Garante Prestito Personale: Responsabilità?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Garante Prestito Personale: Responsabilità e opportunità per chi firma una fidejussine di garanzia

In questo articolo vi forniremo tutte le informazioni necessarie per una maggiore e completa informazione riguardo la firma di garanzia per un finanziamento o un mutuo. I temi trattati sono:

  1. responsabilità del garante
  2. quando deve intervenire
  3. come ottenere nuova liquidità tramite un finanziamento, se quello in corso non viene regolarmente rimborsato
  4. come verificare se si è segnalati in Crif
  5. recupero crediti: come gestire la questione
  6. svincolo della firma di garanzia, quando è possibile

La firma di garante nel prestito personale è un azione da valutare in modo molto scrupoloso. Chi firma da garante per un prestito personale o in generale nei finanziamenti è vincolato per tutta la durata dello stesso; proprio per questo il garante dovrà preoccuparsi:

– che il prestito personale sia pagato con regolarità mese dopo mese

– di pagare le rate, nel caso in cui il richiedente del prestito personale non ne sia in grado.

Spesso il garante di un prestito personale sottovaluta questi due aspetti, in particolar modo non richiede aggiornamenti al richiedente del prestito personale circa l’andamento del regolare ammortamento del finanziamento. Diverse volte i nostri lettori ci hanno scritto sul blog “ho firmato da garante ad un amico, non mi ha avvisato che non stava più pagando le rate di un prestito personale, ma non lo ha fatto neanche la finanziaria…adesso mi trovo segnalato in Crif“.

La finanziaria che ha erogato il prestito personale non avvisa il garante del mancato pagamento o ritardo di pagamento delle rate del finanziamento; è una responsabilità dello stesso garante di appurare la puntualità del pagamento delle rate del prestito personale. Nel caso in cui il richiedente del finanziamento non fosse più disposto, per scelta o per disponibilità, a pagare le rate del prestito personale, il garante dovrà per tutta la durata dell’ammortamento, far fronte al pagamento delle rate. Al garante rimane il diritto di rivalsa sul richiedente del prestito personale in base a quanto stabilito dal codice civile, precisamente agli artt. 1950 – 1951 – 1952 – 2871.

Ottieni il Prestito Online 4Credit

Garante Prestito Personale: Quando deve intervenire?

Come detto poc’anzi, il garante ha la responsabilità di verificare il regolare ammortamento del finanziamento in essere ed, in caso di inadempienza del primo richiedente, dovrà intervenire, entro la scadenza prevista dal contratto di prestito, a pagare le singole rate. Questo dovrà perdurare, se fosse necessario, per tutta la durata del finanziamento. In poche parole il garante deve assicurare alla finanziaria o alla banca la piena solvibilità, nel rispetto dell’accordo sottoscritto.

Nel caso in cui il garante paghi una o più rate, se lo riterrà necessario, potrà richiedere al primo richiedente la restituzione della o delle somme anticipate. La finanziaria o banca non entrerà nel merito di questa decisione, ne si preoccuperà di avvisare il garante di eventuale morosità del primo richiedente.

Garante Prestito Personale: Quando viene segnalato?

Se un finanziamento o mutuo non viene pagato alla scadenza mensile prevista dal piano di ammortamento, tutte le persone coinvolte nel prestito saranno segnalate nelle banche dati (Crif, Experian, CTC) come cattivi pagatori. Questa segnalazione impatterà anche sul garante che potrà risultare iscritto in queste black list per una responsabilità indiretta. Come vedremo nei prossimi punti, essere segnalati come cattivo pagatore può ridurre le possibilità di accesso al credito.

Garante Prestito Personale: Se il prestito personale non viene pagato, posso ottenere un nuovo finanziamento?

Per chi è segnalato come cattivo pagatore esiste la possibilità di ottenere nuova liquidità; questa soluzione è rivolta ai soli lavoratori dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato e ai pensionati. Con 4Credit, anche se segnalato, ottieni un nuovo finanziamento anche in presenza di queste segnalazioni. Per maggiori dettagli circa l’offerta e le condizioni, contattaci adesso.

E’ sufficiente compilare le poche informazioni presenti nel modulo di contatto; entro 24 ore un nostro esperto si metterà in contatto diretto con te per verificare la concreta possibilità di soddisfare le tue esigenze di denaro. La richiesta è gratuita e senza impegno; i tuoi dati, trattati nel rispetto delle normative vigenti in materia di privacy, non saranno segnalate alle banche dati creditizie come Crif ed Experian.

Avrai un consulente personale che ti seguirà passo passo, fino all’erogazione del tuo nuovo finanziamento. Con lui potrai concordare anche una consulenza a domicilio. Scopri adesso i nostri vantaggi!

Ottieni il Prestito Online 4Credit

Garante Prestito Personale: Come verificare se sono segnalato?

Di seguito riportiamo un link di un nostro articolo nel quale forniamo diverse informazioni relative a questo tema (http://www.4credit.it/4blog/elenco-cattivi-pagatori-ecco-come-accedere-a-crif.html). Verificare l’effettiva segnalazione nelle banche dati è di certo una certificazione rispetto il proprio profilo creditizio nelle banche dati. Essendo una possibile penalizzazione rispetto alla possibilità di ottenere un nuovo prestito personale. consigliamo, qualora esistessero dubbi, di appurare la propria posizione.

Garante Prestito Personale: Come gestire il recupero crediti?

Quando un finanziamento o mutuo non viene pagato, anche al garante tocca sopportare le pressioni delle società di recupero crediti. Queste, avendo acquisito il credito o semplicemente essendo incaricate dal creditore (sia una finanziaria o una banca), si attivano in ogni modo al fine di recuperare il credito non pagato regolarmente. In questi casi, se il primo richiedente non può o non vuole saldare il debito ancora in essere, il garante dovrà intervenire in tal senso onde evitare eventuali ripercussioni che potrebbero arrivare fino al pignoramento del reddito o di altri beni fino al recupero del totale credito.

Il garante infatti è responsabile di tutta la somma ancora da rimborsare alla finanziaria o banca, non di una parte. Nel caso in cui intervenga per una somma o per tutto i debito, il garante potrà agire nei confronti del richiedente al fine di ottenere la restituzione del credito anticipato. Quindi se ad esempio Mario ottiene un finanziamento dalla società finanziaria ABC e Luca firma da garante, nel caso in cui Mario (richiedente) non paghi le rate, Luca (garante) dovrà rimborsare il debito non saldato. Successivamente Luca (garante) potrà agire legalmente nei confronti di Mario (richiedente) al fine di ottenere la restituzione della somma anticipata.

Garante Prestito Personale: Posso svincolare la mia firma dal finanziamento?

Diversi nostri lettori ci chiedono se possono chiedere ed ottenere lo svincolo della propria firma. Analizziamo le due casistiche:

  1. finanziamento in regolare ammortamento: le possibilità in questo caso sono maggiori, ma logicamente la finanziaria o la banca cercherà di mantenere le proprie garanzie al 100%, quindi non sarà semplice e scontanto ottenere lo svincolo. Questa possibilità si può concretizzare maggiormente se il finanziamento in oggetto è vicino alla fine ammortamento o se il richiedente sostituisce la firma del garante con una terza persona altrettanto affidabile. Potrebbe essere anche valutata questa condizione nel caso in cui il richiedente metta a disposizione una somma di denaro.
  2. finanziamento con irregolarità: in questo caso ovviamente le possibilità sono ridotte. Il creditore, certo delle difficoltà nel rimborso regolare, cercherà di mantenere tutte le sue sicurezze. Potrebbe accettare se il garante offrisse una somma, anche parziale, a saldo del debito. Questo può verificaresi quando un debito non pagato da diverso tempo, quindi tecnicamente all’incaglio/sofferenza, crea difficoltà anche al creditore o quando lo stesso ha ceduto il contratto ad una società di recupero crediti. Il garante può offrire una somma inferiore rispetto al debito residuo, proponendo un’offerta saldo e stralcio.

Se hai una domanda, qui sotto hai la possibilità di scriverci il tuo quesito. Il box è in fondo alla pagina; prima troverai commenti di altri nostri lettori.

Hai bisogno di nuova liquidità? Scegli 4Credit.

Ottieni il Prestito Online 4Credit

4Credit

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

78 comments

  1. Mia sorella ha fatto da garante al marito per un prestito personale, a distanza di circa due anni con i pagamenti effettuati regolarmente, il marito è deceduto improvvisamente non per cause non naturali. Mia sorella deve continuare a pagare per il marito il debito residuo?. Il prestito per completezza di informazioni era assicurato.

    • Roberto buongiorno,
      nel frattempo è consigliato che sua sorella continui a pagare le rate per evitare segnalazioni. Contestualmente deve interpellare la compagnia assicurativa per chiarire se e in che termini interverrà al fine di coprire il sinistro verificatosi.

      Distinti saluti
      4Credit

  2. 10 anni fa firmai da garante ad un amico un prestito di 6000 euro ne pago soltanto 2000 .Poi la banca mi chiamò per saldare il conto. .Io garante mi misi d’accordo con la banca e versai 3000 euro per il saldo . Chiusi il prestito. Io ora mi chiedo possibile che alla banca bastasse solo la mia firma per chiudere ? Potrei fare qualcosa per farmi restituire i i soldi che ho pagato dal richiedente dopo tutto questo tempo? Grazie

    • Letizia buongiorno,
      si lei può richiedere al primo debitore la restituzione delle somme da lei versate. Si attivi se ne vale la pena, se questa persona ha un reddito o comunque se esistono i presupposti per rientrare concretamente della somma anticipata a suo nome.
      Ad ogni modo, prima di ogni azione, si consulti con un legale.

      Distinti saluti
      4Credit

  3. Buonasera
    Ho firmato circa 7 anni fà dei documenti a mio marito senza informarmi di cosa si trattasse.
    Dopo diversi anni ho saputo (da lui) che erano delle firme apportate (da garante) su un contratto per un prestito aziendale erogatogli dalla banca (quindi lui il richiedente)
    Di questo prestito aziendale, di un totale di 60 rate che venivano addebitate su un conto corrente, lui ne ha pagate 33 dopodiche per diversi problemi ha dovuto chiudere questa attività commerciale ciò nonostante la banca gli chiudesse tutti i suoi conti correnti, lui scrisse a mezzo Fax alla banca come poter, comunque, continuare a pagare regolarmente le suddette rate e precisamente sulla ricevuta del Fax chiedeva come poter pagare la rata n.34 di 60 sottolineando di voler essere contattato.
    Da lì mai nessuna risposta dalla banca nonostante lui sia in possesso della ricevuta del Fax con esito ok e se non ricordo male anche la ricevuta della raccomandata.
    Con questo vi chiedo io non sono mai stata in quella banca a firmare nessun contratto e non potrà mai esserci in quella banca una registrazione video che attesti che io sia mai entrata li a firmare qualcosa, in più non ho mai ricevuto un sollecito di pagamento da questa banca e precisamente intendo dire che non ho mai firmato una ricevuta di sollecito di pagamento dal postino, anche se mio marito mi ha detto che delle semplici lettere di sollecito a mio nome sono arrivate ma ha sempre evitato di darmele perché stava tentando di risolvere questa cosa senza farmene preoccupare… posso in qualche modo svincolarmi da questa firma a garanzia che “”misi”” mi sento danneggiata su questa cosa non solo da mio marito, che devo dire è sempre stato precisissimo nell’onorare i suoi debiti fin quando, purtroppo, è stato vittima di “truffatori” e così sono subentrare delle difficoltà economiche serie, ma dicevo, mi sento danneggiata anche dalla banca in quanto sà benissimo che io non sono mai stata li a firmare un contratto per nessuno e davanti a nessuno e che in effetti non ha mai provato a rintracciarmi “seriamente” riguardo a questo contratto e non lo ha fatto ancora oggi a distanza di anni, in conclusione vorrei sapere se corro dei rischi, avendo una macchina, e se addirittura posso “aggredire” la banca per aver stipulato un contratto senza la mia presenza
    Grazie mille in anticipo

    • Buongiorno Luisa,
      la normativa riguardante l’adeguata verifica della cliente è molto articolata e cerca in modo chiaro e cristallino di precisare un fatto, il cliente deve essere identificato. Con questo non voglio dirle che lei oggi ha diritto di svincolarsi dalla firma di garanzia perché il funzionario della banca che ha provveduto alla raccolta firme, potrebbe averla incontrata anche fuori dalla sede della banca.

      Diverso sarebbe stato il caso in cui le firme sui documenti fossero state apocrife, ovvero false. In questa ipotesi avrebbe potuto dimostrare, dopo un’adeguata perizia, la non autenticità delle stesse.

      Concludo dicendo che la strada meno indolore è trovare un accordo transativo con questo istituto, ad esempio un offerta a stralcio sul debito. Optare per una causa potrebbe costarle, tempo, denaro e non aver la certezza del risultato.

      Distinti saluti
      4Credit

  4. Salve, volevo sapere se mio fratello, che mi fa da garante per un finanziamento di 25000, fra un anno dovesse chiedere un finanziamento, ha problemi nel poterlo ricevere, anche se io sono regolare nei pagamenti delle rate, come intendo essere.
    Grazie.

    • Moira buongiorno,
      si, potrebbe considerato che è già impegnato con il suo prestito, anche se regolarmente pagato. Ovvio che bisogna considerare anche il suo reddito mensile, la sua storicità in banca dati ed altro ancora.

      Distinti saluti
      4Credit

  5. Salve, la mia domanda è : puó il contraente principale in accordo con la finanziaria cambiare l’importo delle rate e la durata del prestito senza avvisare il garante? Mi viene chiesta una somma dalla finanziaria per mancato pagamento per un periodo diverso da quello contrattuale perche modificato due anni fa senza avvisarmi. Grazie

    • Paola buongiorno,
      è compito del garante monitorare il regolare ammortamento del finanziamento, così delle eventuali variazioni del contratto. Avrebbe dovuta avvisarla il richiedente, non l’istituto.

      Distinti saluti
      4Credit

  6. buonasera, può una finanziaria scrivermi per un credito personale che ho garantito dopo un silenzio di oltre 10 anni dalla scadenza del finanziamento?(non onorato dal debitore garantito

  7. Buonasera,ho una grandissima problema,in 2011 ho fatto il garante al mio compagno,per la macchina…Non siamo stati d’accordo e siamo lasciati un ano dopo…Settimana scorsa mia arivato una lettera raccomandata che io devo pagare 1.642 euro in 20 giorni…Ho provato ad contattare questa persona non riesco a mettermi in contatto con lui,per farlo pagare…Io non lavoro,non ho un conto corrente..Cosa mi può succedere..

    • Maria buongiorno,
      non possono farle nulla. Ciò che le consiglio è trovare un punto di incontro con il suo ex compagno ed in tutti i casi, considerato l’importo da saldare, cercate di regolarizzare la posizione.

      Ma 1.642 euro è il debito totale o parte delle rate non pagate?

      Distinti saluti
      4Credit

  8. buon giorno un paio di anni fa ho fatto da garante per un un mio parente per un prestito personale intestato solo a lui non avendo pagato le rate del finanziamento ,io sono intervenuta pagando diverse volte volte ma poi a causa di vari problemi economici non o piu’ potuto pagare neanche io,in seguito la finanziaria tramite societa recupero crediti a fatto firmare delle cambiali all’intestatario principale del finanziamento ,nel frattempo lui a perso il lavoro e ora prende la disoccupazione ,nel caso lui non paghi le cambiali possono rivalersi ancora su di me,io o in attivo gia una cessione del quinto sul mio stipendio,cosa mi potrebbe accadere? grazie in anticipo per la vostra risposta

    • Buongiorno Margi.
      Il contratto originale ancora prevede che lei rimborsi i pagamenti e l’accordo preso non sostituisce probabilmente il contratto originale. Non avendo firmato il secondo accordo Lei non rischia il protesto, ma ancora possono chiedere a Lei di rimborsare il finanziamento. Nella peggiore delle ipotesi può andare incontro al pignoramento del quinto dello stipendio e/o di altri beni di proprietà. Le ricordo successivamente la facoltà di applicare il diritto di rivalsa nei confronti del richiedente.
      Saluti.

  9. BUONGIORNO…volevo un informazione siccome ho fatto un prestito è non è andato a buon fin. volevo sapre siccome la busta paga ke lo devo fare nn è impegnata e può passare o e difficcile

  10. Giorno, le espongo un caso che sta affliggendo un mio amico. Si fidanza e convive per 6 mesi con questa ragazza. Contratto di locazione intestato a lei, lui viene inserito da garante pur non avendo un contratto a tempo indeterminato(cosa veramente strana). I due si mollano ed ovviante lui vuole liberarsi da questo impegno morale ed economico. Può farlo? Parliamo di un contratto 1+1 che fra qualche settimana si rinnoverà in maniera tacita. Questa situazione lo fa soffrire molto. Io pensavo di farlo rivolgere ad un avvocato al fine di far firmare a lei una lettera di liberazione da questo gravoso impegno in quanto non più fidanzati. Cordiali saluti attento la vostra risposta. Buona giornata. Siete veramente gentili nel dare questo servizio online alle persone 🙂

    • Buongiorno Andrea.
      Il contratto si rinnova tacitamente, ma comunque è possibile dare disdetta anche se con un determinato preavviso previsto da contratto. Detto questo, anche se l’ex fidanzata del Suo amico lo “svincolasse”, la cosa non avrebbe valore legale in quanto deve essere il proprietario dell’immobile a svincolare il Suo amico.
      Saluti.

  11. Salve, volevo sapere.. se faccio da garante per un prestito e questa persona malaguratamente dovesse venire a mancare, avendo pero’ la stessa degli immobili, la banca o chi per essa sfruttera’ l’eredita a saldo del debito o fara’ pressioni sul garante? Grazie.

    • Buongiorno Giuseppe.
      Il garante è responsabile dei pagamenti per cui generalmente solo in caso di mancato pagamento la finanziaria agirebbe sui beni ereditati, ma molto più probabilmente si rivolgerebbe al garante.
      Saluti.

  12. Buongiorno,
    la mia compagna ed io abbiamo fatto un prestito di 20000€ servito in prima battuta a farle cambiare lavoro e rimanere 6 mesi a casa senza stipendio e successivamente all’arredamento della casa nuova che abbiamo preso in affitto. Contiamo anche le spese mediche che sono servite a lei per un problema di salute.
    Ci siamo lasciati ed ora mi ha intimato di non pagare le rate se io non continuo a dare metà della rata come fatto fino a quando eravamo insieme. Ora io avendo anche un 2 bambini con un’altra donna non riesco a sostenere metà della rata del prestito intestato unicamente a lei ed io come garante.
    Inoltre non mi è concesso avere accesso al conto e quindi non so, tranne per un rendiconto annuale, se effettivamente le rate vengono pagate, o se invece cerca di riprendere dei soldi che è convinta io le debba dare.
    Vorrei capire quali possibiltà ho di riavere queste rate e in che modo.
    Vorrei anche capire come funziona e cosa succede dal momento che lei decide di non pagare e non lo faccio nemmeno io, se divento cattivo pagatore anche io e se essendo cmq il garante mi verrebbe pignorato qualcosa.
    Grazie.

    • Buongiorno Luca.
      Se Lei ha fatto da garante il finanziamento non è intestato solo alla Sua ex compagna, ma ad entrambi. Il Garante, però, viene tutelato da alcune leggi che non lo esimono dal dover pagare. La figura del garante, tuttavia, entra in gioco quando il debitore non provvede a versare le rate. Se avete sempre diviso le rate si tratta di un vostro accordo. Ad ogni modo le leggi a tutela del garante sono le seguenti: Art. 1950, Art. 1951, Art. 1952, Art. 2871 del codice civile. La cosa migliore sarebbe consultare un avvocato. Se smetteste di pagare entrambi verreste segnalati come cattivi pagatori e andreste incontro al pignoramento di beni e quinto dello stipendio se lavorate come dipendenti.
      Saluti.

  13. Io ho un grandissimo terrore .. In 2008 il mio ex- compagno ha falsificato la mia firma da garante per la richiesta di mutuo per un valore di € 130.000 . Il residui è ormai ancora parecchio da pagare . . Ho saputo tramite la mia banca questa notizie molto brutta quando stavano verificando la mia situazione finanziaria, di cui non ero al corrente. Ora ci siamo lasciati ed io sto per comprare casa per conto mio. Lui mi ha minacciato ( ho dovuto fare denuncia per mandarlo fuori di casa inoltre 2 anni fa è stato diagnosticato essendo bipolare con frequenti depressioni etc.. ), quando gli ho chiesto spiegazione, mi ha risposto che non pagherebbe più le rate cosi farà ricadere la richiesta mensile dalla banca su di me.
    Ho esposto il problema presso la mia banca loro mi hanno risposto che non incide per quanto riguarda la mia richiesta di mutuo (naturalmente intendevano finché lui continua a pagare presumo). Cosa vado incontro se lui veramente smette a pagare le rate ? Posso cancellare in qualche modo la mia firma parlando con la sua banca opponendomi che ha falsificato la mia firma in 2008 utilizzando eventualmente anche la patologia di cui soffre anche se è stato diagnosticato solo 2 anni fa ? Non ho mai ricevuto o visto nessuna documentazione in tutti questi anni della sua banca in merito a tutto ciò ( probabilmente mi ha nascosto la posta e gli estratti conti etc.. )
    Saluti sono disperata

    • Buongiorno Sandra.
      Se questa persona ha falsificato la Sua firma deve denunciarlo. Chiaramente la denuncia a seguito di accertamento causerebbe il decadimento della Sua garanzia. Consideri che si tratta di denuncia penale.
      Saluti.

  14. Salve mi chiamo Maria,mia madre è deceduta 2 anni fa,,mio. Padre. Ha 79 anni. Ed è il garante,il prestito purtroppo era senza assicurazione,mio padre ha altri prestiti x un ammontare di 710 euro,ha una pensione do 940 euro, quindi non riesce più a pagare il debito di 250 euro della mamma,cosa va in contro,se non paga? Mi potete dare una mano grazie

    • Buongiorno Maria.
      Se non pagasse andrebbe incontro al pignoramento di un quindo della pensione e/o dei beni di proprietà. Potreste provare a proporre un saldo e stralcio per un importo anche pari alla metà o meno. Almeno ci si prova, e vedete cosa vi risponde la finanziaria.
      Saluti.

  15. Buongiorno,
    sono stata richiedente di un prestito con l’appoggio di un garante. Non potendo più far fronte al pagamento delle rate, se ne è preoccupato il garante e riuscendo anche a consolidare il debito. Quindi da garante era diventata richiedente. Ora la pratica è conclusa. Il garante ora a fasi alterne, vuole la restituzione del debito. Può farlo appellandosi alla legge? Che rischi corro? Non sono titolare di niente………
    Grazie in anticipo per la risposta.
    Cordialmente, B

    • Buongiorno Barbara.
      CI sono delle leggi a tutela del garante che permettono di chiedere la restituzione delle somme versate. Se agisse per vie legali rischia il pignoramento dei beni e del quinto dello stipendio. E’ chiaro che se non ha nulla non rischia nulla.
      Saluti.

  16. salve a tutti. Io ho perso il lavoro x ingiusta causa. Ho ancora 2 anni di rate da pagare. Alla stipula del prestito ho anche sottoscritto una polizza assicurativa CPI completa. Nel caso incui comunichi che vorrei avvalermi dell assicurazione c è il rischio che si rivalgano sul co obbligato che è un mio parente o ne rimane fuori? Premio pagato 700 euro. Graziemille spero possiate aiutarmi.

    • Buongiorno Flaviox.
      L’assicurazione dovrebbe coprire ( se ha inserito la garanzia rischio impiego). Però questa garanzia generalmente copre alcune rate e l’assicurazione in un secondo momento richiede la restituzione delle somme versate al cliente. Ad ogni modo dovrebbe leggere le condizioni della Sua polizza.
      Saluti.

  17. Salve, l anno scorso ho consegnato delle foto copie delle mie buste paga e carta di identità con codice fiscale a un ufficio che si occupa di prestiti personali per avviare la pratica di un finanziamento che poi non mi è servito più. Quindi ho avvisato che non avevo più bisogno del prestito. È possibile che i miei documenti siano stati usati per altri finanziamenti a mia insaputa senza aver messo nessuna firma, anche per fare da garante? Come posso fare per accertare che questo non sia avvenuto? Grazie

  18. Buongiorno,
    diversi anni fa mio marito ha contratto un debito presso una finanziaria per l’acquisto di un’automobile cointestata con la sua ex compagna (ora dismessa), dei mobili della casa di lei (dove convivevano) e della cameretta dei figli (anche questa ad oggi dismessa. La sua ex convivente aveva fatto da garante. Il finanziamento veniva pagato attraverso un conto corrente cointestato ai due, ma da quando si sono lasciati nel 2010 è soltanto mio marito ad essersi fatto carico di continuare a pagare le rate. Può obbligare la ex compagna a pagare la sua parte? Come? Se mio marito smettesse di pagare, la finanziaria potrebbe rifarsi direttamente sulla signora?

    • Buonasera Gessica.
      Occorre capire se si tratti di coobbligati o se l’ex compagna di Suo marito avesse fatto da garante. Il garante, infatti, non è sempre equiparato al richiedente, ma deve intervenire qualora il richiedente non possa pagare salvo poi applicare rivalsa nei confronti del richiedente. Ad ogni modo questo discorso andrebbe fatto all’istituto di credito con il quale si dovrebbe trattare per dividere il debito in due (sappiamo che alcuni sono riusciti a pagare solo la propria metà).
      Saluti.

    • La crif teoricamente si dovrebbe cancellare già dal 24 febbraio, ma poiché alcune finanziarie inviano le comunicazioni a Crif i primi giorni del mese successivo alla richiesta sarebbe opportuno attendere i primi giorni di marzo.
      Saluti.

  19. sono cliente di Findomestic da tre mesi un prestito personale che pago 193 euro regolare ho fatto richiesta carta credito prestitempo mi ha rifiutato 23 gennaio 2015 per chiedere un finanziamento devo attendere 1 marzo. La motivazione prestitempo non lo dice ma la liberatoria puo servire o pure no grazie.

    • Buonasera Anna.
      La liberatoria non serve quando si riceve un rifiuto, anzi è meglio non dire nulla alla prossima finanziaria.
      Saluti.

  20. salve ho fatto da garante a un amico,il quale non mi ha avvisato che non stava più pagando le rate ora vorrei comprare casa ma purtroppo sono segnalata.Il mio amico dice di non poter più far fronte alle rate perchè ha diversi finanziamenti ed è strozzato dalle rate.Io vorrei parlare con l’avvocato che lo segue ma lui dice che non sono affari che mi riguardano e che x la privaci non mi da il numero di telefono.Cosa posso fare?
    Io non riesco a far fronte alla rata,ma vorrei parlare con queto avvocato,grazie

    • Buonasera Anto.
      Purtroppo il finanziamento non ha niente a che fare con il fatto che questo Suo amico non Le dia il numero del Suo avvocato. Ovvero avergli fatto da garante non Le da diritti in questo senso.
      Saluti.

  21. Salve io ho estinto x il mio compagno un finanziamento che aveve fatto con la sua ex compagna ove lei faceva la garante.posso rivalermi x metà della cifra o per intero su di lei visto cheera la garante del prestito? Ci sono dei termini di legge x fare tale rivalsa visto che ho estinto con bonifici datato il 09/01/2015?

  22. buon giorno circa due anni fa ho fatto da garanante per un mio parente per un finanziamento ma gia dai primi mesi ho dovuto pagare io perche loro non anno pagato percio io pagato per circa un anno e mezzo,questo parente avendo io gia dei miei finanziamenti in corso e avendo gia impegnata la cessione del quinto ,mi sono ulteriormente indebitata ora non posso piu intervenire per quel finanziamento ,questo parente a uno stipendio fisso ma nonostante cio non paga infatti anno saltato gia tre rate ,io ho sciritto alla finanziaria mettendoli al corrente di questa situazione ma ancora non mi anno risposto , cosa potrebbe accadere a me visto che non posso piu pagare .Gazie

    • Buongiorno.
      Sia Lei che il richiedente verrete segnalati nelle banche dati creditizie, nel caso già non lo foste. Entrambi rischiate il pignoramento dei beni di proprietà, ma è chiaro che il primo a rischiare è generalmente il richiedente del finanziamento. Se questa persona ha un reddito potrebbero pignorargli il quinto dello stipendio o anche altri beni.
      Saluti.

  23. Salve sto richiedendo un mutuo e ci sarebbe come garante mia sorella che però è già garante a sua volta di un piccolo mutuo per il suo convivente..può fare da garante a più mutui?

    • Buongiorno Daniel.
      Certo che può fare da garante a più mutui. Chiaramente con questo non le posso assicurare che la richiesta venga accolta, ma Le sto solo dicendo che non ci sono impedimenti nel mettere la firma a garanzia su più mutui.
      Saluti.

  24. ma a me risulta che la documentazione e falsa e la banca a concesso il prestito ora lui no paga e la banca chiede al garante di pagare come posso difendermi da questo che la banca non a fatto il suo dovere di controllare i documenti del richiedente del prestito

    • Buonasera Roberto.
      Scusi ma la banca potrebbe anche pensare che Lei sia complice della truffa. Nel caso in cui fosse stato truffato anche Lei in qualche modo dovrebbe sporgere denuncia. Ad ogni modo il contratto dovrebbe essere dichiarato nullo essendo falsi i dati del richiedente, salvo che di fasullo non ci fossero solo i dati reddituali.
      Saluti.

  25. ciao vorrei un informazione o lavorato come prendi stato con una azienda e prendevo 500 a mese e o lavorato piu di un’anno e avevo fatto due finanziamenti di televisione ecc, sempre pagato senza un ritardo ora o cambiato azienda lavoro da due mesi a contratto indeterminato e prendo anche un bel stipendio di 1200 mensile non sono sposato o solo questi due finanziamenti che non arrivano nemmeno a 500 euro ora vorrei fare un prestito di 8000 euro secondo voi e presto ?? a dimenticavo o anche un garante che prende 1100 a mese secondo voi può passare ?? grazie ciao..!

  26. Buongiorno,
    ho fatto da garante ad un mio amico, che per problema famigliari è dovuto tornare a casa sua all’estero.
    Il prestito era per 3000 euro per una macchina usata.
    E’ da 5 mesi che lui non paga le rate, e io non posso pagarle perchè attualmente sono monoreddito e faccio già fatica a pagare le mie di rate, figuriamoci quelle degli altri.
    Da due mesi non si fa sentire, posso in qualche modo dimostrare di non essere in grado di pagare ed svincolarmi?
    Grazie in anticipo.

    • Buongiorno Celeste.
      La firma a garanzia non dipende dalla possibilità o meno di pagare le rate. Se Lei ha firmato legalmente è obbligata a pagare e ne risponde tanto quanto il richiedente, salvo poi potersi rivalere sul richiedente per la restituzione delle somme.
      Saluti.

  27. io lavoro a tempo indeterminato da 3 mesi e ho richiesto un finanziamento di 7900 euro per l’acquisto di un automobile
    sapendo che per poter fare un finanziamento autonomamente devo lavorare per almeno 6 mesi mio zio ha firmato come garante per me in quanto ha un’azienda dal 2004 ed ha gia fatto numerosi finanziamenti tutti pagati
    secondo voi potrebbero esserci problemi?

    • Buongiorno Gaetano.
      Se Suo zio ha pagato sempre bene e se non ha eccessivi impegni finanziari dovrebbe avere buone possibilità di ottenere il finanziamento.
      Saluti.

  28. Salve,vorrei sapere,se io lavoro part-time,e ho un reddito di 800 € al mese,dopo aver fatto da garante per un prestito di 4.000 €,dopo un mese due posso chiedere un finanziamento per una macchina di 5000€ tranquillamente,o non potrò più?grazie.

  29. salve ho una busta paga bassa ed è impegnata gran parte da una rata avrei bisogno di un prestito di 20000 euro con l’aiuto del garante che percepisce uno stipendio di 1.200 euro al mese e proprietario di case posso ottenerlo?

    • salve vorrei sapere se faccio da garante per un prestitoa che cosa vado incotro ed eventualmente posso eventualmente richiedere un prestito personale.

      Grazie

      • Buongiorno Giovanni.
        Se il prestito fosse sempre pagato bene non avrebbe conseguenze. In caso di ritardo, però, un’eventuale segnalazione negativa verrebbe fatta anche nei Suoi confronti. Potrebbe comunque chiedere un prestito personale per se, anche se ovviamente la finanziaria terrà conto dell’impegno in corso, anche se come garante.
        Saluti.

  30. salve volevo un informazione…….. oggi 26/10/2012 sono stato contattato dalla mia banca in quanto risulto garante io al 50% e anche mia mamma al 50% di una somma di 195 mila euro……. e che ad oggi risultano già 16 mila euro non pagati….. ma io e mia mamma non abbiamo mai fatto da garante per questa somma ne a queste due ditte di caserta…. cosa possiamo fare a scolparci grazie..

  31. Salve,mia suocera ha firmato da garante al finanziamento di mio suocero..Purtroppo mio suocero e’ deceduto,dovra’ lei ora saldare le rate rimaste? visto che lei non ha nessun reddito in entrata!!!

    • Buonasera Paolo.
      Dovete controllare che non sia stata stipulata una polizza assicurativa che garantisse in caso di decesso del richiedente. Qualora non vi fosse una polizza assicurativa il garante, quindi sua suocera, dovrebbe continuare a pagare il debito. In caso contrario rischierebbe il pignoramento dei beni.
      Saluti.

      • io ho il problema a cui la finanziaria non ha ancora risposto, dove il prestito è assicurato con polizza vita e invalidità, ma il richiedente è deceduto e la finanziaria mi dice che deve continuare a pagare il garante ancora in vita.
        Mi chiedo a cosa serve allora questa polizza vita?
        Saluti

  32. un mio collega di lavoro mi ha chiesto di firmare da garante per un prestito dell’auto. ci conosciamo da 10 anni e mi fido ma di questi tempi mai dire mai. cosa rischio?
    Giuliano

    • Buongiorno Giuliano.
      Se il suo collega dovesse pagare regolarmente non rischierebbe nulla. Se invece dovesse pagare le rate in ritardo o addirittura non pagarle, verrebbe segnalato anche lei come cattivo pagatore e rischia nei casi peggiori il pignoramento dello stipendio e/o dei beni.
      Saluti.

  33. Ho firmato da garante per un prestito personale di mio fratello per aprire l’attività; visto che le cose non gli stanno andando così bene ho paura di trovarmi vincolato in qualche guaio e dovendomi a breve sposare potete capire bene che non voglio complicazioni.
    Posso togliere la mia firma?
    Roberto

    • Roberto buongiorno,
      non è così semplice svincolarsi dalla firma di garante per un prestito personale o altro finanziamento. Deve fare richiesta alla finanziaria o banca che ha concesso il prestito a suo fratello.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Cesare buona sera,
      deve essere lei ad appurare se il suo collega paga o non paga le rate del finanziamento. La finanziaria non se ne preoccupa. Dovrà pertanto rimanere in contatto con il suo collega per verificare la regolarità dei pagamenti.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  34. Cosa succede al garante se il richiedente di un prestito personale non paga le rate? Ho firmato per un finanziamento di mio fratello, visto che ultimamente ha qualche problemuccio con il lavoro volevo capire come devo comportarmi.
    Sara

    • Sara buongiorno,
      il garante di un prestito personale è coinvolto direttamente nel finanziamento ed è sua premura preoccuparsi se le rate sono regolarmente pagate o meno. Nel caso di mancato pagamento, il garante dovrà attivarsi per saldare le rate insolute e se lo riterrà opportuno, potrà rifarsi sul richiedente del prestito per il rimborso di quanto anticipato a suo nome.
      Lei pertanto dovrà preoccuparsi che le rate di prestito sia sempre pagate e il mese che suo fratello non potrà pagare, se vorrà evitare segnalazioni, allora dovrà anticipare l’intero importo della rata.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Samantha buongiorno,
      svincolarsi come garante non è così semplice; è una possibilità concessa da parte dell’ente erogante il finanziamento, ma generalmente avviene di rado. Soprattutto la finanziaria o banca svincolerà il garante se il finanziamento in oggetto è in fine ammortamento e le rate sono state pagate tutte regolarmente. Altrimenti la firma di garante vincola per tutta la durata del finanziamento.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*