie, giusto? Se corretto, non esiste una legge o un diritto che norma questa possibilità. Quello che può fare è chiedere all’azienda la disponibilità a venirle in contro, agevolando l’accoglimento della sua richiesta, ma non hanno l’obbligo di farlo.

      Distinti saluti
      4Credit

  15. Salve sono assunta dal 30/12/2015 con contratto a tempo indeterminato con 1400 € di stipendio… Posso choedere la cessione del quonto per un prestito di 15000€?

    • Federica buongiorno,
      premesso che l’importo è subordinato anche alla valutazione della sua azienda e al tipo di società, quindi se privata, pubblica, statale. Detto questo se ipotizzassimo che lei è assunta per una ditta privata, tenuto conto del tfr maturato di circa una mensilità, potrebbe ottenere circa 4/5000 euro. Se vuole un preventivo gratuito e senza impegno, ci inoltri la sua richiesta.

      Distinti saluti
      4Credit.it

  16. Salve ho cessione del quinto + prestito con delega in scadenza a giugno 2017 – importo totale residuo da pagare € 6000 circa. il mio tfr maturato e’ circa 11000 € netti, posso richiedere la differenza (€ 5000.00) come anticipo tfr?

    • Nicola buonasera,
      teoricamente si, ma per farlo deve chiedere l’autorizzazione alla società finanziaria che le ha erogato sia la cessione del quinto sia la delega di pagamento. Solo in questo caso il datore di lavoro o il fondo assicurativo saranno autorizzati ad erogare l’importo da lei richiesto. Se non le autorizzassero questa possibilità potrà valutare il rinnovo di uno dei due finanziamenti. Magari in questo modo, oltre ad ottenere la liquidità di cui ha bisogno, potrà estinguere una delle due rate e pagare mensilmente un solo finanziamento.

      Distinti saluti
      4Credit.it

    • Ma se la mia azienda si offrisse di chiudere sia la cessione del quinto che la delega (entrambe con la stessa societa’) bonificando le rate residue in un unica soluzione e scalando successivamente quest’importo dal tfr maturato potrebbe essere una strada da percorrere? non mi interessa nuova liquidita’, mi interessa chiudere la cessione e la delegazione di pagamento.

    • Buongiorno Nicola,
      se l’azienda è disposta ad anticiparle la somma equivalente proceda pure.

      Distinti saluti
      4Credit.it

    • Dario buongiorno,
      si può richiederla, ma il contratto si perfezionerà solo al suo rientro in servizio. Fino a quando non tornerà a lavorare, il contratto non sarà deliberato. Può nel frattempo dar corso all’istruttoria della pratica tenuto conto delle tempistiche.
      Per maggiori dettagli circa la sua richiesta può compilare il modulo presente sul nostro sito; un nostro consulente la seguirà passo passo.

      4Credit.it

  17. Buongiorno,
    mia moglie e’ stata licenziata per motivi oggettivii,
    31000euro e’ il capitate da restituire in 120 rate,ne sono state pagate 24 da
    289,00euro per un totale di 7000euro,il TFR ammonta a 13500euro piu’
    2600,00euro di indennita’ di mancato preavviso piu’1500’00euro tra ferie e tredicesima maturata ecc per un totale di 17500euro piu’ 7000euro gia versati come suddetto,totale restituito 24500euro,pero’ bisogna scalare otto anni di interessi e polizze non usufruite,l’assicurazione perdite pecuniarie copre tutto il residuo? Le chiedo se l’assicurazione copre anche il TFR,perche’ siamo monoreddito con due figli e l’azienda riferisce che non vedremo un centesimo ma facendo ricorso all’arbitro bancario e finaziario della Banca D’italia si puo’ ottenere qualcosa visto che sia l’azienda sia la finanziaria ci ha’ lasciato nei guai e neanche il nostro Avvocato riesce ad ottenere qualcosa

    Grazie per l’attenzione

    • Buongiorno Giordano.
      Gli interessi si scalano solo dal momento dell’estinzione in poi, non si recuperano chiaramente i precedenti interessi, mentre anche le polizze possono essere rimborsate per la quota parte non usufruita. Quanto e cosa copra la polizza dipende dalle condizioni della polizza stessa, ma le polizze rischio e impiego non sono generalmente fatte per coprire l’intero debito, altrimenti tutti si licenzierebbero per poi farsi riassumere, non trova? In genere coprono alcune rate e inoltre a volte queste vengono chieste indietro ai clienti. Garantiscono, quindi, la regolarità dei pagamenti. L’arbitro bancario finanziario non è un tribunale, per cui non decide cosa debba fare l’azienda. Può, invece, emettere dei pareri sull’operato delle Banche che, generalmente, seguono le direttive dell’Abf. Se il licenziamento, inoltre, è per motivi oggettivi, potreste solo fare causa all’azienda qualora non siate d’accordo con le motivazioni, ma se l’avvocato lo sconsiglia vuol dire che probabilmente non avete modo di ottenere nulla.
      Saluti.

    • La ringrazio molto per le informazioni,
      Stamane mia moglie ha conciliato il licenziamento con una buona uscita di 500 euro che neanche prenderà perché andranno alla finanziaria compresa l’indennità di mancato preavviso però nella procedura c’è scritto che andranno a mia moglie e non alla finanziaria
      Inoltre il rappresentante dei lavoratori ha detto che è ingiusto e di informarsi per he’ il 28 percento del tfr gli spetta di diritto ma non conosciamo la procedura è l’ente che si deve attivare
      Ci può aiutare Lei
      Cordiali saluti

    • Buongiorno.
      per il tfr non saprei dirLe, da quanto ci risulta va alla finanziaria, mentre ci risulta che altri tipi di crediti non vadano alla finanziaria in quanto il vincolo è solo sul tfr, non su altri crediti.
      Saluti.

  18. Buongiorno, oggi mi ha risposto la finanziaria con cui ho l cession del quinto per 10 anni. Ho appena superato il quinto anno e l’ammontare ancora da pagare per I restanti 5 anni è di eur 15.600. Il mio tfr ad oggi è di eur 27.000 quindi piu’ alto de ldebito residuo, posso richiedere il 70% come anticipo tfr della differenza tra 27.000 e 15600? grazie

    • Buongiorno Daniel.
      Potrebbe richiedere generalmente il 70% del tfr, quindi 18900, ma in questo caso non rimarrebbe sufficiente tfr per coprire la cessione, quindi dovrebbe richiedere appunto la differenza, ovvero 11400.
      Saluti.

    • Buongiorno e grazie della risposta, quindi visto che non ho l’obbligo di una motivazione per richiedere l’ancitipo posso tranquillamente richiedere il 70% sui 11.400 o posso richiedere l’intero import? immagino solo il 70% degli 11.400 aspetto un vostro consiglio…tra l’altro ho la lettera della finanziaria fermata dove si evince il restante debito…

    • Il 70% su calcola su tutto il tfr, non solo sulla differenza, quindi se ha la possibilità di richiedere l’anticipo può richiedere tutti gli 11400 euro. Questo in teoria perché l’azienda potrebbe fare storie e richiederLe una liberatoria della finanziaria che non è obbligata a rilasciare, e quindi lì ci sarebbe un problema.
      Saluti.

    • Per ora ho la loro lettera in cui la finanziaria dichiara la somma da restituire, credo sia più che necessaria per la mia società visto che ci da la possibilità di richiedere anticipi tfr senza motivazione.
      grazie

    • Si, tecnicamente solo il tfr sufficiente a coprire la cessione è vincolato, non tutto, ma poiché non ci sono normative specifiche in merito a volte sorgono dei problemi soprattutto da parte dell’azienda. Se la Sua azienda non dovesse fare storie può tranquillamente ritirare il tfr.
      Saluti.

  19. Scusate per la domanda alla quale vorrei avere cortesemente una risposta da parte Vostra.
    Mia moglie ha una cessione del quinto la cui rata viene trattenuta sulla busta paga.
    Purtroppo dal primo Gennaio 2015 è in malattia per problemi cardiaci ed è stata licenziata per superamento limite di comporto. Essendo stata licenziata, il datore di lavoro deve estinguere anticipatamente la cessione del quinto con il TFR. Quello che volevo chiedervi (visto che ha anche assicurazione rischio impiego e rischio vita come previsto per legge) dato che lo stipendio essendo in malattia il datore di lavoro non riusciva più a coprire tutta la rata mensile e di cui ha fatto presente alla finanziaria. E’ possibile che la finanziaria gli ha risposto che le rate non pagate completamente devono essere rimborsate con il tfr? A questo punto mi chiedo a cosa serve l’ Assicurazione rischio impiego se lo (chiamiamolo) stipendio era diminuito di certo non per colpa sua ma dovuto a malattia problemi cardiaci?
    Volevo appunto chiedervi delucidazioni in merito visto che siete molto gentili a dare delucidazioni in merito a tutte le domande che vi pervengono.
    Grazie mille e attendo risposta.
    Lino

    • Buongiorno Lino.
      Le assicurazioni coprono secondo le modalità previste dal contratto e dalle condizioni di polizza. Generalmente le polizze rischio impiego prevedono la copertura delle rate, ma solo in numero limitato e generalmente poi queste rate vengono chieste indietro al cliente. Vi consiglio, comunque, di verificare attentamente le condizioni della polizza stipulata, non si sa mai che salti fuori una copertura per malattia o altro.
      Saluti.

    • Scusate ma non riesco a vedere la Vostra risposta al mio quesito, non so il perchè.
      Potreste cortesemente rispondermi di nuovo.
      Grazie mille
      Lino

    • Buongiorno Lino.
      Se non vede la risposta deve provare a cancellare la cache del browser che sta usando.
      Saluti.

  20. Salve, l’azienda ha il diritto di chiedere al dipendente i soldi per i documenti che ha richiesto il mediatore finanziario? Perché a me ne hanno chieste 100€.

    Grazie in anticipo per il tempo che mi dedicherete.

    • Buongiorno Salvatore.
      Si tratta evidentemente di un rimborso spese, sono accordi tra il dipendente e l’azienda per cui non è possibile dire se abbiano il diritto o meno di richiederli, però posso dirLe che non avevano l’obbligo di rilasciarli.
      Saluti.

  21. buon giorno,
    ho il quinto dello stipendio trattenuto in busta paga,vorrei chiedere una parte del tfr per poter stare un po’ piu’
    tranquillo.il debito non supera il tfr che ho maturato in 9 anni.l’ufficio del personale dice che non e’ possibile.
    io lavoro in questa azienda dal febbraio del 2008,quest’anno sono entrato nel ottavo anno.

    grazie
    claudio

    • Buongiorno Claudio.
      Chieda alla finanziaria se possano rilasciare una liberatoria che svincoli il tfr eccedente.
      Saluti.

    • Salve, vorrei un chiarimento riguardo l’anticipazione in casi del genere:
      la finanzioaria è obbligata a fornire la liberatoria di cui sopra?…Nel Mio caso il tfr accantonato supera il debito residuo del 100% ma la finanziaria non ci sente. Anzi produce un documento che richiede al Fondo la Mia posizione economica, ma anche questi rispondono (giustamente) che non forniscono informazioni a terzi su situazioni economiche etc.etc.

    • Buongiorno Enzo.
      Non è obbligatorio per la finanziaria, ma quando il tfr è un diritto non dovrebbe nemmeno essere obbligatorio richiederla. Si faccia fare un estratto conto del fondo e poi lo fornisca alla finanziaria dimostrando che il tfr è superiore al debito residuo e veda cosa Le rispondono. Poi si faccia anche fare un conteggio estintivo dalla finanziaria e lo fornisca al fondo in modo da dimostrare che Le resta meno da pagare rispetto al tfr accantonato e che quindi possono darLe l’anticipo perché la parte eccedente non è vincolata alla cessione. Veda chi fa prima.
      Saluti.

    • Grazie mille per il consiglio, proverò il percorso da Voi consigliato e vedremo ciò che accadrà.
      Vedrò inoltre di aggiornarvi in merito.
      Grazie.

  22. salve,
    ho in corso un pignoramento di 1/5 sullo stipendio per un’assegno non coperto di euro 3000
    mi addebitano mensilmente 260 euro circa
    mi è scaduto il contratto perche era a termine dopo 4 anni
    volevo sapere una cosa: l’avvocato della controparte chiede alla mia azienda (terza pignorata) la liquidazione di tutto il tfr maturato.
    la mia domanda è questa: il tfr che può richiedere al max non è sempre un quinto?
    oltretutto la mia azienda dovrebbe liquidarmi anche 37 gg di ferie e 190 ore di pernesso.
    l’avvocato della si prendera’ per intero tutto o sempre 1/5?
    grazie

    • Buongiorno Francesco.
      Il pignoramento del tfr dovrebbe essere sempre di un quinto, ma il giudice ha facoltà di decidere per un importo più alto. L’avvocato non può prendere nulla, ma è il giudice a dover decidere e nel caso Lei dovrebbe opporsi in sede legale.
      Saluti.

    • Buongiorno Lorenzo.
      Deve chiedere al fondo se sia possibile ritirarlo per estinguere la cessione, oppure se possano fare loro il versamento alla finanziaria per estinguere.
      Saluti.

  23. Buongiorno,
    sono un datore di lavoro e ho un dipendente con cessione del quinto e delega di pagamento.
    Ove per qualsiasi motivo (Es. licenziamento per giusta causa) non gli versi piu lo stipendio e quindi il quinto e la delega, a chi devo dare per primo il TFR vincolato? Al primo che lochiede? A chi ha il contratto più risalente? A tutti e due in parti uguali?
    Grazie per la risposta.
    un saluto

  24. Buongiorno, l’azienda dove lavoro mi nega l’ anticipo del TFR per intervento odontoiatrico perché presente una cessione del quinto che verrà estinto tra 9 mesi l’ammontare è di 210 x 9(1890 Euro) , lavoro da 16 anni , può negarlo? Se no, come si può agire?
    Grazie giovanni

    • Buongiorno Giovanni.
      Faccia una richiesta formale e scritta. La parte di tfr a garanzia è minima per cui non è giustificabile l’opposizione dell’azienda. Eventualmente, se la finanziaria fosse disponibile, si faccia fare una lettera di svincolo sulla parte restante del tfr (la finanziaria non è obbligata a rilasciare tale documento).
      Saluti.

  25. Buongiorno, l’azienda dove lavoro ci permette di predere l’anticipo del Tfr senza alcuna motivazione, e questa è una cosa positiva, io ho una cession del quinto giunta al quinto anno, mi restano 18.000 euro di debito verso la finanziaria, il mio tfr ad oggi è pari ad eur 29.000 posso richiedere l’anticipo del tfr della differenza tra I 29.000 e 18.000= 11.000 euro?
    grazie

    • Grazie per la risposta, ma il nostro ufficio del personale dovrebbere essere al corrente di questa possibilità oppure nella mia richiesta devo farglielo presente? comunque visto che non dobbiamo dare motivazioni in merito non dovrebbero negarmelo giusto?
      grazi

    • L’azienda non dovrebbe chiedere nulla da parte della finanziaria, ma succede spesso che per scaricare responsabilità l’azienda chieda la liberatoria della finanziaria e la finanziaria non voglia rilasciare nulla. In questi casi è davvero difficile venirne a capo, se non facendo capire all’azienda che il tfr vincolato non può essere ritirato, ma quello in eccesso non ha niente a che fare con la finanziaria.
      Saluti.

  26. Salve, ho in corso una cessione del quinto, ho chiesto un anticipo al fondo per motivi vari , il residuo della cessione del 5° è di 16000 euro il TFR è di 36000 euro posso avere l’anticipo? o può essere negato?
    Grazie.

    • Buongiorno Albero.
      L’anticipo può essere negato perché va richiesto a determinate condizioni. L’azienda, però, è libera di accettare di concedere l’anticipo.
      Saluti.

  27. io posso chiedere da quello che ho letto anche con due cessioni un principio di anticipo tfr ho bisogno 5000 euro ho due cessioni tfr da 13000 in azienda e 16000 nel fondo azienda quindi posso azienda se daccordo non deve preucuparsi giusoooooooo e dopo se lei vuole posso anche chiedere chiudere finaziaria

    • Buongiorno.
      Avendo il tfr diviso tra azienda è fondo è molto complicato perché l’azienda e il fondo ragionano separatamente e difficilmente concederanno un anticipo, anticipo che comunque potrebbe ottenere solamente per la parte eccedente i montanti delle due cessioni.
      Saluti.

    • Buongiorno, sapete qualcosa del piano del consumatore, ho intrapreso questa strada ma ho molte incertezze.
      Grazie, saluti

    • Buongiorno Kikka.
      Ne abbiamo sentito parlare, ma si tratta di argomenti di natura prettamente legale.
      Saluti.

  28. Dopo un anno e mezzo che l’azienda pagava la mia cessione è faffita ho firmato la liberatoria per cedere tutto il mio tfr ma c e ancora un residuo in questo caso non risponde l’assicurazione stipulata inizialmente

    • Buongiorno Daniela.
      L’assicurazione più intervenire in base alle condizioni di polizza e coprire alcune rate, ma il debito resta generalmente a carico del cliente.
      Saluti.

    • Grazie. Quindi a questo punto dovrei vedere il contratto assicurativo, anche se mi scusi non capisco perché dicono che copre in caso di vita o perdita di lavoro che purtroppo non è stato per mia volontà.

    • In caso di premorienza confermo che generalmente il contratto è coperto completamente, ma l’impiego è coperto secondo quanto descritto dalle condizioni di polizza che vanno sempre lette.
      Saluti.

  29. Buongiorno chiedevo una informazione, ho un prestito con cessione del quinto da sette anni , posso chiedere l’estinzione con TFR residuo essendo superiore al l’importo dovuto x estinguere ? L’azienda o la finanziaria possono rifiutare ? Grazie

    • Buongiorno Bianca.
      Può farlo. La finanziaria non può rifiutare, l’azienda si perché per estinguere deve di fatto chiedere un anticipo sul tfr, per cui l’accettazione da parte dell’azienda dipende da loro valutazione se non nei casi previsti dalla legge.
      Saluti.

    • Buonasera grazie mille per la risposta,ora proverò a richedere alla azienda se possibile estinguere,io sto valutando questa ipotesi perchè da pochi mesi ho acceso un muto per acquisto prima casa e ora tra mutuo e rata x la cessione del quinto sta diventando pesante ,secondo lei l’azienda con questi presupposti può comunque rifiutare ?Grazie

    • L’azienda può rifiutare perché l’estinzione della cessione del quinto non è una delle motivazioni previste dalla legge, per cui spetta all’azienda decidere.
      Saluti.

  30. Salve, mia moglie è stata licenziata per aver superato il periodo di comporto a causa di una brutta malattia,
    il TFR copre esattamente l’importo dovuta alla banca per estinguere una cessione del quinto.
    Mi chiedo se l’assicurazione, sottoscritta dalla finanziaria, non fosse tenuta in parte a estinguere il debito residuo, altrimenti per quale motivo bisognava sottoscriverla, se a garanzia del prestito già c’era il TFR?
    Inoltre penso con non sia corretto la frase: tutti si possono licenziare e poi essere riassunti per percepire l’assicurazione. Già è impossibile essere assunti una volta ……..figuriamoci due soprattutto se parliamo di impiego pubblico o presso una S.p.A.
    Grazie

    • Buongiorno Giuseppe.
      La frase è un’estremizzazione di cosa possa succedere. Se le polizze estinguesse tutto il debito in caso di licenziamento ci sarebbero tantissime persone che tramite un accordo privato con il datore di lavoro trufferebbero (perché di questo si tratta) la finanziaria e la compagnia assicurativa. E’ chiaro che questo non sia ovviamente il caso di Sua moglie, ma comunque essendo stata licenziata per malattia dovrebbe verificare se la polizza copra la malattia più che la perdita di impiego in se. Ad ogni modo le condizioni di polizza Le chiariranno cosa copra la polizza assicurativa che, ricordo, copre anche in caso di decesso, in quel caso il tfr va agli eredi e non viene toccato mentre la polizza assicurativa estingue il finanziamento.
      Saluti.

  31. Buongiorno. Sono un datore di lavoro e un mio dipendente mesi fa mi ha notificato una cessione del quinto volontaria. Oggi ricevo un pignoramento presso terzi. So che devo fare la dichiarazione e che devo indicare che esiste già una cessione. Il mio problema è: continuo a versare lo stipendio? Ma in che misura?
    Grazie per la risposta

    • Buongiorno Antonio.
      Se ha ricevuto la notifica ed è definitiva deve trattenere la quota del pignoramento così come descritto nell’atto di pignoramento. Se fosse indicata la trattenuta pari al quinto dello stipendio, il quinto va calcolato non tenendo conto della rata di cessione del quinto. Ad esempio stipendio netto 1000 euro, rata cessione del quinto 200 euro, rata pignoramento calcolata comunque sulla base dei 1000 euro, quindi altri 200 euro. Era questo che voleva sapere?

  32. Salve,sono uno statale con cessione in corso da 3 anni; nel mese di Giugno ho estinto con fondi miei una delega,ma a settembre, ho avuto bisogno di liquidita’. Ho fatto richiesta di una nuova delega; ma sapevo del vincolo di un anno dopo estinzione anticipata,cmq ho provato a chiedere alla banca ibl che mi ha fatto presentare la pratica perche’ era fattibile; secondo loro non era importante l’estinzione anticipata visto che oramai il certificato rilasciato dalla Rts era libero;dopo 45 giorni la mia pratica decennale viene liquidita’ tutto ok,ma dopo 10 giorni mi chiama il tesoro e’ mi dice che non puo’ applicare la trattenuta di 300 euro perche’ si doveva attendere sino a maggio, ho fatto presente che avevo comunicato tutto alla banca ma ha loro non interessa. Di conseguenza, dovro’ vedermela con la banca come restituire l’importo che non ho piu’. Ho chiamato la banca, loro erano a conoscenza della situazione e mi dicevano che dovranno incontrarsi di nuovo con l’ufficio rts perche’ a quanto pare l’errore e’ stato dell’impiegato che non doveva dare l’ok sulla trattenuta perche’ in quel caso loro non avrevvero liquidato la pratica,Cmq io sono stato disponibile sulla volonta’ di voler pagare il prestito mensilmente loro mi hanno detto di stare tranquillo e’ mi hanno fatto elogi sulla mia serieta’ e disponibilita’;ma volevo un parere da parte vostra che siete esperti quale sarebbe la soluzione se non applicano la trattenuta ed io non sono in possesso di tutta la liquidita’??

    • Buongiorno Dario.
      In questo caso non si può certo dire che sia colpa sua ma della Banca e dell’impiegato visto che la legge parla chiaro. Detto questo ritengo che la cosa sia risolvibile. Probabilmente dovrà iniziare a pagare le rate in modo differente, ad esempio tramite rid o bollettini, per poi riprendere i pagamenti regolarmente da busta paga. Penso che la Banca possa optare per una soluzione di questo tipo.
      Ad ogni modo ci tenga aggiornati.
      Saluti.

  33. Buonasera, sono un militare dipendente statale. Ho in corso una cessione del quinto e una delega quindi due trattenute sullo stipendio. Andro’ in pensione a febbraio 2016. La cessione dovrebbe transitare sulla pensione che mi eroghera’ lINPS e la delaga invece che trattamento subira’. La liquidazione nel mio caso la prendero’ dopo un anno dal congedo. Cosa succedera’? Potro’ pagare direttamente (a rate) la finanziaria che ha la delega o no? Grazie per la cortese risposta.
    Daniele

    • Buongiorno Daniele.
      Le trattenute verranno spostate entrambe sulla pensione. Molti pensionati ex dipendenti statali hanno due trattenute, cosa non permessa, ma che accade quando queste siano state fatte prima di andare in pensione.
      Saluti.

    • Buongiorno Antonio.
      Una volta rilasciata è difficile che a distanza di nove anni la finanziaria la emetta nuovamente. Ma davvero Le hanno chiesto la liberatoria di un finanziamento di nove anni fa?

    • Buongiorno Enrico.
      Anche in Cassa integrazione si procede con il pagamento della cessione del quinto. Se avviene una riduzione di stipendio di almeno un terzo l’azienda può adeguare la rata della cessione al nuovo quinto dello stipendio. Il finanziamento sarà poi prolungato nel tempo. In caso di riduzione dello stipendio del 50% l’azienda può chiedere la sospensione delle rate.
      Saluti.

  34. Buonasera sig. Badiali. Lette le sue risposte molto competenti, le chiedo cortesemente un aiuto. Mia cognata, insegnante di ruolo, aveva stipulato, senza che la famiglia ne fosse a conoscenza, contratto con Neos per cessione di 1/5 dello stipendio, nel 2005, per 10 anni. E’ morta per cause naturali a gennaio 2013 ed ora ci arriva una raccomandata (con nostro grande stupore, che ci ha portato a conoscenza della sottoscrizione in oggetto) in cui si chiede di versare la somma restante (circa 8000 euro). Noi non abbiamo il contratto originale, ma l’assicurazione non è obbligatoria? Noi siamo tenuti a pagare qualcosa? La ringrazio in anticipo.

    • Buongiorno Francesca.
      Nella cessione del quinto l’assicurazione è obbligatoria, ma va fatta la denuncia di sinistro entro un determinato periodo di tempo. Ad ogni modo il fatto di non essere a conoscenza del finanziamento potrebbe essere un’attenuante. Vi consiglio di contattare la finanziaria e chiedere informazioni circa l’assicurazione e poi contattare loro. Se dovessero obiettare riferendosi alla mancata denuncia del sinistro vi consiglio di consultare un avvocato o un’associazione di consumatori.
      Saluti.

  35. Buongiorno, in caso di dimissioni la liquidazione viene utilizzata per estinguere la cessione del quinto. Trattandosi anche in tal caso di un’estinzione anticipata penso che dovrebbe esserci un risparmio sulla quota di interessi dovuti. Quindi bisogna pagare il residuo dell’importo finanziato più penale prevista ma comunque non si pagano gli interessi degli anni a venire. Mi può confermare? Grazie

    • Buonasera Anna.
      La penale non esiste più. Si tratta di estinzione anticipata vera e propria, per cui nel conteggio gli interessi non vengono considerati. Inoltre si può chiedere il rimborso della polizza assicurativa per la parte di premio non maturato.
      Saluti.

  36. Buona sera!
    Avrei bisogno di sapere se nel caso io dovessi cambiare lavoro avendo una cessione del quinto in corso, la liquidazione verrebbe toccata, oppure si può continuare nell’altra azienda tranquillamente? grazie.

    • Buonasera Luke.
      Di norma, poiché il tfr è vincolato, questo dovrebbe essere versato alla finanziaria e il residuo verrebbe notificato alla nuova azienda per continuare a trattenere le rate. Quando si ha il tfr in un fondo, invece, spesso il tfr resta lì e la cessione viene spostata.
      Saluti.

  37. Buonasera
    Lavoro da 7 anni per la stessa azienda ,tre anni fa ho aperto un finanziamento con cessione del quinto di 20000 euro .
    Ora vorrei chiedere un anticipo del tfr come acconto per la prima casa so che può essere fatto solo se il totale maturato supera il debito … Ma non è cosi !
    C’è un modo per aggirare il problema ?
    Grazie
    Elena

    • Buongiorno Elena.
      Non c’è modo perché il tfr è vincolato alla cessione del quinto. Può provare solo a valutare una delega di pagamento o il rinnovo di cessione se possibile.
      Saluti.

  38. Salve ho una cessione del v con fiditalia dal 2010. Quando è stato stipulato il contratto lavoravo presso un ente locale a tempo pieno, ma successivamente mi sono trasferita e ho lavorato sempre presso una pubblica amministrazione ma con un contratto orario part-time. Contattata telefonicamente fiditalia, è stato autorizzata la diminuzione della trattenuta mensile nella misura del 50 % circa. Ora a distanza di alcuni anni mi hanno contattato una società di recupero debiti incaricata dalla fiditalia per mancato pagamento del 50% delle rate. Al momento in cui è stata disposta la diminuzione da parte di fiditalia, la stessa tramite gli operatori del call center avevano comunicato che il debito residuo veniva accodato alla scadenza del contratto (120 mesi), mentre ora mi richiedono un piano di rientro. E’ possibile???

    • No Fiditalia non ha mai scritto niente, anche il ricalcolo della rata per diminuzione dello stipendio lo hanno fatto fare al mio Ente.

    • Buonasera Federica.
      Ho capito. Il discorso è che il ricalcolo della rata viene fatto per legge, per cui penso farebbe meglio a rivolgersi ad un’associazione di consumatori che sicuramente avrà gestito situazioni similari.
      Saluti.

    • Non ti preoccupare…anche a me è successo….la fidatissima è un incompetente non sanno neanche loro cosa fanno!

  39. Buon giorno, non ho specificato la motivazione perchè per il 30% non è necessario, però mi chiedo, se allo stato attuale devo restituire 8600 euro su un ammontare di tfr di 17500 lordo, perchè mi dicono che potranno rivalutare l’istanza a sistemazione dell’intera posizione, quando comunque il tfr copre la quota rimanente?Grazie

    • Buongiorno Aurora.
      Gli articoli a cui hanno fatto riferimento riguardano la motivazione dell’anticipo e l’anzianità lavorativa che deve essere di almeno 8 anni. Sinceramente non vedo connessioni tra la legge e la cessione del quinto in corso, se il tfr comunque supera il residuo della cessione. Le consiglio di chiedere ulteriori e più esaustive spiegazioni.
      Saluti.

  40. Buongiorno. Io ho in corso una cessione del quinto e il mio TFR viene accantonato nel fondo cometa. Sul sito del fondo cometa ho potuto conoscere l’ammontare della attuale posizione individuale. Qualora dovessi cambiare lavoro, la finanziaria verrà pagata dal fondo per l’importo residuo della cessione non coperto dal TFR rimasto in azienda. Però mi domando se tale cifra erogata dal fondo alla finanziaria viene tassata oppure no? Se io ho nel fondo 15000 euro e viene versato alla finanziaria 10000, poi mi troverò ancora nel fondo i restanti 5000 o troverò di meno a causa di un pagamento dovuto di IRPEF? Inoltre l’aliquota applicata, in caso di riscatto, è sempre del 23% o si considerano gli scaglioni ordinari per cui può essere 27% eccetera? Ringrazio per la cortese risposta. Saluti.

    • Buongiorno Anna.
      La presenza di cessione del quinto non comporta alcuna variazione nella gestione del tfr e nella tassazione dello stesso.
      Saluti.

  41. Buon giorno, chiesto una liberatoria a Prestitalia, con la quale ho richiesto un finanziamento con il quinto, sul mio tfr che è sul fondo GommaPlastica per svincolarne il 30%. Premettendo che facendo i calcoli l’importo del tfr copre il residuo da estinguere del finanziamento mi hanno risposto che non ricorrono le ipotesi di cui al D.lgs 252/2005 nonchè dell’arti.2120, co.6 e non ne capisco il motivo.

  42. salve.ho fatto due finanziamenti ma no come sessione un quinta. finanziamento normale.adesso io posso richiedere una anticipazione 30% da fondo cometa?

    • Buongiorno.
      Se non ha fatto la cessione del quinto il tfr non è vincolato, per cui può richiedere l’anticipo secondo quanto stabilito dalla legge, ad esempio anzianità minima di 8 anni di lavoro.
      Saluti.

  43. Salve.ho fatto richiesta del mio tfr al fondo di garanzia inps visto che con il fallimento della mia ex azienda non sono riuscito a recuperare.avevo una cessione del v ,al momento di una nuova occupazione la cessione e stata girata sulla nuova busta paga e ad oggi regolare il pagamento ogni mese dalla mia nuova azienda.per recuperare il tfr come sopra l’inps ha chiesto la liberatoria alla finanziaria pitagora quanto tempo dovro aspettare per la liberatoria che invieranno all’inps ?sono obbligati a farlo?premesso debito finanziaria 4.000 tfr 7.800.ultima cosa ad oggi la cessione ha come garanzia il nuovo tfr maturato come da raccomandata arrivata in azienda.

    • Buongiorno Mauri.
      Non penso che Pitagora svincoli il vecchio tfr e penso che questo sia ancora vincolato, solo hanno vincolato anche il nuovo tfr che sta maturando nella nuova azienda.
      Saluti.

    • In questo caso si può valutare solo se è un dipendente statale oppure se lavora in un’azienad grande. Srl o Spa con almeno 100 dipendenti e 500.000 euro di capitale sociale.

    • Buonasera Giovanni.
      Ha chiesto un anticipo o lo versano ogni mese in busta paga? In che azienda lavora?

  44. Nel 2013 ho estinto il debito con la finanziaria DUEGGI spa cessione del V dello stipendio, cerco di contattare la finanziaria per avere liberatoria ma ormai non esiste piu, chiedo alla mia Azienda a chi ha versato le ultime rate del prestito e risulta fiditalia. contatto fiditalia e mi dice che non può rilasciare nessuna liberatoria perchè la Dueggi ha ripreso tutti i suoi clienti ma non è contattabile. come faccio a richiedere liberatoria per il mio tfr? a chi rivolgermi?grazie

    • Buongiorno Nicola.
      La Dueggì non esiste più. Doveva essere fiditalia a dirvi chi abbia acquisito il credito. Potete provare con Prestitalia che ha acquisito gran parte del credito di Dueggì.
      Saluti.-

    • Buongiorno Luca.
      Se Cometa non ha chiesto una liberatoria si faccia fare un conteggio estintivo dalla finanziaria, lo presenti a Cometa e chieda l’anticipo. Se non dovessero chiedere nulla non si faccia troppi problemi, l’importante è che il tfr residuo copra la cessione.
      Saluti.

  45. L ho chiesta io pero me l hanno rifiutata perche dicono che da contratto non posso chiedere anticipi ma io cmq andro avanti non mi scende questa cosa…io ho richiesto solo il minimo a loro interessa sapere se i soldi loro stanno sul TFR non so come farecmi dai un consiglio a me servono questi soldi

  46. Buonasera,

    Però allora perché il fondo non ha versato alla finanziaria e invece a distanza di un anno l’ha versato a me ? Io mi aspettavo solo la parte eccedente al prestito , non tutto . In questo caso non è il fondo responsabile ? Non dovrebbero loro rispondere nel caso in cui vanno a liquidare un tfr che ” sarebbe vincolato ” ? Hanno avuto il mio tfr pronto ad essere versato per estinguere il prestito e invece non l’hanno fatto e io quando ho fatto la richiesta sono stati pronti a versarmelo senza problemi e liberatorie .
    Grazie per il suo tempo accordatami ,
    Saluti

    • Questo andrebbe chiesto a loro. E’ possibile che nessuno li abbia avvisati del Suo licenziamento? Sinceramente però non capisco di cosa si stia preoccupando. Responsabile di cosa? Le hanno chiesto degli interessi di mora? L’hanno segnalata negativamente? Ad ogni modo consideri che a livello legale il contratto è Suo e Lei deve interessarsi dei pagamenti e di queste cose. Poi eventualmente Lei potrebbe rifarsi sul fondo chiedendo i danni, ma sono tutte cose che riguardano aspetti giudiziari, dovrebbe fare causa al fondo ecc… Non penso ne valga la pena, soprattutto visto che la situazione è risolvibile senza particolari problemi. Chieda il conteggio estintivo e chiuda tutto.
      Saluti.

  47. Buonasera,

    Ho anche io un quesito da esporre : A settembre del 2013 ho fatto una cessione del quinto con una società finanziaria dando come garanzia il mio tfr. Premetto che il tfr accantonato in azienda era una cifra irrisoria di circa euro 1200 e il tfr versato al fondo di categoria dei dipendenti , era intorno ai euro 12000 . A gennaio del 2014 mi sono licenziata dal lavoro e l’azienda ha versato alla finanziaria solo il tfr accantonato in azienda , cioè i 1200 euro. Tempo dopo , ricevo una lettera per conoscenza che l’azienda non ha versato anche il tfr versato al fondo. Io mi sentivo tranquilla in quanto sapevo che i soldi per l’estinzione della cessione del quinto ci sono presso la mia azienda ed eventualmente mi dovevano dare anche la diferenza . Poi passa una settimana circa e ricevo una telefonata in cui una signora mi chiede della situazione e io rispondo che non lavoro più perche mi sono licenziata e lavoro in proprio come persona autonoma e lei mi dice di mandarle via mail la lettera delle mie dimissioni perché così risponderà l’assicurazione . Neanche allora non mi sono preoccupata più di tanto in quanto ho sempre detto : i soldi ci sono e aspetto che l’azienda gli versi alla finanziaria . Io quest’anno a febbraio ho fatto richiesta di riscatto del tfr alla mia azienda in quanto c ‘ era una diferenza che io avanzavo . Sorpresa , oggi in banca mi è arrivato un importo di euro 10.800 . Presumo che hanno tolto qualcosa per la tassazione . Però , come è possibile che io ricevo questa cifra , quando sarebbe stata destinata ad estinguere la cessione del quinto ? Chi ne è respinsabile in questo caso ? E perché a distanza di un anno la mia azienda pur ricevendo le lettere della banca finanziaria non abbia pagato? C’entra qualcosa che il tfr era dentro un fondo di categoria nostro interno ? Io cosa devo fare ?
    Ringrazio tantissimo per una vostra celere risposta , ma da una parte sono contenta dicendomi di tenermi i soldi , però da l’altra parte sono spaventata e non vorrei andare incontro a dei problemi legali.
    Saluti

    • Buongiorno Mirela.
      L’azienda non ha colpe. Il fondo non è legato all’azienda. Doveva essere il fondo a versare il tfr alla finanziaria. Ad ogni modo può farlo lei. L’assicurazione non estinguerà il debito per intero. Deve controllare le condizioni di polizza, ma coprirà solo alcune rate per cui dovrà comunque estinguere il debito.
      Saluti.

  48. Salve ho richiesto la liberatoria a prestitalia per richiedere il 30per cento dal fondo cometa dato che ho 34mila euro di tfr ..a prestitalia devo dare 16mila facendo i calcoli mi spetta…mi sapere dire dopo quanto tempo mandano la liberatoria?grazie

  49. buongiorno ,avevo una domanda da fare per quanto riguarda la:cessione del quinto in busta paga.ma non si era detto che quando si perde il posto di lavoro o in caso di morte, subentra ai pagamenti l’assicurazione che al momento della stipula di contratto che si va a firmare,per un mutuo o il prestito personale,sono loro che pagano? altrimenti il mutuo o il prestito non viene garantito se non si associa una polizza assicurativa. perche’ nelle spese di finanziamenti, prestiti o mutui fanno pagare anche una polizza assicurativa. attendo al piu’ presto una vostra risposta.vi ringrazio, antonio.

    • Buongiorno Antonio.
      Nella cessione del quinto prevede obbligatoriamente una polizza rischio vita e impiego. IN caso di decesso la polizza copre interamente, in caso di perdita del lavoro copre alcune rate, altrimenti tutti si licenzierebbero per poi farsi riassumere. Nel mutuo e nel prestito la polizza vita non è obbligatoria come nella cessione del quinto.

  50. Salve mi chiamo lucia volevo chiedere un informazione mio marito ha una cessione del quinto di 9136 euro e un tfr di 9400 posso chiedere all’azienda di versare il tfr di mio marito alla finanziaria estinguendo cosi il debito?

    • Buongiorno Lucia.
      Se l’azienda accetta di concedere tale anticipo è possibile.
      Saluti.

    • Buonasera Luana.
      Le valutiamo ma dipende dall’azienda e dal tfr maturato. Potrebbe inviarci la partita iva dell’azienda a preventivi@4credit.it ?

      Inoltre le chiedo a quanto ammonta il Suo tfr.
      Saluti.

    • Stessa cosa.
      Se il tfr è sufficiente ad estinguere la finanziaria emetterà una “liberatoria” vincolata all’estinzione del finanziamento.
      Saluti.

    • Generalmente lo si può fare, ma il datore di lavoro dovrebbe poi versare direttamente il tfr alla finanziaria per estinguere.
      Saluti.

  51. Salve ho una cessione del quinto di euro 25000 , mentre nel mio fondo pensionistico ho quasi 30000 euro volevo sapere se posso chiedere un anticipo al fondo ho devo chiedere la liberatoria alla finanziaria.?

    • Buonasera Raffaele.
      E’ molto probabile che il fondo Le chieda una liberatoria da parte della finanziaria, sebbene il tfr sia maggiore del residuo della cessione. Ad ogni modo solo il tfr che copre la cessione è vincolato, per cui provi ad insistere.
      Saluti.

  52. Buona Sera Sig:Badiali sono il solito Carabinieri in pensione, volevo riferirgli che dopo 2 mesi dalla pensione il Ministero della Difesa mi a pagato la cassa sottufficiale. Visto che sono preoccupato del pagamento del tfs per svariati pignoramenti, si vi era un pignoramento del tfs non mi avrebbero pagato la cassa sottufficiale.Saluti

  53. Sig.Badiale volevo precisare che nelle richieste di pignoramento del TFS – premi ecc…… avanzate dagli avvocati ed indirizzate ai vari Tribunali erano tutte avallate dall’ufficiale giudiziario, non so se poi sono state emesse sentenze ed inviate a alla mia amministrazione per il pignoramento dello stipendio trattenute di pignoramento iniziate nell’anno 1993. Cordiali Saluti

    • Buongiorno Pietro.
      Sicuramente ci saranno state delle convalide da parte di un giudice. Gli avvocati non possono chiedere e ottenere pignoramenti autonomamente.
      Saluti.

  54. Buonasera sig. Badiale Sono sempre l’appuntato dei Carabinieri in pensione dal mese di Settembre 2014, volevo chiedere come mai l’inps non mi ancora fatto la trattenuta del pignoramento da euro 375 che avevo in busta quando ero in servizio; mi sta trattenendo solo la cessione di euro 375, volevo precisare che i miei svariati pignoramenti risalgano agli 90/95 che stavo pagando fino a quando ero in servizio, ho chiesto all’inps se aveva avuto notifiche circa il pignoramento del TFS il funzionario mi a riferito di non aver trovato nulla, riferendomi altri che il mio TFS mi dovrebbe essere pagato nel mese di Aprile. Sicuro di una suo risposta porgo cordiali saluti.

    • Buongiorno Pietro.
      Se l’Inps non ha ricevuto nulla circa il pignoramento è normale che non le trattengano nulla.
      Saluti.

  55. Sig.Badiali sono il Carabiniere in pensione volevo precisare che da quando sono in pensione dal 01.09.2014, l’inps non ancora fatta la trattenuta del pignoramento che avevo sulla busta paga quando ero in servizio, mi sta trattenendo solo la cessione del quinto. Sono un po preoccupato perche se l’inps, al pagamento della pensione di Aprile mi fa la trattenuta del pignoramento mi blocca il tfs, anche perche il funzionario dell’inps o impdap mi riferiva di non aver trovato nulla del mio pignoramento, e che il pagamento del tfs dovrebbe avvenire nella seconda decade di Aprile, volevo precisare che i mie pignoramenti chiesti tutti dagli avvocati senza nessuna sentenza risalgano negli anni 90/95. Nell’attesa di una sua risposta porgo Cordiali saluti

    • Pietro, il pignoramento viene stabilito dal giudice. Se il giudice non ha previsto il pignoramento del tfr di cosa si preoccupa? E’ stata stabilita una rata e quella dovrà essere trattenuta anche sulla pensione adattandosi eventualmente al quinto. Inoltre com’è possibile che l’Inps stia trattenendo dei soldi senza una sentenza del giudice ma solo su richiesta di avvocati?
      Secondo me Le converrebbe chiedere chiarimenti all’Inps.
      Saluti.

  56. Scusa Matteo sono Pietro Carabiniere in pensione lei mi a scritto che il mio tfs non e vincolante perche e diverso dal privato che significa che non possono pignorarlo.Sicuri di una sua risposta porgo cordiali saluti

    • Nel Suo caso non si tratta di un vincolo del tfs ma di un possibile pignoramento, e in quanto credito da lavoro il tfs può essere pignorato, e se non lo pignorano ora lo potrebbero pignorare quando lo verseranno.
      Saluti.

  57. Buonasera sig. Badiali questa mattina un funzionario dell’inps mi riferiva che non ci sono decreti di pignoramenti del tfs anzi mi riferiva altresi che nella seconda decade di aprile mi viene fatto il bonifico se non ci sono indopi da parte di chi firma la pratica. Volevo precisare che i pignoramenti del tfs sono stati chiesti dagli avvocati risalgano tutti negli anni 90/95

    • Mi scusi sig.Badiali e partito l’invio senza poterla salutare. E vero che sugli statali non e possibile pignorare il tfs.Io non ho nessuna sentenze dove il giudice emetteva un pignoramento del tfs, sono tutti stati chiesti dagli avvocati chiedo scusa sono troppo agita ho tanta paura che questi soldi mi vengano blocati.porgo cordiali saluti

    • Buonasera Pietro.
      Se non hanno notificato nulla nessuno può bloccare o pignorare il tfs.
      Saluti.

    • Gentilissimo,ho una cessione del quinto e devo chiedere anticipo tfr,quindi ho bisogno della liberatoria da parte della finanziaria.Il conteggio per la liberatoria viene effettuato come se si facesse il calcolo estintivo alla data attuale ?per esempio va calcolato come se perdessi il lavoro oggi e allo stato attuale facendo il calcolo estintivo quanto dovrei dare alla finanziaria ?penso sia cosi’

    • Buongiorno Giuseppe.
      Teoricamente si, ma generalmente con il tfr la finanziaria chiede di coprire il montante residuo, non solo il debito netto. Attualmente quanto tfr ha? E quanto Le resta da pagare?

    • ho chiesto il 30% del fondo cometa,facendo i calcoli tra azienda e cometa ho 47000 euro lordi,mentre la cessione del quinto ammonta a 37000 da restituire,pero’ facendo i calcoli se tolgo il 30% richiesto al netto tra azienda e cometa mi resterebbero all’incirca 27000 euro netti.Cio’ significa che a partire da oggi in qualsiasi momento dovessi per esempio perdere lavoro,i 27000euro netti andrebbe a coprire la parte del debito netto(che ammonta sui 24 000) perche’ i 37000 da dare sono comprensivi di istruttorie e interessi,quindi non vedo per quale motivo non dovrebbero dare la liberatoria visto che i soldi rimanenti coprirebbero in qualsiasi momento la somma da restituire

    • Buongiorno Giuseppe.
      Lei ha ragione e i suoi calcoli sono giusti, ma non sarei così tranquillo nel pensare che non vi sia motivo per cui non debbano rilasciare la liberatoria, purtroppo è possibile e accade.
      Saluti

  58. Ho una cessione del l v con delega con 2 finanziarie il mio t fr e’parte in azienda e da 8 anni a questa parte a un fondo pensione.il mio tfr sommando quello in azienda e quello nel fondo e’di circa 14000 euri superiore al debito residuo sommando la cessione e la delega.considerando che vivo in zona colpita dal sisma posso avere anticipo su tfr? Grazie

    • Buonasera Fabrizio.
      Sia l’azienda che il fondo non concederanno mai l’anticipo considerando il tfr totale, ma solo la quota versata a loro, per cui dubito riesca ad ottenere un anticipo.
      Saluti.

  59. Salve ho una cessione di quinto con trattenuta su busta paga.Volevo sapere posso saldare quello che rimane tramite tfr…..il restante sono 6540 io come tfr ho 6780.

    • Buonasera Roberta.
      Se l’azienda accettasse di concedere l’anticipo potrebbe estinguere la cessione con il Suo tfr.
      Saluti.

  60. Salve , lavoro da un anno e mezzo in un caf nazionale srl , vorrei fare la cessione del quinto , per poter pagare delle rate arretrate per un importo di 5.500€ , posso fare la cessione per un importo di 15000€? Aspetto una risposta cordiali saluti

    • Buonasera Stella.
      Può chiedere la cessione del quinto, ma è improbabile che possa ottenere tale importo visti i soli 18 mesi in cui ha maturato tfr.
      Saluti.

  61. Buongiorno,

    ho un pignoramento sulla busta paga con quinto dello stipendio, il mio debito è di 15000 al momento sono accantonati solo 6000 quindi ne mancherebbero 9.000 potrei chiuderlo con il TFR ?

    GRAZIE

    • Buonasera Ilary.
      Previa concessione dell’anticipo potrebbe usare il tfr per estinguere il debito.
      Saluti.

  62. Salve, aggiungo un’altra domanda alla sua risposta: TFR in azienda 17,000 , debito residuo con la finanziaria 11,000, la stessa finanziaria con lettera svincola 6000 dal quale l’azienda calcolerà il 70% e le spese al 23%
    Ma l’azienda invece fa un’altro calcolo : 170000( il 70% erogabile ) = 11.900 secondo questo loro calcolo ci sono solo 900 euro di TFR dopo avere tolto 23% delle spese .

    Puoi aiutarmi a capire come l’azienda dovrebbe calcolare il TFR restante svincolato?

    • Buongiorno Adri.
      I 17000 euro evidentemente sono lordi per cui se poi il tfr effettivo fosse 11900, è chiaro che il riferimento sia quello perché quella sarebbe la somma reale che coprirebbe la cessione.
      Chieda questa conferma in ditta, ma se così fosse ha ragione l’azienda.
      Saluti.

  63. Buona sera sono un carabiniere in pensione dal mese di settembre 2014. Domanda avendo una cessione del quinto ed un pignoramento sulla pensione il TFS mi viene pagato dall’INPS. Sicuri di una vs risposta porgo cordiali saluti

    • Buonasera Pietro.
      Il Tfs le verrà liquidato e, se previsto dal giudice in fase di emissione dell’atto di pignoramento, potrebbe al limite essere pignorato per un quinto. Ad ogni modo è difficile perchè ormai il pignoramento è stato predisposto, ma può chiedere all’Inps se abbiano ricevuto notifiche circa l’eventuale pignoramento del Tfs
      Saluti.

  64. salve ho un pignoramento del quinto dello stipendio con consel per un finanziamento originario di euro 5.000 arrivato con interesdse e spese legali quasi a 11.000 fino ad oggi col pignoramento sullo stipendio ho pagato 2.800 euro e adesso sto contraebdo cessione del quinto per estinguere a saldo e stralcio questo pignoramento e ho fatto una proposta di 2.350 che sommati ai 2.800 arrivano a 5.100 allo studio legale che segue la pratica ma gia mi ha detto che inoltra la richiesta alla finanziaria ma che sicuramente verra respinta perche minimo vogliono di solito l 80 per cento del debito. cosa mi consiglia di fare?

    • Buongiorno Francesco.
      Un minimo non esiste, ma dipende dalla finanziaria. E’ chiaro però che se la finanziaria ha già ottenuto il pignoramento ha meno interesse a concederle un saldo e stralcio, ma tutto può essere. Detto questo, Le suggerisco di fare la minor offerta possibile e vedere cosa le rispondono, chiaramente che si tratti di un’offerta con un senso. A seguito della risposta si regolerà di conseguenza per fare una nuova proposta più avanti.
      Saluti.

  65. Buongiorno avrei bisogno di un consiglio, ho una cessione del quinto con un debito residuo di 21.000 euro circa e una quota fondo cometa di 52.000. Ho chiesto l’anticipo del 30 % immotivato ma il fondo mi chiede una liberatoria d a parte di Agos che nonostante continui solleciti mi ignora e non mi rilascia alcun documento. Come posso fare? Attendo risposta grazie

    • Buongiorno Francesco.
      Provi a chiedere il conteggio estintivo ad Agos e a far notare che la garanzia del tfr è per la sola parte che copre il debito residuo, non per l’intero tfr, e che di conseguenza ha diritto a chiedere l’anticipo senza autorizzazione da parte della finanziaria purché sul fondo rimanga sufficiente tfr a garantire la copertura della cessione. Non penso che Agos rilasci una liberatoria.
      Saluti.

  66. buongiorno,desideravo sapere qualche informazione sull’erogazione del tfr.la mia azienda e’ fallita nel 2013.sono stato assunto nel 2006.adesso l’inps sta erogando i tfr dalla data della mia assunzione fino l 23/07/2013.io ho la cessione del v e la delega con un’altra finanziaria.la finanziaria con la quale ho la cessione del v ha rilasciato la liberatoria.la domanda e’ prendero’ il tfr o andra’ alla finanziaria dove ho sottoscritto la delega?sper di essere stato esauriente nel mio commento.

    • Buongiorno Domenico.
      Il tfr dovrebbe andare alla finanziaria quando ci sono in corso cessioni del quinto o deleghe. Mi sembra già strano che la prima finanziaria abbia firmato una liberatoria rinunciando di fatto alla garanzia.
      Saluti.

  67. ho un contratto di cessione di 1/5 dello stipendio di 7200 euro , meta’ li ho gia’ pagati ma in ditta ho dichiarato che non mi venga concessa alcuna anticipazione sul tfr per il periodo di ammortamento del prestito anche se il mio tfr e’ di molto
    superiore alla cifra che devo restituire, ma ora mi serve per spese dentistiche, come posso fare?

    • Buongiorno Fabrizio.
      In teoria l’anticipo lo potrebbe chiedere, ma se ha firmato accordi differenti con la ditta sta a loro decidere.
      Saluti.

  68. salve si puo’ avere un’accordo con il recupero crediti anche se ha gia’ concordato con il curatore di restituire tutta la cifra a lei dovuta in quando a me non rimane niente e in piu’ senza lavoro e senza soldi

    • Buongiorno Ciro.
      Gli accordi sono accordi, ma se è già stato deciso tutto difficilmente le cose potrebbero cambiare. Si sta parlando del fallimento di una società?

  69. Buongiorno avrei una domanda da porvi , io sono stato licenziato e la mia azienda ha erogato alla finanziaria il mio TFR , ho fatto una vertenza all’azienda e siamo giunti a un accordo e ora mi deve corrispondere una cifra di circa 5000 euro ma non vuole darmeli personalmente ma versarli alla finanziaria ma questa e’ una transazione dell’art 1965 c.c. tra me e l’azienda , puo’ l’azienda darli alla finanziaria o deve darli a me ? Grazie

    • Buongiorno Maurizio.
      Se quella somma faceva parte del tfr è corretto, ma se non ha nulla a che fare con il tfr questi soldi devono versarli a Lei, in quanto solo il tfr è vincolato nella cessione del quinto, salvo diverse disposizioni previste da contratto.
      Saluti.

  70. buona sera volevo sapere avendo un debito con una finanziaria da 12000 euro con pagamento con bonifico bancario .chiedo se posso adoperare il tfr accantonato in un fondo pensione assicurativo circa 12000 euro per saldare il debito ,grazie mille

    • Buongiorno Lorenzo.
      E’ possibile chiedere l’anticipo del tfr solo per spese mediche urgenti o per l’acquisto della prima casa. Se l’assicurazione acconsentisse potrebbe prelevarlo.
      Saluti.

  71. l’azienda dove lavoravo è fallita! avevo la trattenuta del v dello stipendio,ma sono stato assunto da un’altra azienda e continuo a pagare! perché il curatore fallimentare,non autorizza l’inps a pagare! visto che quello che dovrei ricevere e di gran parte superiore a quello che devo? addirittura la finanziaria ha compilato il modello sr 131 di cui specifica che devo 9000 ma ne dovrei avere 34000.

  72. Sono un appuntato dei carabinieri vado in pensione il 31.08.2014, avendo in busta paga un pignoramento ed una cessione del quinto, il tfr mi viene consegnato. grazie

    • Nel suo caso la questione è diversa rispetto a quella di un dipendente privato, poichè lo stato NON vincola il TFR.

    • Buongiorno Pietro.
      Generalmente il tfr copre il finanziamento e la parte rimanente della cessione e del pignoramento passano sulla pensione.
      Saluti.

  73. Ero dipendente di una azienda privata.Nel 2007 contrassi con una finanziaria la cessione del 5°in 120 mesi con garanzia del TFR.Nel 2009 mi sono dimesso,ho chiesto con decreto ingiuntivo il TFR al mio ex datore di lavoro e mi è stato dato.Ora la finanziaria vuole le restanti rate ,circa 25.000 euro.Chi li deve pagare,io o il mio ex datore di lavoro?E’ stata una loro leggerezza averlo dato a me..Quel denaro è servito a comprarmi una casa.Cosa devo fare,non ho liquidità per darglieli.Da pensionato nel 2009 ho contratto una nuova cessione del 5° in 120 rate.
    Grazie.
    Giovanni

  74. SALVE VOLEVO SAPERE UN INFORMAZIONE IO HO DEI FINANZIAMENTI CHE NON HO POTUTO PAGARE PIU PER MOTIVI DI SALUTE DI MIA FIGLIA ADESSO LA DITTA DOVE LAVORAVO DAL 15 MAGGIO NON CE PIU MA IL TFR MI SPETTA IO ANCORA NON CIO IL 5 DELLO STIPENDIO E NESSUN VINCOLO. I FINANZIAMENTI A CIRCA 2 ANNI MA ADESSO LORO POSSONO INTERVENIRE. IO ADESSO LAVORO CON UN ALTRA DITTA CON CONTRATTO NUOVO .

  75. Buongiorno, avrei bisogno di un informazione: ho una cessione del 5° per di durata 120 mesi (di cui 28 rate pagate).
    Il debito residuo è ca. 27500 euro. Al tempo della stipula furono vincolati sia TFR che Fondo Pensione. La somma giacente ora a garanzia del debito è: TFR ca. 28600 euro, Fondo ca. 25000 euro. Ho chiesto lo svincolo di 5000 euro sul Fondo per avere una anticipazione come previsto da contratto. Ho fornito la documentazione richiesta ma dopo un mese nessuna risposta e (per chi conosce IBL Banca è noto) non esiste nessun referente da contattare in merito. Esiste un tempo massimo entro il quale devono dare un esito (svincolo)?

    • salve io ho una cessione del quinto in corso e ho pagato anche l assicurazione la mia fabbrica e fallita chi la deve pagare la cessione essendo che ho pagato l assicurazione e mi hanno bloccato il mio tfr

    • Buongiorno Tiziana.
      Purtroppo non avevamo ricevuto la notifica del commento. Poi ha risolto?

  76. ciao sono giovanni .mi trovo in cassa integrale streordinaria a 0 ore ,ho una cessione del quinto dello stipendio.l’azienda non sta pagando le rate ,mando un fax alla compagnia ,che mi impegnavo a pagare mensilmente ma non mi hanno dato nessuna risposta ,telefono ma mi dicono sempre che verro’ contattato sono passati 6 mesi ma non riesco ad avere risposta . come devo fare.

  77. buon giorno ,cessione del quinto pagato regolarmente ma l’azienda nn lo ha mai versato alla finanziaria ,sono stato licenziato ,l’azienda e andata in fallimento ,la finanziaria e stata ammessa nello stato passivo x la somma dovuta ,ma nello stesso tempo a bloccato anke il mio tfr alla sede imps ,cosa devo fare? grazie mille

  78. salve. io ho una cessione del quinto, ed ho quindi il vincolo sul tfr. l’importo accumulato non supera l’importo da estinguere. non esiste nessun altra possibilita di ottenere una piccola parte del tfr? e se il datore di lavoro me lo concederebbe cosa potrebbe succedere?

  79. dato che ho il quinto dello stipendio in atto è sono stato licenziato non per colpa mia il TFR non mi tocca comunque visto che ho ancora molto da pagare ?

  80. Ho una cessione del quinto, di 17000 mila, ho un debito residuio a saldo di 7700, vorrei però che ora che mi devo licenziare il tfr non andasse alla finanziaria ma a me è possibile? poi mi accordo io con un saldo stralcio. ditemi che fare che procedo

    • Buongiorno Daniele.
      Purtroppo non avevamo ricevuto la notifica del Suo commento. Ha poi risolto?

  81. Ho una cessione del quinto, di 17000 mila, ho un debito residuio a saldo di 7700, vorrei però che ora che mi devo licenziare il tfr non andasse alla finanziaria ma a me è possibile? poi mi accordo io con un saldo stralcio. ditemi che fare che procedo

    • Buongiorno Daniele.
      Purtroppo non avevamo ricevuto la notifica del Suo commento.
      ha poi risolto?

  82. salve io ho un prestito con la cessione del quinto,e adesso che sono in cassaintegrazione straordinaria l’azienda mi ha detto che non possono pagare le rate e adesso devo fare io i bonifici a favore della finanziaria.
    perche’ devo pagare io il prestito?non lo deve pagare l’azienda o l’inps?????

    • Buongiorno Danilo.
      Purtroppo non abbiamo ricevuto la notifica del Suo commento.
      Ha poi risolto?

  83. Mio papà faceva l’insegnante statale ed e’ stato licenziato nel 2012 perche’ ha fatto assenze ingiustificate, aveva un debito con finanziaria con cessione del quinto dello stipendio fino al 2017, ora che non percepisce piu’ ne’ stipendio e ne’ pensione la finanziaria o eventualmente l’agenzia di assicurazione come recupererà le rate mancanti? le tratterrà dal tfr quando gli verrà erogato tra due anni o il tfr statale non e’ cedibile e quindi l’assicurazione prenderà i soldi dalla pensione quando mio papà andrà in pensione? grazie saluti.

  84. Salve , avevo una cessione del quinto, con la mia vecchia azienda, dalla quale mi sono licenziato per giusta causa, nn avendomi versato tre stipendi consecutivi. Successivamente scopro che la trattenuta per la cessione non la girava alla finanziari, a questo punto io sono creditore nei confronti di questa azienda di tre stipendi piu’ il tfr,ed ho fatto vertenza,ma la beffa e’ ,che la finanziaria chiede a me i soldi, e mai possibile? MI puo’ spiegare esattamente come funziona? grazie

    • buon giorno io ho la cessione del quinto x 10 anni x importo 24000 euro ho restituito 9000 euro più 7000 tfr adesso verrò licensiato con incentivo allesodo con 10000 euro la finanziaria può ritirami lincentivo .oppure non lo possono toccare .gradirei una risposta grazie franco

    • Buongiorno.
      Purtroppo non abbiamo ricevuto le notifiche dei vostri commenti. avete poi risolto?

  85. buongiorno volevo sapere se era possibile estinguere il quinto dello stipendio usando una parte del tfr prestito per 120 mesi ne ho pagati 30 mesi grazie

    • Buongiorno.
      Scusi il ritardo, ma abbiamo avuto problemi con la ricezione dei commenti.
      Ha risolto?

  86. Salve mi chiamo matteo e sono in cassaintegrazione ma vorrei licenziarmi ma ho il prestito in corso e si ritirano i soldi in busta ora però mi hanno detto che se mi licenzio il tfr va a loro… potrei invece che dare il tfr a pagare io direttamente??

    • Buongiorno.
      Scusi il ritardo ma abbiamo avuto problemi con la ricezione dei commenti.
      Ha risolto?

  87. sono dipendente con 2 v in busta paga per 120 mesi pagati 40 con delega tfr
    inoltre ho ricevuto un pignora mento conto terzi la mia azienda icentiva lesodo possono bloccare anche quello? grazie

  88. Buongiorno io ho 2 cessioni del quinto in corso vorrei sapere se è possibile estinguere una cessione con il TFR accantonato?uno ho già saldato 31 mesi su 120 e l altro 24 su 120e possibile farlo??grazie mille saluti Mirko

    • Buongiorno Mirko.
      Il tfr è a garanzia della prima cessione del quinto ma anche della seconda cessione del quinto. Diciamo che si tratta di “un’ipoteca” di primo e secondo grado, per cui se non riesce ad estinguere entrambe con il tfr non può fare nulla.
      Saluti.

    • Ok grazie…un altra informazione, io ho il fondo pensionistico e il TFR e li da 5 anni ,mentre in azienda e rimasto 4000/4500 euro che nn maturano più, se la finanziaria mi concede una liberatoria sul TFR che ho in azienda posso fare richiesta ?quanto mi viene dato 80%p tutto? Mi serve x acquisto della prima casa
      Grazie mille saluti

    • Buongiorno Mirko.
      Difficilmente una finanziaria le concederebbe una liberatoria per ritirare il tfr che è a garanzia della cessione del quinto. La cosa è possibile solo qualora il tfr copra di gran lunga l’importo da restituire. In questi casi è possibile ritirare la differenza.
      Saluti.

  89. Sono un’impiegato di una ditta srl , ho appena ricevuto un prestito tramite cessione del quinto , volevo chiedere se decido di trasferiirmi al’estero (canada) cosa succede con i pagamenti

    • Buonasera Massimiliano.
      Succederebbe che eventuali beni di sua proprietà, anche futura (esempio eredità) verrebbero pignorati. Se non possiede nulla chiaramente non le succederebbe niente, ma difficilmente potrebbe tornare in Italia e avere una vita normale.
      Saluti.

  90. Buongiorno. Avevo una cessione del quinto dello stipendio. Nel corso di tale cessione ho usufruito di un’aspettativa non retribuita e la finanziaria mi ha autorizzato a versare io direttamente le rate visto che la mia busta paga era a zero. Al rientro dall’aspettativa mi sono dimessa ed ho pensato (per ben quattro anni) di poter continuare a pagare io, tanto che l’azienda mi ha liquidato tutto il TFR. Così ho fatto ma ora la finanziaria non vuole più saperne e minaccia di ricorrere all’autorità giudiziaria. Cosa posso fare?

    • Buonasera Sandra.
      L’azienda non avrebbe dovuto versare a Lei il tfr ma alla finanziaria. Ad ogni modo ora le conviene, se lavora, fare un prestito in modo da rateizzare nuovamente quello che deve a quella finanziaria, salvo che intanto non siano partite segnalazioni negative che potrebbero non esserci, trattandosi di una cessione del quinto.
      Saluti.

    • Buongiorno Angelo.
      In teoria potrebbe ma ottenere il tfr non è sempre così semplice.
      Saluti.

  91. Salve ho una cessione in atto pagata da 52 mesi….oggi per motivi personali mi licenzio…il tfr non riesce a coprire il restante debito….verra.’saldato dall’assicurazione…..Grazie

    • Buonasera Franco.
      L’assicurazione non salda, ma dovrà continuare a pagare lei tramite rid, bollettini postali, o dalla busta paga di un nuovo eventuale lavoro. La rischio impiego copre nel caso il dipendente venga licenziato, e comunque in genere copre un numero limitato di rate che poi il cliente comunque deve restituire.
      Saluti.

  92. son stato licenziato per diminuzione del personale ho la cessione del 5 ma l’azienda mi dice che l’ultimo stipendio con il bonus dato per il mio licenziamento non lo possono erogare perchè la finanziaria lo blocca è possibile questo?

    • Buonasera Pietro.
      Dovrebbe verificare il contratto, ma generalmente è il tfr ad essere vincolato, non tutti i crediti che lei ha nei confronti dell’azienda.
      Saluti.

  93. ciao sono jony.ho un v dello stupendio.oh pagato 36 rate su 84.ma il mio datore di lavoro vuole fare il passagio di lavoro in un’altra azienda sua.ma cosa sucede di mio tfr in questo caso.tanto io pagero le rate lo stesso.

    • Buonasera Jony.
      Generalmente, nel caso venisse licenziato e riassunto, il datore di lavoro dovrebbe versare il tfr all’istituto di credito con il quale ha in corso la cessione del quinto. Chiaramente il tfr andrebbe ad abbassare il capitale residuo della cessione del quinto. Eventualmente potrebbe comunque accordarsi con la finanziaria per continuare regolarmente con i pagamenti, ma solamente se il tfr non le venisse liquidato. In altri termini se il tfr non venisse toccato non ci sarebbero problemi. In alternativa il datore di lavoro è obbligato a versare il tfr alla finanziaria.
      Saluti.

  94. ho la cessione in corso ho pagatp 38 rate su 120,ho chiesto un anticipo al fondo pensione dove sono iscritto ma ci vuole la liberatoria della finanziaria,la quale non intende rilasciare la liberatoria, le faccio presente che tra il tfr in azienda e il fondo pensione supero il debito che ho con questa finanziaria.secondo lei alla luce di quanto ho appena dichiarato ci sono gli estremi per una eventuale denuncia penale?

    • Francesco buona sera,
      direi proprio di no. Quando lei ha sottoscritto il prestito personale tramite cessione del quinto di stipendio ha vincolato a favore della finanziaria il TFR accantonato a quel momento e quello futuro fino ad estinzione totale del debito. E’ pur vero che la finanziaria avrebbe potuto autorizzare lo svincolo di quella quota parte del TFR eccedente il debito residuo.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • siccome difficilmente mi rassegno,perchè questa cessione mi è costata una barca di soldi pensi che per 20000,00euro di prestito ne devo restituire oltre 36000,00.Comunque volevo solo portarla a conoscenza del fatto che quando ho contratto la cessione il tfr giacente in azienda e le risorse in cometa (fondo pensione)non erano sufficienti a garantire il prestito, prestito che però mi è stato concesso senza nessuna titubanza.Ecco perchè mi chiedo perchè all’epoca si e adesso no?sono riuscito più o meno a rendere il concetto? Grazie.

    • Francesco buongiorno,
      non è che in questo momento non le vogliono erogare una nuova cessione, è che il rinnovo è vincolato per normativa di Banca d Italia al rimborso del 40% delle rate del prestito in corso. Lo svincolo del TFR è subordinato all’autorizzazione della finanziaria che in questo momento non lo ritiene idoneo. L”unica cosa che a breve potrà valutare è il rinnovo della cessione del quinto.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Salve, sono Anna, io ho avuto lo stesso problema però la società con cui ho contratto una cessione del quinto ha rilasciato la liberatoria, mentre la società con cui ho la delega di cessione non la rilascia e non da alcuna spiegazione valida in merito. Calcoli che la cessione cesserà a settembre del 2014 e la delega febbraio 2016 e il mio tfr depositato al fondo è di gran lunga superiore ai prestiti. Quindi non c’é un modo per obbligare queste finanziarie a dover rilasciare la liberatoria??Non è possibile che i nostri soldi sia vincolati i loro umori…parlo di nostri perchè la cifra del fondo ripeto ricopre egregiamente il prestito che ho con loro.

  95. Buona sera, io mi sono sempre sentito dire che il tfr era vincolato sino allo scadere della cessione del v,nel mio caso io volevo usufruire del tfr per cosalidare la cessione del v,visto che il mio tfr e più del doppio del debito.Allora posso ottenere una parte del mio tfr?

    • Riccardo buongiorno,
      deve richiedere alla sua azienda se sono disposti ad erogarle una parte del TFR e con questa somma estinguere la cessione del quinto. Se questo finanziamento ha superato il 50% dell’ammortamento non le conviene estinguerlo anticipatamente, soprattutto svincolando il TFR. Lei ha già rimborsato la maggior parte degli interessi e dei costi accessori alla pratica.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  96. La finanziaria che mi ha erogato la cessione del quinto ha il vincolo anche sull’incentivo all’esodo avendo la mia azienda licenziato tutti per cessazione dell’attivita’?

  97. Buongiorno, sono stato licenziato per giusta causa..tutte storie inventate perchè vecchio infatti sono in causa per il reintegro, avevo una cessione del V dello stipendio il tfr è stato preso dalla finanziaria, l’altra parte che è su un fondo pensione è stato bloccato,dicendomi che nn possono darmelo perchè copre il restante debito,la finanziaria ha inviato una lettera alla compagnia per bloccarlo, se io facessi un passaggio di fondo consentito per legge perchè già trascorsi 2 anni potrei eludere la società creditrice? così da poter almeno avere il 50% visto che a maggio sono 12 mesi che nn lavoro?
    Grazie

    • Luca buongiorno,
      ritengo che il passaggio da un fondo ad un altro preveda anche il passaggio del vincolo a favore della finanziaria, ovvero il capitale versato sarà comunque bloccato. Le consiglio di richiedere questa info direttamente al fondo cedente.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  98. buon giorno mia busta paga e pulita non c.e cessione del quinto stipendio solo prestito personale dove io garantito tfr e stato vincolato loro me bloccato cessione del quinto non posso fare niente per favore mi aiuti a uscire da questa situazione grazie

    • Antonio buongiorno,
      se ha in corso un prestito personale con vincolo del TFR non possiamo aiutarla.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  99. buonasera 15 mesi fa ho chiesto prestito personale 13 mila euro per 120 mesi ho garantito mio tfr che stato vincolato anche bloccato cessione del quinto stipendio prestito pago regolare con bollettini postali come posso svincolare questo tfr e c,e possibbilita ottenere prestito delega grazie distinti saluti

    • Antonio buona sera,
      non ho capito bene, lei ha ottenuto 15 mesi un finanziamento tramite cessione del quinto che sta rimborsando tramite bollettino postali? La cessione del quinto prevede il rimborso delle rate con addebito sulla busta paga e non tramite bollettino postale.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  100. Ho in corso la cessione del quinto da oltre 5 anni su 10 e vorrei svincolare il tfr accantonato. non voglio rinegoziare il prestito in busta paga anche perché mi servirebbero solo 3000 euro. cosa devo fare per farmi svincolare questi soldi? Massimiliano

    • Massimiliano buongiorno,
      deve fare richiesta alla sua amministrazione la quale a sua volta, se disposta a concederle questa possibilità, dovrà comunicare alla finanziaria che le ha concesso la cessione del quinto che intende svincolare parte del tfr accantonato. Logicamente questa possibilità è concessa a chi ha accantonato un tfr di importo superiore al debito residuo del prestito personale in corso.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Aurelio buongiorno,
      avendo in corso una cessione del quinto il TFR accantonato in azienda o presso un fondo è vincolato a favore della società finanziaria. L’unica cosa che potrebbe fare è chiedere in azienda se sono disposti a svincolare l’eventuale quota parte di TFR eccedente rispetto al debito residuo del finanziamento in corso. Nel caso ci fosse TFR in eccedenza rispetto il debito residuo del prestito personale in busta paga e l’azienda fosse disposta a concederle un acconto, la stessa dovrebbe comunicare alla finanziaria questo tipo di operazione.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Paolo buongiorno,
      dal momento che si sottoscrive una cessione del quinto o una delega di pagamento, il TFR accantonato presso il datore di lavoro o presso un fondo pensione è vincolato a favore della società finanziaria che le ha concesso il o i prestiti personali precedentemente indicati. Nel caso in cui un dipendente volesse richiedere una parte del TFR accantonato, solo se questo supera il montante lordo del debito residuo (quindi rata in corso per durata residua), a seguito di una richiesta alla società finanziaria che ha in corso il vincolo sul TFR, l’azienda potrà riconoscere parte del TFR. La parte eventualmente svincolabile sarà quella eccedente l’importo del debito residuo in corso.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Buonasera,io ho una cessione del quinto in corso,il mio tfr è in un fondo pensione,la quota del tfr non basta ad estinguere la cessione in corso,posso richiedere ugualmente al mio fondo pensione l’anticipo del tfr? attendo notizie con urgenza

    • Buongiorno Damiano.
      Non è possibile in quanto il tfr è vincolato da contratto alla cessione del quinto.
      Saluti.