Ipoteca Cos’è e Come Cancellarla 3 Cose da Sapere

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Ipoteca sulla CasaIpoteca Cos’è e Come Cancellarla 3 Cose da Sapere

Hai un’ipoteca sulla casa? Vuoi scoprire quando toglierla e come fare? Forse anche tu come molti italiani hai acquistato casa e ti ritrovi ad avere quest’obbligo sul tuo immobile, vuoi cancellarla e ti chiedi se è possibile?

Tranquillo, la risposta è Sì è possibile in questo articolo vedremo i tipi di ipoteche che esistono, come cancellarle e i tempi da rispettare.

Se hai delle domande particolari scrivi sul nostro blog un nostro operatore in maniera del tutto gratuita sarà pronto a risponderti, potrai accedere allo spazio dedicato ai commenti degli utenti o cliccando qui o semplicemente scorrendo in fondo alla pagina .

3 Sono almeno le cose da sapere in merito a quest’argomento:

1 Cos’è l’Ipoteca e i vari tipi di Ipoteca Esistenti

2 Cancellazione o Estinzione dell’Ipoteca

3 Come Cancellare l’Ipoteca

1 Cos’è l’Ipoteca e i vari tipi di Ipoteca Esistenti

Innanzi tutto bisogna specificare che l’Ipoteca è il diritto reale di garanzia costituito a favore di un creditore per la sua tutela, dandogli il diritto di confiscare, pignorare il bene oggetto dell’impegno o della compravendita.

Dall’origine di tale obbligo possiamo distinguerne 3 diversi tipi:

  • Ipoteca volontaria: è un impegno voluto da uno o da entrambe le parti. ( Ad esempio è quella che accetto quando sottoscrivo un mutuo con la Banca)
  • Ipoteca legale: tale obbligo arriva nel momento in cui chi acquista un determinato bene non ne paga l’intero prezzo stabilito, o quando degli eredi una volta suddiviso il patrimonio, lasciano in sospeso dei pagamenti, non rinunciando alla loro eredità. I casi specifici che prevedono tale iscrizione sono elencati dall’art. 2817 del codice civile che puoi analizzare cliccando qui .
  • Ipoteca giudiziale chiamata anche da sentenza: tale obbligo non è volontario ma viene stabilito, decretato da un giudice, chiamato in causa da un creditore perché il debitore non paga.

E’ giusto specificare che una volta costituita l’ipoteca su un bene immobile è essenziale per la validità la sua iscrizione presso i registri immobiliari della Conservatoria.

2 Cancellazione o Estinzione dell’Ipoteca

Estinguere un’ipoteca significa renderla nulla, questo ad esempio è quello che avviene una volta pagato l’intero debito per il quale era stata costituita, ma questo non coincide con il fatto che venga anche cancellata dai registri, e che quindi nessuno la veda tramite una visura ipotecaria.

Il codice civile (all’art 2878 che puoi leggere cliccando qui) stabilisce che questa garanzia è estinta quando:

  • Il debito viene totalmente pagato
  • Sopraggiunge il termine fissato per l’ipoteca
  • Si presenta una delle circostanze in precedenza stabilite che avrebbero portato a rimuovere tale impegno
  • Il creditore stesso rinuncia a questa garanzia
  • Passano 20 anni dall’iscrizione dell’ipoteca e non viene richiesto il rinnovo (in questo caso l’obbligo cade in prescrizione)
  • Il bene ipotecato per un qualche motivo cessa di esistere
  • E’ il Tribunale che stabilisce la revoca di tale impegno

Una volta analizzati i vari casi che portano all’estinzione dell’ipoteca, e ovvio che ti preme sapere come poterla anche cancellare, e quindi distruggerla completamente anche in vista di un eventuale compravendita.

Per pulire i registri da tale iscrizione è doveroso capire che tipo di ipoteca abbiamo, di seguito tratteremo quest’argomento, se ti è venuto qualche dubbio o vuoi capire meglio qualcosa puoi tranquillamente scrivere sul nostro blog, un nostro operatore ti risponderà prontamente.

3 Come Cancellare l’Ipoteca

Depennare da ogni registro la nostra ipoteca sarà possibile ma per sapere come fare è essenziale prima identificare la tipologia dell’obbligo e muoverci di conseguenza.

E’ possibile togliere un’ipoteca Volontaria in due modi:

Per esempio è quello che avviene una volta finito di pagare il mutuo, sarà la finanziaria entro 30 giorni a comunicare agli uffici di competenza l’avvenuta estinzione del prestito, e in tale caso non vi sarà alcun costo a carico del cittandino.

  • Con atto notarile, per delle circostanze particolari o per la tipologia di contratto che è stato sottoscritto, potrebbe essere necessario l’intervento di un notaio che redigerà un documento chiamato atto di assenso alla cancellazione di ipoteca, le spese previste per tale operazione saranno unicamente a carico del debitore.

Che dire se invece si vuole annullare,un’ipoteca giudiziale?

In questo caso si dovrà seguire una procedura in tribunale per poter acquisire l’ordine di cancellazione della sentenza, ovvero dell’ipoteca stessa, a suo tempo stabilita da un magistrato.

Non sarà una procedura velocissima ma se il debito è stato interamente pagato avrà un esito positivo.

Dunque se ti trovi in una di questi casi e non sai come venirne fuori o vuoi dei consigli su come muoverti sui costi e i tempi scrivi sul nostro blog un consulente specializzato sarà a tua disposizione.

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *