Ottengo il Mio Prestito!

Cessione del Quinto Pensionati INPS ed ex-INPDAP

La cessione del quinto pensionati è un prestito personale rivolto alla categoria degli ex-lavoratori ora in pensione o in alcuni casi (come approfondiremo in separata sede) ai percettori di pensione di invalidità.

La particolarità di questo finanziamento è la possibilità di ottenere cifre anche sostanziose con un rimborso che avviene con una trattenuta direttamente sul cedolino pensionistico.

La cessione del quinto pensionati è disponibile come:

  • cessione quinto pensionati INPS
  • prestiti personali pensionati INPDAP (o meglio, ex INPDAP)
  • prestiti personali pensionati ex iPost

Scopri i vantaggi del prestito personale dedicato ai pensionati, anche se segnalati in banca dati come cattivi pagatori.

Vuoi conoscere la cessione del quinto pensionati più conveniente per te? Non devi fare altro che contattarci: 4Credit è a tua disposizione per farti conoscere le soluzioni di prestito più convenienti dal punto di vista del tasso d’interesse e delle assicurazioni richieste per ottenere il via libera da parte dell’istituto di credito.

Chiamaci o compila il nostro modulo per saperne di più: i nostri servizi sono gratuiti e senza impegno.

Cessione del quinto pensionati come funziona

La cessione del quinto per pensionati è una modalità di finanziamento basata su una convenzione stipulata tra INPS e alcune società di credito.

Con questo prestito il debitore ha la possibilità di impegnare fino a un quinto della pensione come importo della rata di rimborso mensile.

Ciò permette di calcolare in maniera piuttosto agevole l’impegno che la cessione del quinto sulla pensione costituisce: la rata massima è pari al 20% del reddito netto.

Il pagamento è automatizzato: la rata viene addebitata mensilmente dall’INPS sul cedolino pensionistico (comodo se temi di non ricordare le scadenze di pagamento).

Quali sono i vantaggi di una cessione del quinto pensionati rispetto a un prestito personale?

  • Rapidità – le categorie iscritte all’INPS (anche i pensionati ex-INPDAP) ottengono la liquidità di cui hanno bisogno in tempi brevi.
  • Prestito non finalizzato – la cessione del quinto non ha vincoli di spesa, quindi puoi usarla liberamente, come vuoi. Che si tratti di fare il viaggio che hai sempre desiderato, di aiutare tuo figlio con l’acquisto di una casa o di regalare un’auto a tuo nipote, avrai totale libertà su come impiegare i soldi ottenuti.
  • Durata del prestito – sottoscrivendo una cessione del quinto potrai concordare un piano di ammortamento della durata massima di 10 anni, dilazionando il rimborso fino a 120 rate mensili.
  • Disponibile per cattivi pagatori – essendo legata ad un reddito garantito, la cessione del quinto viene rilasciata anche a coloro che hanno ricevuto una segnalazione in banca dati (Crif, Experian, CTC, …) e che avrebbero quindi difficoltà nell’ottenere altre forme di finanziamento.

Cessione del quinto pensionati requisiti

I requisiti fissati dagli istituti di credito per concedere la cessione del quinto a pensionati sono relativi a età, documentazione richiesta e reddito minimo.

Pensione minima e quota cedibile

La cessione del quinto a pensionati può essere richiesta da coloro che percepiscono una pensione mensile non inferiore a 517 € al netto della rata. Ciò significa che nel caso in cui volessi impegnarti per una rata di 100 € mensili, la tua pensione minima dovrebbe essere di 617 €.

Come viene stabilito il valore di reddito minimo di 517 €? Collegata al concetto di quota cedibile, tale importo corrisponde alla soglia minima per la sopravvivenza.

A questo punto potresti chiederti: cos’è la quota cedibile?

Formalmente è un documento che stabilisce l’importo massimo della rata. La sua presentazione è obbligatoria per ottenere la cessione del quinto pensionati.

Come ottenerla? Ci sono due alternative:

  • il pensionato fa richiesta direttamente all’INPS, per consegnarla poi alla banca o alla finanziaria scelta per il finanziamento;
  • alcuni istituti di credito sono convenzionati con l’ente e possono quindi ottenere la quota cedibile INPS in maniera autonoma, senza che il pensionato debba fare nulla (la lista degli istituti convenzionati è disponibile sul sito istituzionale dell’INPS).

Cessione del quinto INPS limite di età

Per la cessione del quinto pensionati l’età massima è di 85 anni e 6 mesi al termine del finanziamento.

Se cerchi un prestito per pensionati oltre gli 80 anni, quindi, questa è la soluzione che fa per te. Dal punto di vista dell’istituto finanziario, però, maggiore è l’età del richiedente, maggiore sarà la copertura assicurativa richiesta (che analizzeremo nelle prossime righe).

Per individuare la polizza più conveniente, affidati a 4Credit: siamo in grado di trovare le soluzioni più adatte al tuo profilo, facendoti ottenere la liquidità di cui hai bisogno alle migliori condizioni.

Documentazione necessaria

Abbiamo già detto che la quota cedibile rientra tra i documenti richiesti dall’istituto per portare avanti l’iter di una cessione del quinto a pensionati.

Quali altri documenti servono?

  • documenti d’identità
  • documenti di reddito (modello Obis/M)
  • CUD pensionati INPS
  • certificato medico RVM (rilasciato dal medico curante, richiesto solo in alcuni casi)

Il modello Obis/M è un riepilogo di quanto percepito dal pensionato nel corso dell’anno. Viene rilasciato direttamente dall’INPS e costituisce un prospetto di valutazione per l’istituto di credito al quale decidi di rivolgerti.

Come richiedere il modello Obis/M?

Sul portale on-line dell’INPS puoi trovare un’apposita sezione “Prospetto di pensione e modello Obis/M”. In caso di difficoltà, un patronato o sindacato possono aiutarti ad ottenere la documentazione necessaria, compreso il modulo per la cessione del quinto INPS.

Assicurazione

La cessione del quinto è diventata un diritto anche per i pensionati, in base a quanto stabilito con la legge 80/2005 e relativo DM313 del Dicembre 2006.

Esistono però anche dei doveri correlati: una cessione del quinto a pensionati richiede una copertura assicurativa vita obbligatoria per legge.

Come detto, maggiore è l’età del richiedente, maggiore sarà il costo del premio assicurativo da riconoscere alla compagnia.

Cosa succede alla cessione del quinto in caso di morte del pensionato? Il debito viene trasferito agli eredi?

No, l’assicurazione serve proprio a tutelare l’istituto e gli eredi in caso di premorienza del contraente.

La cessione del quinto INPS in caso di decesso viene totalmente estinta e non coinvolgerà gli eredi, proprio per effetto dell’assicurazione richiesta.

Seconda cessione del quinto per pensionati

La seconda cessione del quinto in senso stretto, ossia la delega di pagamento, non è disponibile per i pensionati.

Non è quindi possibile impegnare un secondo quinto della pensione: l’unica alternativa per chi ha bisogno di ulteriore liquidità è quella di rinnovare la cessione.

Come bisogna procedere per il rinnovo della cessione del quinto pensionati INPS o ex-INPDAP?

Per chi ha già una cessione del quinto sulla pensione, per prima cosa bisognerà verificare se la stessa è rinnovabile.

Il requisito principale è l’aver già correttamente rimborsato almeno il 40% delle rate totali. Per dimostrarlo è necessario fare richiesta di conteggio estintivo alla finanziaria.

Se è tutto in regola, si procede con il calcolo del nuovo netto erogato a favore del pensionato. In modo facile e veloce potrai ottenere un prestito personale di importo anche superiore a 30.000 euro rimborsabile con un ammortamento fino a 120 mesi.

Cessione del quinto su pensione reversibilità

Chi percepisce una pensione di reversibilità può richiedere la cessione del quinto?

La risposta è e la procedura è analoga a quella tradizionale. Sarà sufficiente inoltrare domanda per la quota cedibile della pensione di reversibilità e portare avanti la pratica secondo l’iter standard.

La particolarità è che se il richiedente è anche percettore di pensione di anzianità, questa può essere sommata alla pensione di reversibilità per il calcolo della quota cedibile. In termini pratici, potrai sostenere una rata mensile più alta.

Prestiti personali a pensionati senza cessione del quinto

Esiste un finanziamento per i pensionati alternativo alla cessione del quinto?

Sì, anche questa categoria può fare domanda di prestito personale, a fronte però di requisiti piuttosto stringenti.

Un pensionato che vuole richiedere un prestito personale deve avere:

  • età massima a fine prestito di 75 anni
  • reddito minimo di 700 €
  • referenza creditizia impeccabile (no cattivi pagatori)

Oltre al prestito personale è possibile fare domanda anche per un prestito cambializzato. Per entrambi viene richiesto il rimborso delle rate con appoggio su RID bancario.

Cessione del quinto TAEG più basso: prova 4Credit

La cessione del quinto pensionati è un prestito sicuro, veloce ed estremamente accessibile. Se hai qualche progetto o sogno nel cassetto, se vuoi aiutare tuo figlio o tuo nipote a comprare un’auto o una casa, questo finanziamento può aiutarti a realizzare i tuoi desideri.

4Credit non è una finanziaria ma un broker: il nostro ruolo è quello dell’intermediario tra te e gli istituti di credito. Il nostro obiettivo è quello di trovare la migliore soluzione di finanziamento per te sulla base delle tue esigenze e delle tue possibilità.

Il nostro team di consulenti finanziari è pronto a mettere a tua disposizione tutta la nostra esperienza nel settore, in maniera gratuita e senza impegno. Ti aiuteremo quindi a trovare non solo la cessione del quinto più conveniente (in termini di tasso, spese assicurative e liquidità che puoi ottenere) ma anche quella con le maggiori probabilità di essere rilasciata.

Chiamaci o compila il nostro modulo per ottenere il tuo preventivo cessione del quinto pensionati personalizzato, in maniera gratuita e senza impegno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

36 commenti su “Cessione del Quinto Pensionati INPS ed ex-INPDAP

  1. Abiamo bisogno de un prestito de 5000€ riçevo una pensione italiana di 500€+250 de francia vivo in honduras da 22 ani posso esperare una risposta favorable?

    Rispondi
    • Buongiorno Giorgio, purtroppo con le pensioni che percepisce purtroppo non ci sono prodotti finanziari che le permetterebbero di acceder al credito, le chiedo piuttosto se in famiglia c’è qualcuno che percepisce pensione italiana di almeno 600 euro o un reddito da dipendente, in questi casi potremmo valutare qualche soluzione. In attesa di un suo cordiale riscontro
      Distinti Saluti
      4Credit

    • Buongiorno Francesco.
      Trattandosi di pensione di importo vicino alla pensione minima le finanziarie richiedono un garante in questi casi. Con un garante può provare.
      Saluti.

    • vorrei esporre il caso di mia mamma.ha una pensione d’invalidita’ che e’ pari circa a ottocento euro e una pensione di anzianita’ pari a 500 euro circa,le finanziarie non concedono il prestito poiche’ esso sarebbe calcolabile solo nella pensione di anzianita’ ,e non d’invalidita’,anche se la patologia non e’ a rischio morte ,e non e’ possibile che sia revocata.e’ un problema motorio. vorrei chiedere se questo tipo di pensione puo’ essere presa in consioderazione da 4credit. grazie

    • Si tratta di una scelta che fanno. Evidentemente ritengono più rischioso finanziare una persona con residenza all’estero per via della sua più difficile rintracciabilità, anche se con i pensionati le rate vengono trattenute dalla pensione per cui non ci sarebbe un grosso rischio.
      Saluti.

  2. sono un pensione con residenza estera le banche rifiutano la domanda di cessione del quito della mia pensione non riesco a capire il motivo la banca non a da fare con me alquando le rate li prende diretttamente dall istituto in cui sono isritto inps se qualcuno sa darmi una risposta ho i pensionati estero sono pensionati di serie / b

    Rispondi
  3. Ho una pensione d invalidità 100\100 con accompagnamento. Più una pensione lavorativa categoria io di 660 euro totalale 1730 posso rinegoziare la cessione del qquinto. Grazie

    Rispondi
  4. salve ho 74 anni ho 2 pensioni e vorrei cedere un 1/5 della mia pensione imps che e di 530 secondo voi posso chiedere un piccolo prestito

    Rispondi
    • Buongiorno Anna.
      Con una pensione di questo importo non può cedere l’intero quinto ma al massimo circa 30 euro.
      Per cui la rata sarà di circa 30 euro.
      Saluti.

  5. Salve sono un pensionato inps con residenza negli nel 2008 venni in italia per un quinto di stipendio sulla pensione cedento 250 euro ,che mi fu’ regolarmente concesso ora se verrei in italia personalmente potrei rinnovarlo? Grazzie

    rettifico vivo negli stati uniti ed ho un decennale in corso dal 2008 cedento la somma di 251 euro al mese si potrebbe rinnovare?

    Rispondi
    • Buongiorno Antonio.
      Per legge, avendo pagato i due quinti della cessione del quinto, potrebbe rinnovarla. Se la residenza risulta negli stati uniti, però, potrebbe avere dei problemi. se invece ha solo il domicilio non dovrebbe essere un problema.
      Saluti.

  6. sono pensionato inps, ho 74 anni residente in polonia posso chiedere un prestito di 5000 euro.nb la mia pensione netta e di euro 1578. distinti saluti francesco.

    Rispondi
    • Buonasera Francesco.,
      Scusi il ritardo ma per problemi tecnici non abbiamo ricevuto la notifica del Suo commento.
      Con la residenza all’estero purtroppo difficilmente le concederanno liquidità.
      Saluti.

  7. sono un pensionato di 71 anni e prendo una pensione di 610 euro. ho bisogno di un piccolo prestito; posso farcela secondo voi? Nino

    Rispondi
    • Nino buongiorno,
      si, non potrà ottenere una somma elevata, ma penso che esistano i presupposti per richiedere un piccolo prestito.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  8. salve, ho una pensione inps di invalidita, di 498euro ed ho un prestito di 189 euro per 4 anni, volevo capire se posso avere un prestito di 8mila euro
    con una persona che mi fa da garante e ha la pensione inpdam di 1250 piu’ invalidita di 250e in tutto percepisce 1500e netti ed ha una cessione del quinto in corso di 378 euro, proprio pochi giorni fa ha ricevuto anche l’ accompagno di 492e
    fammi sapere se è fattibile.
    un salutone

    Rispondi
    • Gianluca buona sera,
      se il suo prestito è regolarmente pagato e se chi le firma da garante non ha segnalazioni negative, allora penso che ci siano i presupposti per richiedere un nuovo finanziamento; le consiglio di richiedere un prestito personale di consolidamento debiti di euro 12000, così euro 4000 li utilizzerà per estinguere il prestito in corso, ovvero per pagare una sola rata al mese.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  9. Buongiorno Dottor Badiali,

    volevo gentilmente sapere se vi é la possibilitá
    per mia mamma che ha 64 anni ed é pensionata INPS
    ma residente all’ estero (Centro America), di ottenere
    un prestito con cessione del quinto, gestendo
    la pratica a distanza con l’ ausilio dell’ Ambasciata
    d’ Italia per autenticazioni notarili eventualmente
    necessarie alla sottoscrizione del contratto,
    senza quindi dover far rientro in Italia a tal fine.

    RingraziandoLa,
    un cordiale saluto.

    Daniele

    Rispondi
    • Daniele buona sera,
      per definire il contratto di cessione del quinto, partendo dall’identificazione cliente per la raccolta delle privacy, occorre che sua mamma sia qui in Italia. Pertanto sua mamma dovrebbe rientrare in Italia e una volta definito il contratto potrà ritornare in America.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  10. Buongiorno, sono un pensionato inps e vorrei fare un prestito personale per 10000 euro. Ho un problema perché non ho pagato le rate di un prestito fatto con la mia banca. Cosa posso fare? Savino

    Rispondi
    • Savino buona sera,
      per questo tipo di situazioni, il prestito personale tramite cessione del quinto è la soluzione. Questo finanziamento consente un rimborso con piano di ammortamento fino a 120 mesi. La rata massima è stabilità dalla quota cedibile che dovrà rilasciarle la sede amministrativa dell’ente previdenziale di riferimento.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  11. Sono un pensionato inps e vivo a Parma. Volevo sapere se fate consulenza a domicilio perché essendo invalido e solo non ho modo di comunicare se non tramite internet. Ho bisogno di 5000 euro, grazie

    Rispondi
    • Saverio buona sera,
      certo. Se si mette in contatto con noi, possiamo valutare anche una consulenza a domicilio. Compili il form sul nostro sito ed un nostro agente la contatterà per tutte le specifiche del caso.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  12. sono una pensionata inps e prendo 845 € di pensione per il lavoro mentre prendo anche 250 € per l’invalidità come faccio a sapere quale rata posso pagare? grazie

    Rispondi
    • Santina buongiorno,
      le pensioni di invalidità non sono sempre finanziabili, bisogna valutare il tipo di invalidità, mentre per l’altra pensione possiamo valutare la sua richiesta di prestito personale.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  13. Sono un pensionato inps e vorrei fare un prestito personale tramite cessione del quinto ma per colpa della mia età mi stanno facendo storie. Ho quasi 77 anni. Posso fare qualcosa?
    Pietro

    Rispondi
    • Pietro buongiorno,
      purtroppo non credo ci siano soluzioni in quanto proprio per l’età anagrafica non ci sono coperture assicurative convenienti, ovvero il costo delle polizze vita è eccessivamente alto. I costi polizza vita vanno inseriti all’interno del taeg ed in questi casi si supera la soglia d’usura.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

Hai qualche domanda? Scrivici su Whatsapp