Sospendere la Rata del Mutuo: Scopri Come Fare!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Sospendere la Rata del MutuoSospendere la Rata del Mutuo: Scopri Come Fare!

Hai un mutuo in corso ma stai affrontando una situazione difficile? Ti rendi conto che rischi di non riuscire a pagare la rata del mutuo e vorresti sospenderle per un periodo?

Purtroppo questa è la situazione di molti italiani vista la crisi economica che attanaglia il nostro Paese, ma fortunatamente le soluzioni in parte si possono trovare.

Hai una situazione simile e non sai come fare? Hai delle domande in merito? Scrivi sul nostro blog  o scorrendo in fondo alla pagina e troverai lo spazio dedicato ai commenti, raccontaci la tua esperienza, un nostro consulente in maniera del tutto gratuita sarà pronto a risponderti.

In merito all’argomento vediamo:

1 Sospensione mutuo prima casa nel 2017: Cos’è?

2 I Requisiti per la sospensione del Mutuo prima casa nel 2017

3 Tempi e Modalità per la Sospensione del Mutuo prima casa nel 2017

1 Sospensione mutuo prima casa nel 2017: Cos’è?

Ogni mese hai sempre pagato alla Banca la quota mensile del tuo mutuo, ma in questo periodo ti rendi conto che non riesci più a rispettare l’impegno preso. Cosa puoi fare?

Nel 2013 era nato proprio per questa necessità il Fondo di Garanzia, fondo che permetteva ai debitori di un mutuo di sospendere al nascere di determinate circostanze le rate fino ad un massimo di 18 mesi, che dire di oggi?

Grazie all’accordo preso il 31 Marzo 2015 tra le Associazioni dei Consumatori e l’ABI (Associazione Bancaria Italiana), è stata prorogata la possibilità di sospendere per 12 mesi il pagamento del munto con il verificarsi dei requisiti previsti già per il Fondo di Garanzia nel triennio 2015, 2016, 2017.

Analizziamo ora i Requisiti per richiederlo.

2 I Requisiti per la sospensione del Mutuo prima casa nel 2017

Ti sei reso conto che nella situazione in cui sei per un periodo la banca non troverà i soldi del mutuo sul tuo conto e dunque vuoi avvalerti della possibilità di posticipare il pagamento.

Primo fra tutto devi verificare se rispetti determinati requisiti e condizioni che ora analizzeremo.

Quest’agevolazione è concessa al verificarsi di determinate difficoltà economiche:

  • Perdita del posto di lavoro sia con contratto a tempo indeterminato che determinato
  • Sospensione o riduzione dell’orario di lavoro per almeno 30 giorni consecutivi e per cassa integrazione e solidarietà
  • Morte o grave infortunio con invalidità civile non inferiore all’80%

Tale vantaggio è possibile applicarlo sui seguenti prodotti finanziari:

  • Mutui a tasso fisso, variabile, misto
  • Surroga/ Portabilità
  • Mutui cartolarizzati
  • Prestiti con durata minima di 24 mesi, fatta eccezione delle carte revolving, e cessioni del quinto

Ti abbiamo dunque fatto un quadro generale per capire se anche tu entro il 31 Dicembre 2017 puoi richiedere la sospensione del tuo mutuo prima casa.

Se hai qualche domanda o dei dubbi o magari vivi una situazione particolare raccontacela sul nostro blog in fondo alla pagina trovi la sezione commenti o altrimenti puoi accederci semplicemente cliccando qui, un nostro operatore sarà a tua disposizione in maniera totalmente gratuita.

3 Tempi e Modalità per la Sospensione del Mutuo prima casa nel 2017

Richiedere alla tua banca la sospensione del mutuo è semplice devi semplicemente presentare specifica domanda compilando un modulo e allegando la documentazione necessaria.

Con il modulo per richiedere l’interruzione del finanziamento bisogna presentare:

  • I dati del Titolare del Contratto di mutuo:
    • Nome Cognome
    • Codice Fiscale
    • Luogo e Data di Nascita
    • Residenza
    • Documento d’identità
  • Dichiarazione da parte del richiedente dove specifica e sottoscrive, sotto sua responsabilità, le cause per le quali richiede tale agevolazione, presentando anche eventuale documentazione.
  • Dichiarazione da parte del richiedente:
    • di non aver usufruito di altre misure di sospensione
    • di non usufruire di altre agevolazioni pubbliche
    • di non aver stipulato un’assicurazione a copertura di tale rischio

Una volta presentata richiesta con queste modalità quali sono i tempi di riscontro?

Una volta che l’istituto finanziario riceve la tua richiesta verificherà se il debitore soddisfa realmente i parametri previsti dalla normativa ed entro 10 giorni lavorativi trasmetterà alla Consap tale richiesta.

La Consap in qualità di gestore del Fondo entro 15 giorni lavorativi comunicherà alla banca l’accettazione o meno della domanda, e di conseguenza la banca informerà il cliente.

In linea generale abbiamo provato a chiarire come e i tempi per richiedere un intervallo nel pagamento delle quote del tuo prestito, ma è ovvio ogni situazione ha le sue peculiarità.

Se hai bisogno di un consiglio o hai una domanda scrivi sul nostro blog cliccando qui, o in fondo alla pagina alla sezione commenti, ed un nostro consulente ti risponderà gratuitamente.

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *