Modalità di Rinnovo di una Cessione del Quinto!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Calcolo Data Rinnovo Cessione del QuintoRinnovo di una Cessione del Quinto: Quando è possibile rinnovarla?

Vuoi rinnovare la tua cessione del quinto? Sei interessato a valutare un preventivo gratuito e senza impegno? Contattati adesso e approfitta delle nostre condizioni. Per una consulenza gratuita, clicca qui! Si aprirà una nuova pagina nella quale dovrai compilare pochi dati, quelli necessari per poter entrare in contatto con te.

La richiesta non sarà segnalata nelle banche dati creditizie; sarai pertanto libero di valutare la nostra soluzione. Con il rinnovo della tua cessione del quinto, verrà estinto il prestito in corso e per differenza ti sarà erogata nuova liquidità. Avrai pertanto una nuova rata in busta paga o pensione che sostituirà quella precedente.

Per tutte queste fasi ce ne occuperemo noi. In base alla tua provincia di residenza, ti sarà affidato un nostro consulente, esperto nel settore del credito alle famiglie. Potrai concordare con lui una consulenza anche a domicilio. Gestiremo la tua pratica, dalla richiesta, fino all’erogazione del nuovo finanziamento. Contattaci adesso!

Richiesta Prestito Personale Online

Rinnovo di una Cessione del Quinto: Come fare se la cessione del quinto non è rinnovabile?

Hai già la cessione del quinto in corso e hai bisogno di nuova liquidità? Hai verificato con il nostro calcolatore quando sarà possibile rinnovare il tuo finanziamento (per accedervi clicca sull’immagine CALCOLO DATA RINNOVO CESSIONE DEL QUINTO)? Se non sono decorsi i termini previsti per il rinnovo della tua cessione del quinto, valuta un prestito tramite delega di pagamento. Scopri i vantaggi di questa soluzione, contattaci per una consulenza!

Richiesta Prestito Personale Online

Rinnovo di una Cessione del Quinto: è possibile rinnovare una cessione del quinto prima dei termini?

Se hai ottenuto un prestito personale, tramite cessione del quinto dello stipendio o pensione, di durata pari ai 60 mesi, puoi rinnovarla fin da subito. Il nuovo finanziamento avrà durata pari a 120 mesi. Questa possibilità è rivolta a tutti coloro che non hanno sottoscritto prima d’ora, un altro contratto di cessione del quinto di durata pari a 120 mesi; il rinnovo della cessione dovrà quindi essere il primo contratto sottoscritto (tramite la cessione del quinto) con una durata di dieci anni.

Quando si può rinegoziare? Anche dopo il pagamento di una sola rata e solo in 120 mesi. Per tutti gli altri contratti, di durata inferiore o superiore ai 60 mesi, il termine di rinnovo è stabilito sempre solo dopo il trascorso dei 2/5 della durata del contratto, ovvero il 40% del piano di ammortamento. (es. cessione del quinto durata 120 mesi, il rinnovo sarà concesso solo dopo che siano trascorsi 48 mesi, ovvero il 40%).

Per valutare se la tua cessione del quinto è rinnovabile, visita questa pagina e calcola quando rinnovare il tuo prestito.

Rinnovo di una Cessione del Quinto: Come funziona il rinnovo della cessione del quinto?

Per prima cosa bisogna richiedere un nuovo certificato di stipendio o quota cedibile per verificare l’importo della nuova rata sostenibile; dopodiché si verificherà se tra il nuovo preventivo di cessione del quinto ed il debito residuo presente sul conteggio estintivo (clicca qui per calcolare il conteggio estintivo del tuo finanziamento), rimane al cliente sufficiente liquidità per giustificare l’operazione di rinnovo.

Anche per la delegazione di pagamento valgono le stesse regole di rinnovo.

4Credit

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

180 comments

  1. Buongiorno, io ho una cessione del quinto in 60 rate, ne sono trascorse già 17 e avendo necessità di contanti la finanziaria mi ha detto che potrei rinnovarla. Questo rinnovo servirebbe a pagare il debito residuo della prima cessione e la rimanente differenza resterebbe a me. La rata attuale è di €230 che passerebbero ad essere €238 in 120 rate. Tutto ciò dovrei farlo prima che scadano i primi due anni della cessione. Le vorrei domandare, se quello che mi ha riferito la finanziaria è corretto, inoltre vorrei sapere se per legge il datore di lavoro può rifiutarsi di concedere il rinnovo della cessione. Grazie e cordiali saluti.

    • Buonasera Josè.
      Per legge la cessione del quinto stipulata in 60 mesi può essere rinnovata dopo un anno purché venga fatta in 120 mesi quindi è corretto.
      Saluti.

      • Grazie per la risposta ma il datore di lavoro si può rifiutare di darmi l’atto di servizio per la rinnovazione? Inoltre se per legge non si può negare, potrei incaricare a voi il rinnovo? Grazie. Cordiali saluti.

        • E’ difficile che la sua azienda non le rilasci nemmeno un attestato di servizio intestato a Lei. Potrebbero rifiutarsi di compilare il certificato di stipendio.
          Per quanto riguarda il rinnovo siamo a disposizione.
          Saluti.

  2. Salve,sto rinnovando la cessione del quinto solo sto trovando difficoltà in quando il mio tfr e’ su un fondo complementare che loro reputano aperto,ora siccome ho necessità sto trasferendo il tfr su un fondo che risulta essere chiuso,la mia domanda e’ questa,il fatto di questo fondo può realmente incidere oppure son solo supposizioni del consulente che mi sta curando la pratica? Mi spiego meglio fondamentale non c’è stato alcun rifiuto ne dalla banca erogatrice ne dall assicurazione mi ha solo bloccato il consulente in quanto a supposizione…considerando che questo cambio di fondo mi ha allungato tutta la procedura,ora sono in attesa che il nuovo fondo mi comunichi il cambio poi con quel foglio dovremmo esserci..lei questo la reputa una cosa normale oppure mi consiglia di cambiare istituto di credito?saluti

    • Buongiorno Stefano.
      Il fondo è sicuramente aperto, non è una valutazione. I fondi aperti sono effettivamente uno svantaggio per chi richiede la cessione del quinto in quanto spesso non sono escutibili o sono giudicati non assumibili dalle compagnie assicurative. Il fondo chiuso è senz’altro la scelta migliore per chi deve richiedere la cessione del quinto. Può verificare l’elenco dei fondi chiusi a questo indirizzo : http://it.wikipedia.org/wiki/Fondo_pensione_negoziale

      Saluti.

      • Grazie della risposta,si fortunatamente ho aperto il fondo nuovo su di uno di questi elencati,diciamo mi son fatto Venere un po’ troppi dubbi e domande perché il cambio del fondo mi ha allungato di molto i tempi,ora sto solo aspettando che il fondo vecchio e nuovo mi rilasciano due righe che attesti lo spostamento,poi credo che lo spostamento effettivo del capitale che comunque richiede un tempo abbastanza lungo si parla di 90/120gg possa comunque non influire nel esito della cessione?

        • Generalmente basta il contratto con il nuovo fondo e la dichiarazione del vecchio che indichi la data di trasferimento dei soldi.
          saluti.

  3. buonasera volevo sapere essendo e avendo un quinto dello stipendio da 245 euro effettuato nel 2006 e la delega fatta nel 2010 quanto posso ricevere se rinnovo il quinto?

    • Buongiorno Vito.
      Dipende da molti fattori quali il debito residuo della cessione e della delega, il suo tfr maturato, lo stipendio netto e la valutazione che verrebbe fatta sulla sua azienda. Non è possibile risponderle senza visionare la documentazione.
      Saluti

  4. Salve sono un operaio statale. Siccome. Nella. Mia. Bustapaga. Ci sono tre. Finanziarie. Fatte. In due. Rate. Ma ho un pignoramento. Che scade. A novembre 2013. Posso estinguere. Tutto. Cordiali saluti.

    • Buonasera Francesco.
      Può rinnovare la cessione o la delega ed estinguere tutto, ma occorre vedere se con il rinnovo ci sia spazio a sufficienza per farlo.
      Saluti.

  5. le chiedo un favore,siccome nel 2008 chiesi un prestito di 30000mila euro e pago ogni mese sulla mia pensione per120 mesi sono passati 52mesi,se chiedo quando mi possono dare.grazie aspetto sua risposta.

    • Buongiorno Nicola.
      Ci invii la sua richiesta di contato. Un nostro agente la chiamerà per un preventivo senza impegno.
      Saluti.

  6. Sono un penzionato INPDAP ho pagato 47 rate su 96 posso rinnovare
    via ringrazio in attesa di una risposta,cordiali saluti Giovanni Guastella

  7. Buongiorno,
    ho in corso una cessione del quinto e un prestito delega. Ho i requisiti per poter rinegoziare entrambi, ma quest’anno l’azienda ha deciso di non concedere più i prestiti con delega. Volevo rinegoziare solo la cqs, e per avere un preventivo, ho richiesto il certificato di stipendio: il datore di lavoro ha scritto in neretto che può rinegoziare il cqs solo se viene consolidato anche il prestito delega (cosa che a me non conviene in quanto, al momento ho pagato gli interessi e sto rifondendo il capitale erogato) è legale questo? A me non sembra giusto, in fondo il datore di lavoro non mi regala nulla, le rate sono sul mio stipendio, sbaglio?
    Grazie
    Patrizia

    • Buongiorno Patrizia.
      Essendo la delega non obbligatoria per l’azienda, e di conseguenza potendo l’azienda decidere se accettare o meno la presenza di due trattenute possono vincolare il loro consenso al rinnovo della cessione ponendo come condizione l’estinzione della delega.
      Saluti.

      • gentilissimo Dott.Badiali ho effettuato un operazione di cessione del 5 a 120 rate, inzio pagamento 1/1/2008 netto ricavato 27.989,17€, prelievo mensile di 348 euro, capitale lordo mutuato 41.760 €.

        ho chiesto di poter rinegoziare la cessione per avere liquidità a proprio oggi mi hanno detto che dorvrei estinguere questa con circa 18.000 euro…….ma io mi chiedo alla 60° rata io devo rimborsare ancora questa somma? non si dovrebbe sulle 60 rate scorporare gli interessi? perchè alla fine questi 18.000 euro sono la somma a conti fatti che dovrei versare con le restanti 60 rate…..e allora gli interessi non me li levano?

        la ringrazio per la gentile risposta che vorrà fornirmi

        • Buonasera Mario.
          Gli interessi vengono scontati in fase di calcolo del conteggio estintivo.
          Deve considerare che, anche avendo otenuto 27989 euro, l’importo finanziato è maggiore in quanto questo comprende la polizza e le spese della cessione per cui quando si stipula un qualsiasi contratto di finanziamento non si ottiene solo la somma di cui concretamente si beneficia, ma si ottiene invece un importo più alto.
          Saluti.

  8. salve,ho una cessione del 5 di 120 rate iniziata a luglio 2008,avendo intenzione di rinnovarla vorrei chiedere se gli interessi sono standard o variano a seconda dell’agenzia a cui mi rivolgo,perchè l’ultima volta ho notato che a me è stata resa disponibile liquidità di circa 3000 euro e l’agenzia ha trattenuto circa 4000 è giusto che prendano più di me? grazie.

    • Buonasera Moreno.
      Gli interessi così come tutto il resto cambiano da finanziaria a finanziaria. Non conoscendo l’importo e le caratteristiche del finanziamento non posso darle un’opinione, inoltre consideri che i 4000 euro potrebbero essere la somma di varie cose e non solo del compenso dell’agenzia.
      Saluti.

  9. salve,
    sono una dipendente pubblic,vorrei rinnovare la cessione del quinto per necessità di liquidità,ho pagato 58 rate su 120,ma il direttore della banca mi ha detto che non è possibile la rinegoziazione. Quali potrebbero essere le ragioni?
    E’ possibile che il direttore mi abbia rifilato una balla per poter stipulare un prestito personale?

    • Buonasera Anna.
      In apparenza non ci sono motivazioni. Per legge può valutare il rinnovo della cessione del quinto, ma potrebbero esserci altri impedimenti. Un esempio è la sua attuale età, ma non potrei dirle di più senza aver analizzato la sua richiesta nel dettaglio.
      Saluti.

  10. Salve vorrei sapere se è possibile rinegoziare il quinto avendo anche delega e pignoramento.Essendo un pensionato inpdap.tutte trasportate quando lavora il quinto iniziato a pagare nel gennaio 2009 totale rate 96 a€381 cadauna ,delega novembre 2008 96 rate a€380, pignoramento a€298 per residuo debito di 21.000.grazie resto in attesa di una sua risposta

    • Buongiorno Luigi.
      Purtroppo con questi importi temo non sia possibile fare nulla. Consideri inoltre che nel rinnovare la cessione dovrebbe estinguere anche il pignoramento e la delega.
      Saluti

  11. salve…ho una cessione del quinto e una delega…ho iniziato a pagare le prime rate a maggio del 2009 ( pago 250 euri per ognuna delle 2 rate) … per rinegoziare la cessione del quinto da quello che ho capito devo aspettare 4 anni e cioe’ maggio 2013… rinegoziando la cessione a maggio del 2013 quanta liquidita’ al max potro’ ottenere? e dopo i 4 anni si puo’ rinegoziare anche la delega?

      • Buongiorno Sandro.
        Se la cessione e la delega sono in 120 mesi deve attendere 4 anni per entrambe.
        Non è possibile dirle quanto potrebbe ottenere rinnovandole in quanto dipende dal suo attuale tfr, dal suo stipendio netto e dall’azienda presso la quale presta servizio.
        Saluti.

  12. buona sera

    ho stipulato una cessione per 120 mesi,la prima rata ho iniziato a pagarla a gennaio del 2009,vorrei sapere se attualmente posso rinnovarla
    grazie.

    • Buonasera Paolo.
      Trattandosi di una cessione del quinto stipulata in 10 anni deve attendere 48 rate pagate, per cui la cessione del quinto potrà per legge essere rinnovata a dicembre, ma potrebbe cominciare già a novembre a valutare la richiesta.
      Saluti.

      • grazie per la sua risposta, vorrei chiederle un’altra cosa se posso,avendo in busta paga una cessione appunto e anche una delega di pagamento stipulata circa 2 anni fa'(110 euro x 120 mesi),vorrei sapere se in fase di rinnovo cessione,sono costretto a rinnovare anche la delega
        grazie.

        • Buongiorno Paolo.
          Può rinnovare anche solo la cessione. La delega inoltre non sarebbe rinnovabile in quanto deve pagare ancora due anni per poterla rinnovare.
          Saluti.

  13. Buongiorno ho una cessione del quinto in corso 52 rate pagate,questo mi ha vincolato non solo il tfr in azienda 7000€ circa ma pure il fondo pensione dove l azienda versa ormai da qualche anno il mio tfr a oggi 11000€, circa in piu’ il vecchio fondo pensione di 3500€ che nn mi e stato possibile ritirare quando l azienda e passata al nuovo f. Pensione d appartenenza.Mi chiedo? Rinnovando la cessione e possibile vincolare solamente il fondo dove l azienda versa il mio tfr e lasciarmi libero il tfr restato in azienda + il vecchio fondo pensione. Spero di essere stato abb chiaro grazie

    • Buonasera Luca.
      Tutto il suo tfr viene vincolato, anche quello nei fondi, fino al raggiungimento dell’importo residuo della cessione del quinto. Se deve restituire 10000 euro di cessione e ha 15000 euro di tfr, 5000 li potrebbe ritirare, ma attualmente ritirare il tfr non è cosa semplice. In genere lo si può ritirare in momenti di vera necessità.
      Saluti.

  14. salve mi chiamo stefano ho rinegoziato la cessione del quinto quindi rinnovata. la 48esima rata e’ stata pagata quanto tempo ci vuole prima che l’ente finanziario di dia il saldo tenendo conto che la pratica di rinnovo lo fatta a giugno e che a luglio mi hanno dato anche un anticipo di 2000 euro ora rimangono i 5000 di saldo quanto tempo occorre ad ottenerli cordiali saluti stefano….

    • Buongiorno Stefano.
      Quando si procede al rinnovo, se si tratta di un’azienda privata, occorre che la ditta rilasci una dichiarazione di aver ricevuto il benestare e che la finanziaria che ha notificato ha priorità rispetto ad eventuali altre. In alternativa l’azienda potrebbe rilasciare direttamente il benestare scrivendo che il tutto è vincolato alla chiusura della cessione del quinto in corso. Rilasciato il benestare la finanziaria provvede all’estinzione della cessione del quinto (questa procedura potrebbe essere tardata dalla tempistica per l’ottenimento del conteggio estintivo). Fatta l’estinzione dovrebbe procedere all’erogazione del saldo. A che punto si trova della pratica? L’estinzione è stata già fatta?

  15. Buongiorno Roberto,
    necessito un Suo chiarimento. Ho in corso una cessione del quinto e una delega di pagamento; la cessione del quinto l’ho rinnovata l’ultima volta dopo che la delega di pagamento era già in esistenza. Se dovessi dimettermi dal mio attuale posto di lavoro il mio TFR maturato(non sufficiente a coprire entrambi i finanziamenti) andrebbe a coprire prima la delega di pagamento perchè antecedente al rinnovo della cessione del quinto esatto?
    Grazie spero mi risponda presto

    • Buonasera Maxmilian.
      Non ci sono riferimenti di legge a riguardo per cui potrebbe sia contare la data di stipula del contratto, sia il fatto che la cessione del quinto generalmente ha priorità rispetto alla delega. Spesso si utilizza il criterio temporale.
      Saluti.

  16. salve roberto, volevo un suo parere, siccome o una finanz che piu o meno da 3 anni non sono più riuscito a pagare x via della cassa in azienda, e avendo il 5o con delega il mio saldo era minimo da non potere più pagare, mi hanno già mandato lettere varie recupero crediti, l’ultima qualche giorno fa,volevo sapere, dove si possono attaccare non avendo niente di intestato?? e poi, mi sono rivolto solo telefonicamente, a quelle agenzie stufo di pagare i debiti ecc non so se a presente, cmq mi son stati chiesti 390e subito, e 300e dopo, dicendomi che avrebbero contatt la finanz recup credit e proposto es 1000 e sui 3000 e passa da dare, e cosi facendo avrebbero risolto il problema, e adirittura ne uscirei pulito, ossia non sarei più cattivo pagatore, volevo una sua opinione, visto che a parere mio, se possono fare e sono convinti penso che i soldi dovrebbero chiederli dopo aver risolto il problema e non prima. grazie

    • Buongiorno Alex.
      Credo non ci sia alcun bisogno di rivolgersi ad agenzie di questo tipo. Potrebbe benissimo lei rivolgersi alle finanziarie proponendo un saldo a stralcio, ovvero il pagamento immediato di un importo più basso rispetto al residuo. Tenga presente che se accettassero comunque dovrebbe attendere 36 mesi per ottenere la cancellazione dalle banche dati creditizie, non è possibile che la cancellino prima, queste sono le tempistiche di legge.
      Saluti.

      • salve roberto, grazie per la risp, allora visto che chiedono soldi e in contanti subito, prima di mandare avnti il tutto, alla fine non è nenache tanto regolare, o possono essendo un agenzia di quel tipo? cmq purtroppo , dovrò rifare il 5 in busta, per altri problemi, e farò cosi, saldo e stralcio senza alcuna agenzia, se posso, o meglio, può lei 😀 mi da un consiglio? se il debito e di 3400 mettiamo 3500 prima che possa fare la proposta, quanto dovrò offrire per poter chiudere la cosa secondo lei?? la ringrazio in anticipo

        • Buonasera Alex.
          Non c’è una regola circa l’importo da offrire, dipende da quanto la finanziaria è disposta ad accettare. Potrebbe provare per 2000 euro, al massimo le farebbero una contro proposta di importo più alto.
          Saluti.

  17. Ho un prestito personale in corso regolarmente pagato, fatto due anni fa con santander. Ho anche una cessione del quinto che per il momento non posso rinnovare…con il mio ragazzo vorremmo aprire un bar e vorremmo fare un prestito personale di 30000 euro, secondo voi ce lo possono dare? lavoriamo tutti e due come dipendenti. io percepisco circa 1200 euro, lui 1400. lui non ha prestiti in corso. ha appena finito un finanziamento agos ducato tutto pagato regolarmente. grazie Debora

    • Debora buongiorno,
      ci sono i presupposti perché vi venga concesso questo nuovo prestito personale, ma bisogna valutare il debito residuo sia della cessione del quinto ma anche del prestito personale in corso con santander. Valuti, se il debito residuo del finanziamento santander non è troppo alto, anche un prestito personale di consolidamento debiti, quindi includere nei 30000 euro richiesti anche questo finanziamento.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  18. buon giorno roberto,ho già delega e quinto, sempre se si riferisce a quello, se no cosa sarebbe la delega di pagamento? grazie mille

    • Alex buongiorno,
      la delega di pagamento corrsiponde alla seconda trattenuta in busta paga, quindi al secondo prestito che ha in corso sullo stipendio.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Alex buona sera,
      per il rinnovo della cessione del quinto, come per la delega di pagamento, bisogna rispettare rigorosamente il rimborso delle 48 rate (se il prestito prevedeva un ammortamento in 120 mesi), ovvero il 40% delle rate.
      Se ha necessità di nuova liquidità ha provato a valutare la delega di pagamento?

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  19. salve ho in corso una cqs e una delega che potrei rinnovare avendo trascorsi i 2/5, pero’ ho anche un pignoramento in busta, volevo sapere se posso rinnovare la cqs e delega senza estinguere i pignoramento
    grazie

    • Giancarlo buona sera,
      dipende soprattutto dalla disponibilità della sua amministrazione nel concederle questa possibilità. Se l azienda pretende che con il rinnovo di cessione del quinto e delega venga estinto anche il pignoramento, allora dovrà seguire quanto da loro richiesto. Viceversa potrà valutare se effettivamente può coesistere con le due rate in busta paga.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  20. E’ possibile che anche se ho pagato le rate richieste per il rinnovo la finanziaria non mi faccia la nuova cessione del quinto? come è possibile?
    Giorgio

    • Giorgio buona sera,
      si è possibile e le motivazioni potrebbero essere due. La prima perché se lei lavora per una ditta privata (spa, srl, snc, ecc) e bilanci di questa non sono positivi, la valutazione da parte della finanziaria e assicurazione è peggiorata rispetto a quando lei ha fatto il primo finanziamento. Nei parametri di valutazione di un prestito personale tramite cessione del quinto, il giudizio assegnato alla stabilità dell’azienda è fondamentale per il buon esito della richiesta.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Remo buongiorno,
      il rinnovo della cessione del quinto è subordinato al rimborso di tot rate rispetto il piano di ammortamento del prestito originario. Questo dato equivale al 40% delle rate in ammortamento e pertanto nel suo caso avendo sottoscritto una cessione del quinto in 72 mesi, il rinnovo è consentito dopo il rimborso della ventinovesima rata. Essendo trascorsi circa 3 anni, penso che ci siano i presupposti per rinnovare il prestito in corso.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  21. Salve, ho fatto la cessione del quinto per 10 anni e ho già pagato 40 rate, possono derogare il rinnovo anticipandolo di 8 mesi? So che ne devo pagare 48 ma ho bisogno di soldi adesso.

    Grazie, Ilaria

    • Maria buongiorno,
      il rinnovo della cessione del quinto, lo stesso vale per la delega di pagamento, è vincolato al rimborso dei 2/5 due quinti delle rate rispetto il piano di ammortamento. Questo è previsto dalla normativa e recentemente riconfermata da una circolare di Banca d’Italia. Pertanto non è possibile derogare questa scadenza, ma bisogna pazientare ancora 8 mesi.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  22. salve roberto,forse mi sono spiegato male io mi scusi, non devo licenziarmi,ma forse rinnovare la delega o quinto, volevo sapere, se il contratto che andrò a firmare si riferirà allo stipendio del primo contratto firmato, o allo stipendio attuale. grazie

    • Alex buongiorno,
      ora è tutto chiaro. Nel rinnovo di cessione del quinto e delega la finanziaria calcolerà la nuova rata rispetto all’attuale reddito percepito. Quindi se l’attuale reddito è inferiore a quello percepito a suo tempo, quando ha acceso questi due prestiti personali (cessione e delega), riceverà un netto erogato inferiore rispetto alla precedente operazione e potrebbe essere che in questo momento l’operazione di cessione del quinto e delega non siano rinnovabili perché con i nuovi finanziamenti non matura sufficiente capitale per estinguere i due conteggi estintivi. Questa mia ultima è solo un ipotesi, ma fondata in quanto ad altri nostri clienti non siamo riusciti a rinnovare alla scadenza dei due quinti, il finanziamento in oggetto.
      A disposizione per ulteriori chiarimenti.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  23. salve roberto, auguri 😀 le ho scritto su di un commento xche non trovavo piu questa pagina, mi scusi. volevo chiederle, che si tratti di quinto o delega, il mio primo contratto lo firmato facendo la notte, 1800e netti piu o meno, ora facendo i turni ne prendo al massimo 1400 forse, e volevo sapere, rinnovandolo, quino o delega che sia, viene preso in considerazione lo stipendio della prima firma di contratto, o lo stipendio attuale? anche xche, se decido di rinnovarlo e mi coviene, come liquidità e la rata magari piu bassa , bene, se no con lo stipendio attuale, e le rate che pago, vado a pagare il 50 x cento dello stipendio tra delega e quinto, e andrò per via legale giuduce di pace le proverò tutte, perchè la legge dice un quinto e non che se io firmo il contratto con 1800 mensili dopo 5 anni c’e cassa ne prendo 1300 devo sempre pagare la rata in base hai 1800e e non hai 1300. la ringrazio anticipatamente

    • Alex buna sera,
      tenga conto che successivamente al licenziamento, il TFR accantonato sarà liquidato a favore della finanziaria, di conseguenza il debito residuo della sua cessione si ridurrà se non per il totale importo, per una parte di essa. A questo punto la finanziaria, se il debito residuo era superiore al TFR accantonato, dovrà rinotificare presso la nuova amministrazione, la cessione del quinto che lei aveva già stipulato, quindi dovrà procedere con un nuovo accordo, ovvero una nuova rata. Quest’ultima sarà calcolata sulla base del reddito che andrà a percepire con il nuovo lavoro. Essendo il nuovo reddito più basso rispetto a quello attuale, anche la nuova rata della cessione del quinto di stipendio di adeguerà.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  24. Salve,potrei saxe quando potro’ rinnovare la cessione del quinto stipulate nel settembre 2008?e quanto potrebbe essere elargito ?tenga presente che mi sono steti datti 27,000 € con la prima cessione del quinto!!Saluti e grazie

    • Iganzio buongiorno,
      il rinnovo della cessione del quinto è vincolata al numero di rate rimborsare rispetto il piano di ammortamento sottoscritto. Questo termine è pari al 40% della durata; ad esempio un prestito personale tramite cessione del quinto stipulata in 120 mesi potrà essere rinnovata solo dopo aver rimborsato 48 rate. Pertanto per rispondere alla sua domanda dovrei sapere il numero di rate totali da rimborsare. Presumo, visto l’importo erogato di € 27000, che la cessione del quinto da lei stipulata prevedeva un ammortamento in 120 rate; se così fosse lei potrà rinnovare il quinto ad agosto del 2012. Per determinare il netto erogato a suo favore, a seguito della nuova erogazione, non è semplice se non dopo aver visionato tutta la documentazione reddituale oltre al precedente contratto. I documenti di reddito aggiornati servono per determinare sia il dato TFR aggiornato, sia l’attuale reddito percepito utile a determinare la nuova rata della cessione del quinto. La copia del contratto di cessione del quinto in corso serve invece per calcolare il debito residuo a favore della società finanziaria; all’interno di questo documento si evince il TAN applicato alla pratica, il montante lordo ed il netto erogato.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  25. Salve, ho fatto la cessione del quinto di stipendio un anno fa in 60 mesi. Volevo conferma se fosse vero che posso rinegoziarla fin da subito o se invece devo aspettare 4 anni?

    grazie Diego

    • Diego buona sera,
      allora le hanno creato un po’ di confusione. Per prima cosa il prestito personale tramite cessione del quinto può essere rinnovato solo dopo aver rimborsato il 40% delle rate previste in ammortamento. Viene fatta eccezione per chi ha stipulato un prestito personale tramite cessione del quinto con durata in 60 mesi a condizione che:
      – il cliente rinnovi il finanziamento con una nuova cessione del quinto con durata pari a 120 mesi
      – il cliente in passato non abbia già sottoscritto una cessione del quinto di durata uguale a 120 mesi
      Se rispettate le due condizioni sopra riportate, allora lei può già rinnovare la cessione del quinto. In merito ai 4 anni da lei indicati, forse chi le ha dato questa informazione si riferiva al rinnovo di una cessione del quinto con durata decennale (120) il qui rinnovo è possibile dopo il rimborso del 40% delle rate, quindi 120*40% = 48 mesi = 4 anni

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  26. salve roberto,per fortuna nono lo è ma fino a novembre lo era, anche se a scaglioni. e li hanno bloccato il quinto mentre la delega dicono non sia possibile bloccare, per questo le chiedo se e vero che avendo delega e quinto si possa rinnovare solo la delega e nn il quinto, e xche? grazie

    • Alex buongiorno,
      in presenza di cassa integrazione le confermo che sia la cessione del quinto di stipendio sia la delega non sono prestiti rinnovabili; per quanto riguarda la possibilità di rinnovare solo la delega e non la cessione del quinto, dovrei visionare la documentazione, ma potrebbe essere veritiero in quanto il rinnovo di uno o entrambi i prestiti personali in busta paga (inteso cessione e delega) è vincolato al TFR accantonato e al montante lordo (corrispondente all’importo ottenuto moltiplicando la rata per la durata del prestito) che si può impegnare. Pertanto potrebbe essere che la delega sia rinnovabile per una durata inferiore o il suo debito residuo consenta di rinnovarla senza sforare il valore precedentemente indicato, ovvero il montante lordo. Questi calcoli sono comunque analizzati dagli addetti ai lavori, quindi non vorrei confonderle le idee.
      Pertanto potrebbe verificarsi il caso in cui la cessione del quinto non è rinnovabile mentre la delega si.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  27. salve roberto, volevo sapere se e vero che avendo quinto e delega, nn si può rinnovare il quinto anche se passato il tempo giusto per poterlo rinnovare, ma solo delega. e ciò che mi e stato risposto dalla ragazza alla quale o chiesto, e mi e venuto un dubbio, non e che essendo la delega non bloccabile in caso di cassa integraz e il quinto si, vogliano (fregarmi) dicendo che nn si può???? grz

    • Alex buongiorno,
      per prima cosa vorrei capire se in questo momento la sua azienda è in cassa integrazione.

      Attendo una sua risposta.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  28. Buona sera, ho in corso da quasi tre mesi la mia richiesta di rinnovo della cessione del quinto di stipendio, ma l agenzia a cui mi sono rivolta penso a questo punto che mi stia prendendo in giro. A quanto ho capito stanno provando con diverse finanziarie a rinnovare la mia cessione del quinto, ma non capisco quali siano i problemi. Se quattro anni fa me l hanno concessa, perché adesso devono farmi storie? Cosa mi consigliate? Non ho più tempo da perdere. Grazie a tutti, Daniela

    • Daniela buongiorno,
      rispondere alla sua domanda non è semplice considerato che non ho nessun suo documento da visionare. La cessione del quinto di stipendio è concessa a dipendenti di aziende le quali a loro volta devono soddisfare una serie di requisiti, fra i quali il numero di dipendenti, la ragione sociale, il capitale sociale, la stabilità dell’azienda ed altro ancora. Proprio per questo la prima cosa che mi viene in mente è che quando ha sottoscritto il primo prestito personale tramite cessione del quinto di stipendio erano in vigore certi parametri oggi non più validi. Ad esempio qualche anno fa era possibile concedere un prestito con cessione del quinto a dipendenti di ditte individuali con meno di 16 dipendenti; oggi a questi clienti non possiamo rinnovare la cessione del quinto perché le compagnie assicurative non garantiscono più questo tipo di aziende. Poi potrebbero esistere altri motivi, ma come anticipato dovrei visionare la sua documentazione per darle una risposta più dettagliata.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Andrea buongiorno,
      la cessione del quinto dello stipendio (lo stesso vale anche per la delega) è rinnovabile solo dopo che il cliente ha rimborsato il 40% delle rate previste in ammortamento. Se lei ha in corso una cessione del quinto con durata 120 mesi, pagata la 48 rata lei potrà rinnovare questo finanziamento con un nuovo prestito in busta paga. Viene fatta eccezione per le cessioni del quinto fatte in 60 mesi per le quali il dipendente o pensionato potrà richiedere fin da subito il rinnovo (l’importante che in precedenza il dipendente o pensionato non ha già ottenuto una cessione del quinto in 120 mesi).

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  29. L’Agenzia delle Entrate,nel ‘99 mi ha pignorato il quinto della mia pensione per un presunto debito d’imposta sub Judice.
    Avendo la necessità di un finanziamento vorrei sapere,se possibile,se posso stipulare la cessione del quinto per 120 mesi così come previsto dalla Legge.
    Grazie se riterrete di rispondere o almeno, se posso interrompere tale abuso e in che modo.
    Claudio Ferrari-Lecce.
    Tel 08*****
    Cell. *********

    • Buonasera Claudio.
      E’ possibile stipulare una cessione del quinto sia in coesistenza che andando a chiudere il pignoramento in corso. Tale decisione, però, deve prenderla l’azienda. La sua azienda potrebbe acconsentire alla cessione del quinto e ad una seconda trattenuta in busta paga in coesistenza con il pignoramento (potrebbe anche limitare la rata della cessione), oppure potrebbe acconsentire alla cessione del quinto previa estinzione del pignoramento in corso.
      Saluti.

  30. buon giorno sono rosario
    vorrei una risposta alla mia domanda,siccome io ho in corso un prestito col 5 dello stipendio e ho gia pagato 8 rate rimangono 68,la durata del prestito finirebbe il 10/2016 e pago 140.00 mensili posso avere un altra cessiome?quanto posso richiedere?attendo una vostra ris a breve cordiali saluti rosario

    • Buongiorno Rosario,
      se ho capito bene lei ha fatto una cessione del quinto dello stipendio con residue 68 rate; presumo che la durata iniziale fosse di 72 mesi, quindi per poter rinnovare questo prestito deve aspettare lo scadere dei 2/5 (40%) uguale a 29 rate rimborsate. Prima di questa scadenza non è possibile rinnovare la cessione del 5. In alternativa potrebbe richiedere alla sua azienda se le concedono un prestito tramite delega di stipendio, ovvero la seconda trattenuta in busta paga.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  31. salve le volevo chiedere posso rinnovare cessione v inizio settenbre 2008 contratto x 96 rate quando posso rinnovalve anche presso voi grazie x la risposta

    • Buona sera Rocco Simone,
      la cessione del quinto di stipendio è un prestito personale rinnovabile solo dopo che siano state rimborsate un tot di rate, più precisamente il 40%. Nel suo caso, avendo sottoscritto un prestito di 96 mesi, potrà rinnovare la cessione del quinto una volta che sono state rimborsate 38 rate; essendo partita la prima trattenuta a settembre del 2008, con noi o con altri potrà rinnovare la cessione solo a novembre 2011. In alternativa potrebbe valutare il prestito tramite delega, ovvero con una seconda trattenuta in busta paga, ma questo prestito è concesso solo se l’azienda per cui è dipendente l’autorizza.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  32. salve mi chiamo Della Porta Rino io ho avuto un prestito con la cessione del quinto durata 48 rate e pagate 7 volevo sapere se potevo avere un altro quinto ho gia chiesto in ditta e mi hanno rilasciato la delega dello stipendio per la seconda trattenuta quindi riuscirei ad averne un altro

    • Rino buona sera,
      non ho capito bene…la sua ditta le ha concesso la possibilità di richiedere un nuovo prestito prestito personale tramite delega o ha già in corso, oltre alla cessione del quinto anche la delega? Nel primo caso, fatto salvo il TFR maturato ed il valore della ditta in cui lavora, la sua richiesta potrebbe essere presa in considerazione. Nel secondo caso, avendo sia cessione che delega, l’unica alternativa è rinnovare la cessione del quinto di stipendio ma non essendo trascorsi i 2/5 della durata /40%) non è tecnicamente possibile rinnovarla.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  33. ho già una cessione del quinto fatta da 3 anni circa con una delega fatta da 40 mesi la posso rinnovare? sono un carabiniere con 26 anni di servizio grazie

    • Carlo buongiorno,
      la cessione del quinto, come la delega di stipendio, può essere rinnovata solo dopo che siano trascorsi i 2/5 della durata del contratto, ovvero il 40%. Lei potrà rinnovare sia la cessione che la delega alla scadenza del termine suddetto. Se la cessione la sottoscritta con durata decennale, allora dovrà pazientare la scadenza della 48° rata.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  34. è possibile un rinnovo di cessione del quinto se un dipendente ha in corso una cessione con durata 48 mesi e non ha mai fatto in passato una cessione del quinto in 120 mesi? oppure questa eccezione vale solo per le cessioni di 60 mesi?

    • Rosalia buongiorno,
      una persona può rinnovare la cessione del quinto con durata 48 mesi deve solo dopo il rimborso della 19° rata, ovvero trascorsi i 2/5 del piano di ammortamento prestito. Nel SOLO caso delle cessioni del quinto stipulate in 60 mesi è consentito il rinnovo ante-termine, ovvero prima dei 2/5 (24 mesi), a condizione che la nuova cessione sia di durata 120 mesi e che in passato il richiedente non abbia mai sottoscritto altre cessioni del quinto di analoga durata. Nel suo caso pertanto potrà rinnovare la cessione allo scadere della 19° rata. In alternativa, se l’amministrazione della sua ditta lo consente, potrà richiedere nuova liquidità tramite la delega di stipendio (seconda trattenuta in busta paga).
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  35. salve mi chiamo simone e ho in corso una cessione del v da circa 1 anno con durata di 60 mesi… vorrei rinnovarlo e chiedevo appunto se è possibile farlo e se posso rivolgermi ad un’altra finanziaria…aspetto notizie grazie…

  36. SALVE VORREI SAPERE SE I 48 MESI NEL CASO CESSIONE DECENNALE DEVONO TRASCORRERE DALLA DATA DEL CONTRATTO O DA INIZIO PAGAMENTO….
    DISTINTI SALUTI

    • Salvatore buongiorno,
      i 48 mesi (2/5 della durata), per prassi, si riferiscono al numero di rate rimborsate alla finanziaria.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  37. Salve, ho contratto una cessione per anni 5 con l’inpdap adesso posso rinegoziare la cessione con altro istituto per 10 anni? Se si potrebbe indicarmi l’articolo della legge in quanto la mia amministrazione mi ha negato il tutto dicendomi che devo aspettare almeno 2 anni grazie

    • Teresa buongiorno,
      Art. 39 legge 180 del 1950: questo articolo norma il rinnovo dei prestiti tramite cessione del quinto di stipendio. Nello specifico se un dipendente ha in corso una cessione con durata 60 mesi e non ha mai fatto in passato una cessione del quinto in 120 mesi, può rinnovarla dopo 12 rate rimborsate con una nuova cessione in 120 mesi.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  38. Salve sono una pensionata e ho fatto la cessione del quinto nel 2009 conduata decennale. Avei bisogno di una ulteriore liquidità di basso importo. Come posso fare?Grazie! maria

    • Maria buona sera,
      la cessione del quinto sulla pensione non potrà rinnovarla prima del 2013, ovvero solo dopo che sono trascorsi i 2/5 della durata del contratto (il 40%). Se non è segnalata come cattivo pagatore in banca dati per altri prestiti in corso o sostenuti in passato, può ottenere nuova liquidità richiedendo un prestito personale.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  39. buonasera, ho cessione del quinto di 48 mesi enon ho pagato ancora i 2 quinti, posso accedere a una cessione decennale contratta per la 1 volta?
    la vecchia finanziaria si puo rifiutare di estinguere accettando estinzione dalla nuova finanziaria e dunque darmi la liberatoria?
    grazie

    • Pippo buona sera,
      il rinnovo della cessione del quinto di stipendio è procedibile solo in due casi, o nel caso in cui sia trascorso il 40% della durata del contratto o per le cessioni del quinto con durata 60 mesi, rinnovarle in 120 mesi.
      Altre soluzioni non sono percorribili e penso sia difficile trovare oggi un istituto di credito disposto a procedere in tal senso in quanto andrebbero contro le disposizioni di banca d’Italia.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  40. Salve sono un pensionato fiat, vi chiedo se alla cessione del V che ho già fatto era possibile ottenere ulteriori prestiti e se si quali. Grazie

    • Peppino buona sera,
      la categoria pensionati può accedere al credito tramite cessione del quinto della pensione o tramite un prestito personale. In quest’ultimo caso il richiedente non deve superare i 75 anni di età alla scadenza del contratto di finanziamento.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  41. sono in un problema molto grave ho il mutuo piu finaziarie che mi afatto aprire la banga, come posso risolvere il broblema. ge qualche banga che mi puo aiutare in questo sono veramende disperato per questa cosa, lavoro con una azienda ma e una azienta individuale come posso fare richiedere un prestito,per pagare tutto e avere una sola rata da pagare?GRAZIE

    • Roberto buona sera,
      se lei non è segnalato come cattivo pagatore può richiedere un prestito personale di consolidamento debiti; nel caso contrario, essendo dipendente, avrebbe diritto a richiedere un prestito tramite cessione del quinto di stipendio, ma se ancora oggi lavora per una ditta individuale, non credo ci siano molte possibilità di essere finanziato.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  42. ho fatto una cessione del quinto nel 2006/2007 per 10 anni Ora ho un esigenza improvvisa e volevo sapere se era possibile avere un ulteriore prestito senza pero’ far intervenire il mio datore di lavoro Faccio presente che sono un cattivo pagatore e che non posso chiedere un prestito con delega perchè la mia azienda non li accetta e cio’ è tassativo
    Grazie cordiali saluti
    Giusy

    • Giusy buona sera,
      essendo segnalata in banca dati come cattivo pagatore l’unica soluzione è accedere al credito tramite il prestito cessione del quinto di stipendio.
      Se ha sottoscritto la cessione del quinto nel 2006 o 2007, oggi sicuramente è possibile rinnovare questo finanziamento.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  43. ho già fatto due richieste x un prestito personale presso di voi.
    mi avete mandato un e-mail dicendomi che sarei stato contattato dai vs. consulenti al più presto. ma fino ad ora nessuno si è ancora messo in contatto con me. siete forse andati in ferie?. la 1 richiesta è datata 26-7-20010.
    CORDIALI SALUTI.

  44. Salve ho una cessione del v fatta 25 mesi fa’ della durata di 72 mesi,e volevo farne un ‘altra saldando quella vecchia.Volevo sapere se si puo’ fare. grazie

    • Fabrizio buona sera,
      la cessione del quinto, eccetto quelle stipulate in 60 mesi, possono essere rinnovate solo dopo che sia trascorso il 40% della durata.
      Nel suo caso potrà rinnovare la cessione del quinto dopo che sono state pagate le prime 28 rate (72 mesi*40%=28 rate).
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  45. Salve. ho fatto richiesta di un prestito per consolidamento debiti piu liquidita ma e stato rifiutato in quanto dicono che ci sia una segnalazione in cui dice leggero superamento dei limiti di spesa carta revolving. Da controlli che ho effettuato mi sono accorto che ho superato i limiti di spesa di un carta revolving di 200 euro circa senza volerlo, esubero ad oggi gia rientrato, dato che sono in possesso di un’altra carta simile che raggiunto il limite si blocca in automatico pensavo che era la stessa procedura che si bloccava, ora mi chiedo puo essere mai che mi bloccano un finanziamento per questo motivo? non sono un cattivo pagatore ne altro sempre puntuale nei pagamenti c’e una soluzione, ho fatto varie ricerche sul web per vedere precedenti ma non ho trovato niente, cosa posso fare grazie cordiali saluti

    • Lucio buongiorno,
      la segnalazione in banca dati anche per sconfino di carta di credito è un problema ostativo per il buon esito della domanda di finanziamento.
      A questo punto può, se lavoratore dipendente assunto con contratto a tempo indeterminato, richiedere un prestito tramite cessione del quinto di stipendio o pazientare l’aggiornamento delle banche dati.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  46. Buongiorno,
    ho una cessione con delega di durata 8 anni iniziata da pochi mesi (5). Vorrei sapere se è possibile rinegoziare il tutto allungando la durata del prestito a 120 mesi e ottenere liquidità (5000€) per una necessità improvvisa.
    grazie

    • Michele buona sera,
      se ho capito bene lei ha in corso sia una cessione del quinto che la delega fatte circa 8 mesi fa in 84 mesi. Per legge la cessione del quinto di stipendio o la delega di stipendio possono essere rinnovate solo dopo che è trascorso il 40% della durata; nel suo caso non prima dei 33 mesi. L’unico caso in cui viene concesso il rinnovo della cessione o delega è quando un dipendente ha richiesto per la prima volta la cessione del quinto con durata di 60 mesi. In questo caso non si rispetta il limite del 40% ma è possibile rinnovarla fin da subito, ma a condizione che la durata del nuovo contratto di cessione sia pari a 120 mesi.
      Distinti saluti
      Roberto Badiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*