Cessione del Quinto NO TFR

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

ATTENZIONE: PRODOTTO MOMENTANEAMENTE SOSPESO!!!

Sei un neoassunto e hai difficoltà ad ottenere un prestito personale? Richiedici ora un Preventivo Gratuito di prestito tramite cessione del quinto no TFR! Compila il modulo qui sopra e scopri i Vantaggi offerti da 4Credit. Valuteremo insieme l’offerta migliore. Potrai mantenere una rata bassa grazie al piano di ammortamento che potrai diluire fino a 120 mesi. CALCOLA on line il tuo preventivo.

La cessione del quinto no TFR è rivolta:
– a dipendenti di aziende private srl, spa con più di 16 dipendenti
– a dipendenti pubblici e statali


Approfondimenti

La cessione del quinto di stipendio è un prestito personale offerto a dipendenti assunti a tempo indeterminato presso aziende private, pubbliche o statali. Questo prestito personale tiene conto del TFR accantonato da parte del dipendente, ad eccezione di dipendenti pubblici e statali per i quali la cessione del quinto di stipendio non ne tiene conto.

Il TFR viene messo a garanzia di questo prestito personale, ovvero se per le motivazioni previste il dipendente, ovvero l’azienda, cessasse di rimborsare le rate della cessione del quinto, la finanziaria che a suo tempo erogò il finanziamento, ha diritto a farsi rimborsare dall’azienda il TFR accantonato fino a quel momento, logicamente a copertura del debito residuo.

Esiste però anche la possibilità di ottenere un prestito personale tramite cessione del quinto di stipendio a chi è un neo assunto o per chi è assunto da più tempo ma ne ha prelevato una parte. Il prestito personale tramite cessione del quinto di stipendio in questo caso si chiama cessione del quinto no TFR.

4Credit

ATTENZIONE: PRODOTTO MOMENTANEAMENTE SOSPESO!!!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

20 comments

  1. Salve

    sono dipendente di una grande SPA con più di 10000 dipendenti. Molti come me accantoniamo interamente il nostro TFR in un fondo che non permette di pignorare somme dalle finanziare.

    Possiamo accedere comunqe ad una cessione del quinto?
    Saluti

    • Buongiorno Domenico.
      In questi casi è possibile accedere alla cessione del quinto solamente se si ha del tfr in azienda. Molti in questi casi cambiano fondo e spostano il tfr per poter procedere con la cessione.
      Saluti.

  2. buon giormo sono un dipendente pubblico.ho una cessione in corso.dopo una visita medica alla commissione medica di verifica al mimistero delle finanze.ho ricevuto il verbale.inabbile in modo assoluto e permanente al
    profiquo lavoro.quando lazienda ha ricevuto il verbale.mi comunicava che avevano effetuato la risoluzione
    del contratto di lavoro.faccio presente che sono invalido al 100xcento co handikap grave.possono trattenere
    dal tfr la rimanenza delle rate da pagare

    • Buongiorno Antonio.
      Possono trattenere il tfr, ma deve verificare la polizza assicurativa qualora questa possa coprire l’inabilità.
      Saluti.

  3. Richiesta di quinto dello stipendio di euro 15000 rifiutata causa dicono azienda insolvibile.
    premetto ke il mio tfr accantonato sta sui 17500.vorrei capire dove sta il problema grazie.

    • Buongiorno Andrea.
      La cessione del quinto si basa oltre che sul tfr, sulla valutazione che le assicurazioni effettuano sull’azienda. Sebbene si possa pensare che avendo tanto tfr la garanzia sia sufficiente, e possiamo anche essere d’accordo su questo, se le assicurazioni non emettono la polizza per legge non si può procedere con la cessione del quinto. Questa risposta, dunque, si riferisce ad una valutazione negativa effettuata sull’azienda. Posso solo invitarLa a fare richiesta di preventivo anche con noi. Una valutazione in più non costa nulla.
      Ci contatti tramite il modulo che trova cliccando qui.
      Saluti.

  4. GRAZIE MILLE PER LA RISPOSTA MA LE CHIEDO SE ASSIEME AL TFR SI POSSONO PRENDERE ANCHE L’ULTIMO STIPENDIO OPPURE SONO DUE COSE SEPARATE?

    • Generalmente nella cessione del quinto solo il tfr è vincolato, anche se le finanziarie provano a chiedere anche altri crediti. Se non specificato da contratto l’azienda ha l’obbligo di versare il solo tfr alla finanziaria.
      Saluti.

  5. BUONGIORNO
    IO HO UNA CESSIONE DEL QUINTO APERTO DA DIECI MESI E STO CAMBIANDO SOLO AZIENDA,CIOE HO DATO LE DIMISSIONI PER INIZIARE NEL NUOVO LAVORO, LA SOCIETA’ CHE MI A EROGATO IL PRESTITO ( CESSIONE DEL QUINTO) DICONO CHE IL MIO TFR SE LO DEVONO TRATTENERE LORO IM MODO DA SCALARE L’IMPORTO A ME CONCESSO E VISTO CHE IL MIO TFR NN COPRE TUTTA LA SOMMA, IL RESTANTE DOVRO’ GIUSTAMENTE CONTINUARE A PAGARE. LA MIA DOMANDA E LA SOCIETA’ CHE MI A EROGATO IL PRESTITO SI PUO’ TENERE IL MIO TFR SCALANDO DAL PRESTITO CONCESSO?

    • Buonasera Giuseppe.
      Il tfr nella cessione del quinto è vincolato alla cessione del quinto, per cui il tfr estinguerà parzialmente la cessione in corso abbassando la quota capitale. Il resto del finanziamento lo pagerà sul nuovo lavoro.
      Saluti.

  6. Buongiorno ,
    Avrei bisogno di un suo consiglio . Ho una cessione del quinto per un capitale pari a 12000 euro ed un tfr presso il fondo fonte di 60000 euro . Ora il Fondo mi nega un anticipo del solo 30% del tfr maturato perchè la finanziaria non concede la sua autorizzazione . Per la regolamentazione del comportamento del tfr presso i fondi questi ultimi in questo caso dovrebbero comunque portare avanti la pratica . Mi potete consigliare in che modo muovermi per poter ottenere ciò che mi spetta di diritto ? Vi ringrazio anticipatamente e vi auguro buon lavoro .

    • Buonasera Alberto.
      Sinceramente è una situazione assurda. Le suggerisco di inviare una comunicazione in cui dichiara che, trattandosi di somme che non coprono la cessione del quinto, se non dovessero concederle l’anticipo dovrà procedere per vie legali e denunciare il fondo. Si tratta di soldi Suoi, non possono trattenerli. Penso vi siano gli estremi per una denuncia per appropriazione indebita, ma comunque un avvocato le saprebbe dire meglio.
      Saluti.

    • Buonasera Rosario.
      Scusi il ritardo ma purtroppo non abbiamo ricevuto la notifica del suo commento.
      Attualmente dovrebbe essere assunto da due anni. Per quella cifra non penso si possa fare nulla, dovrebbe provare per un importo più basso.
      Saluti.

  7. ho una cessione del quinto e mi sto licenziando con bonus incentivo all’esodo, il mio tfr nn copre tt il debito, la finanziaria puo’ prendersi il mio incentivo all’esodo dal momento che mi licenzio per inabilita’ lavorativa (invalida 95% in attesa di pensione)?

    grazie

    • Buongiorno Manu.
      Dipende dal contratto di cessione che ha stipulato. Da contratto di cessione potrebbe essere vincolato il tfr o anche eventuali altri crediti che dovesse vantare nei confronti dell’azienda in caso di licenziamento.
      Saluti.

    • Michele buona sera,
      anche se non è semplice gestire questo tipo di richieste, oggi ci sono ancora possibilità di finanziare richieste di cessione del quinto per dipendenti neoassunti.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  8. Ho fatto richiesta di un prestito in busta paga ma non me lo danno perché sono un neoassunto. Non posso fare altri finanziamenti perché sono protestato per una cambiale non pagata alla scadenza.
    Esiste qualche altra strada per avere nuova liquidità? Federico

    • Federico buona sera,
      si, la cessione del quinto no tfr. Questo prestito personale nasce per soddisfare le esigenze dei clienti neoassunti o comunque con poco tfr.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*