Certificato di Stipendio per Cessione del Quinto!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Chi fa richiesta di cessione del quinto di stipendio e/o delega di pagamento, deve richiedere la compilazione in azienda di un documento denominato certificato di stipendio. Questo documento riepiloga i dati del datore di lavoro (ragione sociale, partita iva, sede legale, numero dipendenti, capitale sociale), del dipendente (dati anagrafici del dipendente, stipendio lordo, trattenute, stipendio netto, TFR accantonato in azienda o presso un fondo pensione) e di eventuali altre trattenute quali prestiti in busta paga o pignoramenti. Alcune aziende non sono disposte a compilare il certificato di stipendio presentato dalla finanziaria o direttamente dal cliente; in alternativa compileranno un altro documento denominato attestato di servizio. Quest’ultimo documento, compilato su carta intestata della ditta, riporterà parte dei dati presenti sul certificato di stipendio, ma comunque sufficienti per dimostrare il tipo di contratto fra azienda e dipendente ed in alcuni casi anche reddito lordo netto percepito e TFR accantonato.
Il certificato di stipendio è un documento fondamentale per l’istruttoria di una pratica di cessione del quinto di stipendio o delega di pagamento.
In allegato una copia del certificato di stipendio.

4Credit

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

4credit

38 comments

  1. Buongiorno, nei primi giorni della scorsa settimana ho contattato un intermediario (NO Banca) tramite il loro sito commerciale, compilando il form per la richiesta di preventivo gratuito per un prestito personale, specificando che stavo cercando, per ragioni personali, questa tipologia e non altre, tipo cessione del quinto. Sono stato contattato da un loro operatore che mi ha chiesto importo finanziamento, dati personali, situazione finanziaria (debiti in essere, etc) e l’invio di copia doc. identità, cod. fiscale, Unico/Cud ed ultime 2 buste paga, assicurandomi che entro 24 h. dalla ricezione dei documenti avrei ricevuto uno o più preventivi. Cosa che non è accaduta. Al contrario lunedì scorso sono stato convocato dal direttore del personale che mi ha comunicato che l’istituto finanziario aveva fatto formale richiesta del certificato di stipendio. Non solo, tale richiesta era pervenuta via telefonica a persona diversa dal responsabile del Trattamento dei dati personali dell’azienda presso cui lavoro… In parole povere, dopo pochi minuti, come temevo (da qui la mia richiesta di prestito personale e non di cessione del quinto dello stipendio) tutti all’interno di detta azienda (una SRL quasi familiare, con oltre 16 dipendenti, la maggior parte dei quali imparentati fra loro o che vivono strettamente a contatto) sono venuti a conoscenza di questa mia necessità e da allora sono oggetto di “pettegolezzi e chiacchiericci”… Non ritenete che l’intermediario finanziario, nella persona del consulente che ha seguito la mia richiesta, si sia comportato in maniera scorretta? Non avrebbe dovuto avere mia delega scritta che lo autorizzasse a contattare l’Azienda per la richiesta del Certificato di stipendio? Che cosa posso fare per tutelare i miei diritti ? Grazie, Cordiali saluti, Luca

    • Luca buongiorno,
      si, per poter trattare i suoi dati, per contattare l’amministrazione dell’azienda per cui lavora, questa società avrebbe dovuto avere una sua delega firmata. Ne ha parlato con la stessa società? Se si, cosa le hanno risposto?

      Distinti saluti
      4Credit

    • Buongiorno Cosimo.
      Abbiamo valutato una richiesta di cessione del quinto per un dipendente Ilva a fine giugno. Purtroppo attualmente nessuna compagnia assicurativa intende procedere.
      Saluti.

  2. Salve ho un rinnovo di cessione in atto e più di un mese che attendo che la mia caserma mandi le carte alla finanziaria la carta e già stata firmata ma x incompatibilità di carettere tra me e il capitano a detto che lui siccome io insisto aspetterà fino alle ultimo x mandare le carte volevo sapere se esiste un tempo o devo aspettare 3 mesi come anno detto grazie mille

    • Dal momento della notifica nel mese successivo l’amministrazione deve effettuare la trattenuta. Con la busta paga potrebbe dimostrare la trattenuta e ottenere comunque la liquidazione.
      Saluti.

  3. Buongiorno,
    Ho richiesto il certificato di stipendio alla mia azienda e quest’ultima vuole € 25,00 da trattenere sulla busta paga per il rilascio dello stesso. Questa richiesta è lecita?

    • Buonasera Francesco.
      Non sappiamo se vi siano leggi che vietino una cosa del genere. Sarebbe il caso di chiedere un parere ad un sindacato.
      Saluti.

  4. Buongiorno, sono una dipendente al quale è stato concesso un prestito da Prestitalia,quest’ultima richiede alla società per cui lavoro,che gli venga compilato il certificato del mio stipendio una volta ogni tre mesi, il mio datore di lavoro lamenta questa richiesta(troppo frequente e secondo lui facilmente recuperabile dai dati delle mie buste paga e dal Cu),vorrei sapere se il mio datore di lavoro ha l’obbligo di comunicare ed aggiornare i dati del certificato ogni tre mesi oppure no.
    Ringrazio dell’attenzione

    • Buongiorno Paola.
      Il certificato di stipendio è una cortesia da parte del datore di lavoro, non è assolutamente un obbligo. Inoltre mi sembra eccessivo chiedere l’aggiornamento del certificato ogni tre mesi. I dati sono facilmente aggiornabili per calcolare un preventivo. Poi si può richiedere il certificato prima di procedere con la cessione del quinto.
      Saluti.

  5. Buongiorno, sono assunto da un anno esatto presso una azienda con più’ di 100 dipendenti e volevo sapere se con la cessione del quinto potevo ottenere una somma intorno ai 15.000 euro.
    Grazie molte
    Andrea Stefanin

    • Buongiorno Andrea.
      Con un’assunzione così recente è difficile che riesca ad ottenere tale somma. E’ più probabile che riesca ad ottenere un massimo di 6/7000 euro.
      Saluti.

  6. salve avrei una domanda da fare.ho richiesto una cessione del quinto dello stipendio. la mia mia azienda mi ha compilato il certificato di stipendio e lo ha inviato alla finanziaria. ora la cessione mi è stata accettata.solo che ho un pignoramento in busta e uno in coda e l’azienda per cui lavoro non so se mi firma il documento del benestare. ora la mia domanda è? l’azienda puo rifiutarsi o è obbligata? fatemi sapere.grazie.

    • Buongiorno Giusy.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto la notifica del Suo commento.
      Ha poi risolto?

  7. salve.
    sono un dipendente poste italiane, ho fatto una richiesta di finanziamento con cessione del quinto dello stipendio con findomestic e dopo quasi un mese mi dicono che nn hanno ancora ricevuto il certificato di stipendio consigliandomi di andare a richiederlo personalmente! dove e a chi dovrei richiederlo?? senza questo certificato non possono darmi neanche l’anticipo che avrei urgenza di ricevere tra l’altro. eventualmente poste non voglia rilasciare questo certificato, la dichiarazione di servizio chi la rilascia? sempre la sede centrale o anche il direttore provinciale? sapete qualcosa per quanto riguarda poste italiane?

    • Buongiorno Adriano.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto la notifica del Suo commento.
      ha poi risolto?

  8. la mia ditta non mi lascia la liberatoria per un secondo 1/5 lo so che lo puo fare pero non mi sembra giusto. ma non e che non lo fanno per non fa sapere i fatti loro come va l’azienda.

    • Buongiorno Maurizio.
      Scusi il ritardo nella risposta ma purtroppo per problemi tecnici non avevamo ricevuto la notifica del Suo commento.
      Ha poi risolto?

  9. Buongiorno,ho richiesto una cessione del quinto con la mia azienda tramite una finanziaria. La pratica e’ stata approvata e sto aspettando che mi chiamino per ritirare il contratto di cessione firmato. Ma quanto devo aspettare ancora?e’ trascorso 1 mese e 10 giorni.mi sapresti rispondere? Grazie

    • Buonasera Andrea.
      Generalmente le cessioni del quinto hanno una tempistica di circa 20/30 giorni. Molto dipende non solo dalla velocità della finanziaria, ma soprattutto dai tempi dell’azienda per la firma dell’atto di benestare. Senza l’atto di benestare firmato la finanziaria non può erogare la cessione del quinto. Se la cessione del quinto fosse già stata notificata le suggerirei di sollecitare la sua azienda.
      Saluti.

  10. Buonasera lavoro presso Leroy Merlin dal 2008 e ho un contratto a tempo indeterminato e in busta paga ho visto che ad oggi ho un TFR maturato di 4700€,ho un finanziamento per acquisto auto che sto regolarmente pagando,e ho provato a fare una richiesta alla FINDOMESTIC sul sito web l’8 marzo,ma ad oggi non ho ancora ricevuto risposte..

    vorrei sapere quanto potrei richiedere come finanziamento con cessione del quinto,mi occorrerebbero 5.000€,e se devo o no aspettare l’esito della precedente richiesta per poter richiedervi la cessione del quinto.

    grazie e cordiali saluti,
    Mauro

    • una precisazione:sono in attesa di un esito per un PRESTITO PERSONALE,non di una CESSIONE DEL QUINTO,
      grazie ancora e cordiali saluti.

    • Mauro buongiorno,
      di certo prima di richiedere un nuovo prestito personale deve attendere l esito di findomestic e comunque in caso la stessa richiesta non vada a buon fine, la cancellazione in banca dati che in alternativa potrà determinare il rifiuto di una nuova domanda di finanziamento.
      Se la sua richiesta è invece orientata ad un finanziamento tramite cessione del quinto, allora non c’è bisogno di aspettare i tempi d’aggiornamento delle banche dati, può attivarsi fin da subito con una nuova domanda di finanziamento.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  11. Lavoro da 3 anni in una ditta di 15 dipendenti. Ho fatto richiesta di cessione del quinto ma proprio per i dipendenti mi hanno detto che non posso fare la cessione del quinto. secondo voi ho qualche possibilità di ottenere un nuovo finanziamento?
    Cristian

    • Cristian buongiorno,
      effettivamente non tutte le finanziarie prendono in considerazione richieste di cessione del quinto se la ditta in cui lavora il cliente ha meno di 16 dipendenti. Esiste comunque la possibilità di ottenere questo finanziamento, per cui le consiglio di verificare con un altro istituto finanziario. Se le può far piacere possiamo aiutarla a soddisfare la sua richiesta.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  12. Buona sera, se la mia amministrazione non vuole compilarmi il certificato di stipendio cosa posso fare? Non voglio entrare in contrasto con la ditta ma d altro canto ho bisogno di questi soldi. Non posso fare neanche un prestito personale perché sono segnalata nei cattivi pagatori in crif per un prestito compass pagato con ritardi.
    Cosa mi consigliate?
    grazie Stefania

    • Stefania buona sera,
      è sufficiente che la sua azienda compili un attestato di servizio, ovvero un documento in carta intestata della ditta nel quale dichiara che lei è assunta in quella ditta dal con contratto a tempo indeterminato. Se integrano lo stesso con stipendio netto e TFR accantonato tanto meglio.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  13. Se una finanziaria mi ha chiesto la delega per richiedere il certificato di stipendio, posso firmarla o rischio qualcosa?
    Silvana

    • Silvana buona sera,
      firmi pure senza preoccupazioni. E’ un passaggio frequente l’intervento da parte della finanziaria o di un loro agente è utile ad evitare perdite di tempo al cliente ed accelerare i tempi di lavorazione della pratica di finanziamento.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

  14. sono un dipendente dell’ ILVA come posso fare ad ottenere una cessione del quinto se la mia amministrazione non mi compila il Certificato di stipendio e nessuna dichiarazione di servizio?? Grazie

    • Gaetano buongiorno,
      se la sua amministrazione non compila ne il certificato di stipendio ne un attestato di servizio, conviene attivarsi tramite un agente in attività finanziaria o tramite una società di consulenza per capire quali motivazioni inducono l’azienda a non rendersi collaborativa in tal senso; inoltre non è sempre detto che questi due documenti sono fondamentali per l’istruttoria della pratica. Bisogna verificare se a seguito della notifica l’amministrazione firmerà l’atto di benestare e se si attiveranno per la messa in quota delle rate della cessione del quinto.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

    • Massimo buongiorno,
      la ditta può non compilare il certificato di stipendio, ma in alternativa è sufficiente che compili una dichiarazione di servizio, ovvero un foglio in carta intestata sul quale è indicato che lei è assunto presso questa azienda, dalla data, con contratto a tempo indeterminato. Se poi integrano la stessa con TFR accantonato e stipendio loro e netto tanto meglio.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

      • salve lavoro presso l’esercito Italiano dal 2000.
        Il 14 settembre ho fatto richiesta per la ritrattazione del quinto dello stipendio essendo passati i 4 anni di vincolo,ma ancora a oggi l’amministrazione della caserma non mi ha compilato la documentazione per la banca.Prima mi hanno detto che non gli era arrivato nulla da parte della banca,mentre la banca dice di aver mandato tutto e avere la ricevuta del corriere in data 18 settembre,così mi sono fatta mandare la documentazione dalla banca sulla mia mail e l’ho portata io in amministrazione,ma mi hanno detto che prima della prossima settimana non se ne parla perchè hanno altre cose da fare.Essendo che ho urgenza cosa posso ancora fare?è lecita questa cosa?

        • Buongiorno Miriam.
          Purtroppo non credo ci siano leggi o quant’altro possa tutelarla ai fini di ottenere la documentazione velocemente.
          può solamente sollecitare.
          Saluti.

    • Marco buongiorno,
      il certificato di stipendio è il documento standard richiesto dalle finanziarie per l’istruttoria delle pratiche di cessione del quinto di stipendio o delegazione di pagamento. In alcuni casi le aziende non sono disposte a compilare il certificato di stipendio fornito dal cliente o finanziaria, ma generalmente compilano un documento sostitutivo al certificato di stipendio che può essere o un semplice attestato di servizio o un certificato di stipendio interno. Nella sostanza se la sua amministrazione non compila questo documento, si faccia compilare un attestato di servizio, l’importante che all’interno sia specificata la data di assunzione, la natura del contratto di lavoro e se indicassero sia il reddito lordo o netto percepito più il TFR accantonato alla data di compilazione sarebbe perfetto. Queste informazioni sono quelle più importanti riportante nel certificato di stipendio.

      Distinti saluti
      Roberto Badiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*