TFR: Vincolo con Cessione del Quinto in Corso

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

TFR: quando si può prelevare con la cessione del quinto in corso?

Prelevare il TFR se si ha in corso una cessione del quinto di stipendio o delega di pagamento è possibile solo se lo stesso supera il debito residuo del o dei due prestiti in corso in busta paga. Con l’operazione di prestito tramite cessione del quinto e/o delega di stipendio si vincola il TFR accantonato sino a quel momento in azienda, oltre a quello che maturerà nei mesi successivi a favore della finanziaria che ha erogato il finanziamento. Questo vincolo rimane in vigore fino ad estinzione del prestito in busta paga; il dipendente non ha diritto a chiedere una liquidazione di parte del TFR proprio in virtù del suddetto vincolo. L’unico caso in cui è consentito prelevare quota parte del TFR è quando l’importo dello stesso supera il debito residuo in corso dei due prestiti in busta paga; logicamente si potrà richiedere solo la parte eccedente al debito residuo in corso.

Nel caso in cui l’azienda dovesse anticipare una parte del TFR, senza che lo stesso sia eccedente al debito in corso del dipendente, essa ne sarà responsabile nei confronti della finanziaria che ha erogato il prestito in busta paga. Nel caso di licenziamento, se il dipendente non ha rimborsato tutto il debito residuo di cessione del quinto o delega di pagamento, la ditta dovrà riconoscere all’ente erogante tutto o parte del TFR accantonato sino a quel momento. Nel caso di eccedenza, la stessa sarà liquidata al dipendente.

4Credit

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

280 comments

  1. salve
    ho n’ 2 cessioni del quinto in busta paga ( una findomestic dal 204/ l’altra dal 2016 con prestitalia)
    il mio tfr non copre tutto il debito dei due finanziamenti
    ha giugno 2017 ho chiuso il rapporto con l’azienda con una conciliazione
    a fine agosto iniziero’ in un’altra azienda sempre con contratto indeterminato
    findomestic prendera’ quello che gli spetta per saldare il debito dal tfr
    prestitalia , visto che non basta il restante del tfr ,puo’ far continuare il prestito sulla nuova azienda e io prendere dalla vecchia quel tfr che rimane? oppure ,,possono tutti e 2 le finanziare continuare a prendere la rata dalla nuova azienda e io prendere tutto il tfr della vecchia ? e’ una cosa fattibile ?
    attendo risposta
    grazie

    • Luca buongiorno,
      non è possibile. Tutto il tfr sarà versato a copertura del debito (totale o parziale). Nel caso in cui questa somma non sia sufficiente ad estinguere totalmente uno o entrambi i prestiti, per la rimanenza le sarà notificato un atto presso la nuova azienda. Rimborserà pertanto il debito residuo tramite la nuova busta paga.

      Logicamente se lei intende estinguere diversamente il finanziamento questo le è concesso. Intendo pagare il debito restante direttamente alla finanziaria in un unica soluzione.

      Distinti saluti
      4Credit

  2. Salve ,
    Quando viene liquidata una cessione e il mio tfr non basta per estinguere
    Hanno diritto anche alle competenze?
    Perche non mi sono stste fate in nusta paga.grazie

  3. Buona sera volevo chiedere…ho una cessione del quinto con scadenza 2019 + una delega scadenza 2021…le richieste sono state fatte quando il mio tfr era in azienda…nel 2007 l’ho investito in un fondo pensione…a quest’ultimo ho chiesto un anticipo del mio tfr equivalente al 35%…mi hanno richiesto lo svincolo da parte delle società finanziarie…visto che è un fondo nn escutibile è d’obbligo da parte del fondo richiedere lo svincolo?…grazie

    • Rosa buongiorno,
      quando ha sottoscritto cessione e delega, la finanziaria le ha fatto firmare il vincolo del TFR al fondo? Inoltre perché non valuta il rinnovo della cessione del quinto e/o delega?

      Distinti saluti
      4Credit

  4. Buongiorno, ho concordato con la mia ditta una buonuscita a seguito cessazione del rapporto di lavoro; premetto che avevo la cessione del quinto con vincolo del TFR; ho concordato con la finanziaria il trasferimento del prestito alla nuova ditta presso la quale ho iniziato a lavorare; la vecchia ditta ha estinto il prestito con la finanziaria utilizzando la buonuscita che mi doveva essere erogata e non il TFR vincolato che peraltro non è in azienda ma in un fondo. potevano farlo?

    • Giuliano buongiorno,
      dovrebbe verificare il contratto di cessione del quinto ed i rispettivi allegati. Potrebbero aver previsto questa condizione.

      Distinti saluti
      4Credit

      • Buongiorno, ringrazio per la risposta, ho verificato e non è prevista tale condizione, in realtà non è previsto nulla. Cosa dice la Legge in merito? Tengo a precisare che la finanziaria ha detto che la Finanziaria in caso di licenziamento ha detto che la Ditta che licenzia deve comunicare la cessazione dal servizio e bonificare Tfr e 1/5 delle spettanze. In tutto questo a rimetterci deve essere solo io? grazie

        • Giuliano buongiorno,
          se si tratta di cessione del quinto, la polizza rischio impiego dovrebbe estinguere il debito, se è il datore di lavoro a licenziare. Ha contattato la compagnia assicurativa?

          Distinti saluti
          4Credit

  5. Buonasera,
    vorrei chiedervi come fare in merito alla mia situazione. Sono dipendente di una ex municipalizzata, ho una cessione del quinto pari a 18.000 euro ed un fondo pensione di 33.000. Ho chiesto il 30% di anticipo al fondo che mi ha risposto picche in quanto vincolato dalla cessione. Ho fatto la proposta alla finanziaria di chiudere la mia posizione debitoria dandomi la possibilità di chiedere la somma al fondo per estinguere il debito e mi ha risposto anche picche, come mi posso muovere? Li denuncio?

    • Elisa buongiorno,
      no, non può. Ma perchè il fondo non autorizza lo svincolo? Che motivazioni ha fornito?

      Distinti saluti
      4Credit

    • Rossano buongiorno,
      non è possibile, se non in un caso particolare. Il limite dei fondi pensioni aperti, è la non escutibilità da parte dell’assicurazione/finanziaria. In sostanza sono soldi che non possono essere messi a garanzia della cessione del quinto.

      Per una valutazione senza impegno, ci invii una mail a direzione@4credit.it con i suoi recapiti.

      Distinti saluti
      4Credit

  6. buongiorno 4 credit , se chiedo una cessione del quinto e sottoscrivo assicurazione ( caso vita e perdita di impiego ) e per caso la ditta fallisce dopo pochi anni chi deve pagare la finaziaria per il residuo debito rimasto? IL lavoratore , l’azienda fallita , oppure L’assicurazione ? Insomma il Tfr maturato del lavoratore e liberato oppure no? L’assicurazione interviene oppure no ? Grazie …

    • Buongiorno,
      bisogna leggere le condizioni di polizza della specifica compagnia assicurativa coinvolta. In linea generale il debito rimane al dipendente. La copertura assicurativa può coprire parte delle rate in attesa che il dipendente trovi un nuovo posto di lavoro. Nel caso in cui l’assicurazione salda l’intero debito, il credito sarà vantato direttamente dall’assicurazione nei confronti del cliente.
      Il TFR sarà impiegato a copertura totale o parziale del debito.

      Distinti saluti
      4Credit

  7. Buongiorno,

    io ho una cession del quinto e a oggi il mio debito ammonta a eur 16.000 il mio tfr accantonato ammonta ad eur 27.000 potrei chiedere un anticipo sul tfr? grazie

    • Fabrizio buongiorno,
      si, deve richiedere alla società finanziaria l’autorizzazione a procedere. Solo con il loro consenso potrà attivare la richiesta.

      Distinti saluti
      4Credit

      • e perchè dovrei chiedere il consenso se ad oggi I pagamenti alla finanziaria sono regolari e quindi sempre pagati e il debito è di molto inferior al tfr accantonato?

        • Fabrizio buongiorno,
          per due motivi, il primo perché comunque a suo tempo ha firmato un vincolo a loro favore, pertanto come formalità deve richiedere l’autorizzazione. Secondo perché, non dico che sia il suo caso, non è garantito che le rate siano pagate regolarmente in quanto l’azienda trattiene dallo stipendio del dipendente l’importo della rata, ma il dipendente non ha la certezza che la stessa versi queste somme a favore della finanziaria.
          Quindi ipotizziamo che Mario ha sottoscritto da 60 rate un contratto di cessione del quinto, importo singola rata € 200,00. Il totale trattenuto a Mario da parte della ditta ammonta ad € 12.000 (60 rate*€ 200 a rata). Questa somma però non è garantito che l’azienda l’abbia versata a favore della finanziaria. Ipotizzando non avesse versato questa somma, cosa accade?
          In questi casi il cliente deve rimborsare alla finanziaria gli € 12.000 mai incassati da quest’ultima, poi dovrà rifarsi sul datore di lavoro, che ingiustamente, ha trattenuto mensilmente l’equivalente di una rata senza versarla alla società finanziaria.
          In questo caso la finanziaria non sarebbe favorevole a svincolarle il tfr.

          Distinti saluti
          4Credit

          • In tal caso come si può procedere? Allorquando la finanziaria non da l’ok e neanche il fondo pensioni? Posso agire in giudizio per unna determinata responsabilità? Nel senso come Fabbrizio io ho il fondo pensione che copre l’intero importo della cessione del quinto anzi è quasi il doppio, perchè dovrei aspettare l’estinzione del debito solo per una clausola ignobile?

          • Elisa buongiorno,
            capisco il suo punto di vista; lei ha fatto richiesta e non le hanno concesso quanto richiesto?

            Distinti saluti
            4Credit

  8. Salve tempo fà ho stipulato una cessione del quinto con trattenuta in busta paga.
    Nel 2008 ho cambiato ditta con licenziamento; l ‘azienda avrebbe dovuto estinguere il prestito tramite il mio tfr.
    Dico avrebbe in quanto oggi mi arriva una lettere in cui risulta che devo pagare la parte restante del mio prestito compreso di mora.
    Vorrei sapere in questi casi chi paga? anche perchè l azienda dalla quale sono stata licenziata è fallita.
    La finanziaria dopo tutti questi anni si può rivalere su di me?

    • Elsa buongiorno,
      si la finanziaria si attiva per recuperare il credito nei confronti del suo cliente, in questo caso lei ovviamente. L’azienda avrebbe dovuto pagare per suo conto le rate del prestito, ma questo non è avvenuto. In queste circostanze il cliente (Elsa) deve rimborsare alla finanziaria il credito vantato da quest’ultima e successivamente dovrà richiedere all’azienda il rimborso delle rate trattenute dalla busta paga e non versate a favore della società che ha erogato il finanziamento.

      Distinti saluti
      4Credit

  9. Salve!ho due cessioni del quinto,esistono leggi che prevedono che io usufruisca del tfr per estinguerli? Sono in grandi difficoltà

    • Simone buongiorno,
      no, non esiste una normativa, ma questo non vincola la possibilità di farlo. A quanto ammonta il totale da rimborsare e quant’è il TFR accantonato?

      Distinti saluti
      4Credit

        • Simone buongiorno,
          dovrebbe per prima cosa chiedere alla o alle società finanziarie che le hanno concesso cessione del quinto e delega di pagamento (la seconda cessione del quinto) il consenso a procedere con un estinzione anticipata tramite l’utilizzo del tfr da loro vincolato. In caso positivo dovrà chiedere alla sua azienda la liquidazione del tfr a favore delle due società finanziarie. Se anche la sua ditta autorizza la chiusura dei due finanziamenti, dovrà richiedere all’istituto o agli istituti di credito il conteggio estintivo, vale a dire un documento che certifica il debito dovuto e le coordinate bancarie su cui versare il l’importo.

          Distinti saluti
          4Credit

      • io ho un tfr ad oggi di circa 45000 euro e due rate da 427 e 300 euro x pagare delega e cessione le stesse ammontano a circa 26000 euro di rimanenza posso prendere il tfr x safdarle entrambe o almeno una di essa , grazie in anticipo della risposta e se siete cosi gentili, se fosse possibile farlo, dettarmi le modalità, buona serata e lavoro

        • Salvatore buongiorno,
          per prima cosa chieda alla sua azienda se disposta ad erogarle circa 26.000 di tfr a condizione che estinguerà, con questa cifra, entrambe le trattenute. In caso di accettazione, chieda i due conteggi estintivi.

          Distinti saluti
          4Credit

          • Buongiorno la ringrazio per la risposta e per la gentilezza , però la mia domanda forse è stata formulata male, Lei mi dice che : “se l ‘azienda è disposta a dare 26000… ” il puntp è proprio quello ci sarebbe una modalità per dar si che l ‘ azienda possa per motivi di mia impossibilità a vivere , in quanto lo stipendio dall ‘ epoca dei prestiti ad oggi è stato fortemente decurtato per effetto di crisi mondiale ed aziendale ? Ringrazio anticipatamente e chiedo scusa per approfittare della vostra disponibilità Ah volevo aggiungere che mi è anche impossibile poter fare rinnovi cosi abbassare le rate , anche allungando i tempi di rientro x le cause sopra descritte ( crisi aziendale e cigo )

          • Salvatore buongiorno,
            riepilogando, il suo obiettivo è ridurre o meglio annullare l’importo delle rate mensili e per poterlo fare vorrebbe chiedere all’azienda un anticipo sul TFR al fine di saldare le posizioni debitorie, giusto? Se corretto, non esiste una legge o un diritto che norma questa possibilità. Quello che può fare è chiedere all’azienda la disponibilità a venirle in contro, agevolando l’accoglimento della sua richiesta, ma non hanno l’obbligo di farlo.

            Distinti saluti
            4Credit

  10. Salve sono assunta dal 30/12/2015 con contratto a tempo indeterminato con 1400 € di stipendio… Posso choedere la cessione del quonto per un prestito di 15000€?

    • Federica buongiorno,
      premesso che l’importo è subordinato anche alla valutazione della sua azienda e al tipo di società, quindi se privata, pubblica, statale. Detto questo se ipotizzassimo che lei è assunta per una ditta privata, tenuto conto del tfr maturato di circa una mensilità, potrebbe ottenere circa 4/5000 euro. Se vuole un preventivo gratuito e senza impegno, ci inoltri la sua richiesta.

      Distinti saluti
      4Credit.it

  11. Salve ho cessione del quinto + prestito con delega in scadenza a giugno 2017 – importo totale residuo da pagare € 6000 circa. il mio tfr maturato e’ circa 11000 € netti, posso richiedere la differenza (€ 5000.00) come anticipo tfr?

    • Nicola buonasera,
      teoricamente si, ma per farlo deve chiedere l’autorizzazione alla società finanziaria che le ha erogato sia la cessione del quinto sia la delega di pagamento. Solo in questo caso il datore di lavoro o il fondo assicurativo saranno autorizzati ad erogare l’importo da lei richiesto. Se non le autorizzassero questa possibilità potrà valutare il rinnovo di uno dei due finanziamenti. Magari in questo modo, oltre ad ottenere la liquidità di cui ha bisogno, potrà estinguere una delle due rate e pagare mensilmente un solo finanziamento.

      Distinti saluti
      4Credit.it

      • Ma se la mia azienda si offrisse di chiudere sia la cessione del quinto che la delega (entrambe con la stessa societa’) bonificando le rate residue in un unica soluzione e scalando successivamente quest’importo dal tfr maturato potrebbe essere una strada da percorrere? non mi interessa nuova liquidita’, mi interessa chiudere la cessione e la delegazione di pagamento.

        • Buongiorno Nicola,
          se l’azienda è disposta ad anticiparle la somma equivalente proceda pure.

          Distinti saluti
          4Credit.it

    • Dario buongiorno,
      si può richiederla, ma il contratto si perfezionerà solo al suo rientro in servizio. Fino a quando non tornerà a lavorare, il contratto non sarà deliberato. Può nel frattempo dar corso all’istruttoria della pratica tenuto conto delle tempistiche.
      Per maggiori dettagli circa la sua richiesta può compilare il modulo presente sul nostro sito; un nostro consulente la seguirà passo passo.

      4Credit.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*