Quota cedibile: cos’è?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

La quota cedibile è il documento rilasciato dalle amministrazioni dell’ente previdenziale (inps, inpdap, ipost) direttamente al pensionato interessato ad un prestito personale tramite cessione del quinto.

La quota cedibile è fondamentale in fase di istruttoria pratica in quanto sulla stessa sarà indicata la rata massima che il cliente potrà rimborsare mensilmente. Inoltre nella quota cedibile sono indicati:

  • eventuali cessioni del quinto in corso e più precisamente la quota cedibile attualmente impegnata, la data di inizio e fine ammortamento
  • il numero progressivo di quote cedibili rilasciate al cliente. Nel caso in cui il cliente abbia già richiesto una prima quota cedibile e ne fornisca una seconda ad una nuova finanziaria, quest’ultima richiederà spiegazioni circa le motivazioni che hanno determinato la richiesta di una seconda quota cedibile.
  • la quota cedibile, ovvero la rata massima che il cliente potrà rimborsare mensilmente. Questa rata sarà decurtata direttamente dalla pensione. Se ad es. il sig. Rossi ha una quota cedibile di euro 200,00 ed una pensione di € 1000, nei mesi successivi alla liquidazione cessione del quinto, la pensione del sig. Rossi sarà di euro 800,00 in quanto già decurtata della quota cedibile.

Con questo documento, il pensionato può attivarsi per la richiesta di prestito tramite cessione del quinto sulla pensione. La quota cedibile deve essere fornita in originale e consente al massimo di accendere un solo prestito personale con addebito sulla pensione in quanto, per i pensionati, non è presa in considerazione la delega di pagamento.

Per la richiesta della quota cedibile deve attivarsi il diretto interessato, non sono accolte deleghe; a seconda delle varie sedi dell’ente, la quota cedibile può essere consegnata nella stessa giornata della richiesta o inoltrata al domicilio del cliente. Occorrono comunque pochi giorni per ricevere l’originale di questo documento.

4Credit

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

18 comments

  1. Salve,vorrei chidere se è possibile richiedere una cessione del quinto
    questa persona ha 70anni e ha due pensioni una 400 e altra di 450….puo richiedere la cessione del quinto??quanTo potrebbe richiedere
    grazie mille

    • Marilena buongiorno,
      bisogna valutare i tipi di pensione percepite. Ha già fatto richiesta sul nostro sito? Nel caso compili il modulo accessibile da questo link http://www.4credit.it/richieste/index.php?fin=1&code=commento. Entro 24 ore un nostro consulente la chiamerà per soddisfare al meglio le sue richieste. La richiesta non sarà segnalata alle banche dati; è solo un modulo che ci consentirà di entrare in contatto diretto con lei.

      Distinti saluti
      4Credit

  2. Buonasera, io sono pensionata da due mesi , ho una cessione del quinto ,la rata e’254 euro volevo rinnovarla , la mia cessione era di 120 mesi , mi sono rimaste 30 rate .L’Inps nn vuole sapere di abbassarmi la rata. Ho una pensione di 1.000€ premetto che sempre l’Inps mi trattiene 180€ x la ricongiunzione degli anni lavorati in privato. Il mio problema e’ la quota cedibile nn mi viene rilasciata , la risposta e’ stata che prima devo estinguere la cessione in corso per avere la liberatoria sulla quota cedibile . mi può aiutare come posso fare . Grazie!!! Distinti saluti.

    • Buongiorno.
      Non è possibile chiedere una seconda cessione del quinto in quanto non è consentito dalla legge. Può solo provare a rinnovarla se sono passati i due quinti o 12 mesi per una cessione fatta in 60 mesi.
      Saluti.

  3. Salve mia suocera prende750 € di pensione puo avere un prestito di 40.000 € utilizzando cessione del quinto lei ha 63 anni

    • Buongiorno Gennaro.
      Anche se facesse una cessione con la rata massima, che nel suo caso è 150 euro, e la durata massima di 120 mesi, anche non pagando interessi e spese e percependo tutti i soldi che poi andrà a rimborsare, non otterrebbe più di 18000, è una cosa matematica. Da questi 18000 euro, però, andranno tolti gli interessi e il resto, per cui verosimilmente potrebbe ottenere dagli 11.000 ai 13.000 circa.
      Saluti.

  4. Mia suocera percepisce una pensione di 600 euro, puo’ avere una quota cedibile per ricevere un prestito di 50 mila euro???

    • Buongiorno Annamaria.
      Non è possibile. La rata massima per Sua suocera sarà di circa 100 euro. La cessione del quinto prevede una durata massima di 120 mesi. Anche se non ci fossero spese e interessi nel finanziamento con 100 euro di rata per 120 mesi l’importo sarebbe 12000. Ben lontano dai 50.000 euro. Inoltre comunque ci sono spese e interessi.
      Saluti.

  5. Salve.
    Mia madre percepisce una pensione di reversibilità di 480 euro al mese , l`INPS le ha detto che questa pensione non prevede la quota cedibile..Cosa può fare per avere un prestito?

    • Buongiorno Roberto.
      Non è la tipologia di pensione a non prevedere la quota cedibile, bensì l’importo troppo basso. L’unica possibilità per Sua madre è chiedere un prestito personale con la firma di un garante. Questo può farlo purché non superi i 75 anni di età a scadenza del contratto di prestito.
      Saluti.

  6. Una mia amica, pensionata Inpdap, sta su una sedia a rotelle poichè non può muoversi ed è analfabeta. Come può richidere richiedere la dichiarazione di quota cedibile ?

    • Buonasera Alessandro.
      Scusi ma non avevamo ricevuto la notifica del suo commento.
      La quota cedibile la può richiedere senza problemi, non si tratta di una richiesta scritta ma va fatta presso uno sportello inpdap.
      Saluti.

  7. io alfredo paggetti ho due prestiti in busta fatti rispettivamente
    una di 441 euro a giugno 2008 e l altra anche che è di euro
    294 da premettere le scadenze sono decennali e nessuno
    è capace di risolvere questo problema è cioè riuscire ad
    abassare queste rate che sono piu del 50 per cento dello
    stipendio e per tanto vi prego di darmi una risposta.
    grazie un saluto
    da alfredo paggetti.

    • Buonasera Alfredo.
      Scusi il ritardo ma abbiamo avuto dei problemi tecnici.
      Ci invii la sua richiesta di contatto e proveremo a valutare la sua posizione senza impegno.
      Saluti.

    • Antonello buongiorno,
      potrà richiedere una seconda quota cedibile solo allo scadere dei 2/5 del piano di ammortamento del suo prestito, ovvero l’inps le rilascerà nuovamente questo documento solo se ha già rimborsato il 40% delle rate previste nell’ammortamento del prestito in corso. Prima di questa scadenza non le sarà concesso.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*